Collina controversa - Moot hill

Da Wikipedia, L'Enciclopedia Libera

Pin
Send
Share
Send

UN collina discutibile o mons placiti (statuto collina)[1] è una collina o un tumulo storicamente utilizzato come luogo di riunione o di riunione, come a sala controversa è un edificio per riunioni o assemblee, anche tradizionalmente per decidere questioni locali. Nel altomedievale Gran Bretagna, tali colline erano usate per "moots", riunioni di persone locali per risolvere gli affari locali. Tra le altre cose, si potrebbero leggere proclami; le decisioni potrebbero essere prese; casi giudiziari potrebbero essere risolti in una discussione. Sebbene alcune colline discutibili fossero caratteristiche naturali o fossero state create molto tempo prima come tumuli funerari, altre furono costruite appositamente.

Etimologia

Sebbene la parola discutibile o mote è di Inglese antico origine, derivante dal verbo incontrare, ha acquisito un significato più ampio in tutto il Regno Unito; inizialmente riferendosi a qualsiasi raduno popolare.

In Inghilterra, la parola folkmoot col tempo arrivò a significare un'assemblea locale più specifica con diritti legali riconosciuti. In Scozia il termine è usato in letteratura per mancanza di qualsiasi altro termine accettato.

Il toponimo gaelico scozzese "Tom a 'Mhòid" si traduce come "la collina della corte". La forma gaelica ha la familiare parola gaelica "mòd" nel contesto dell'evento culturale annuale, un "raduno", ma in questo contesto, uno per il giudizio e la possibile esecuzione. Il termine è affine alla parola inglese "moot".[2]

Ubicazione e scopo

Molte colline discutibili, "mote" o "mute" sono oggi conosciute con questo nome. Altri hanno nomi locali come Court Hill, Judges Hill, Justice Hill, Judgment Hill, Mount, Munt, Moat Hill, Tandle, Downan, Bonfire Hill, Cuthill, ecc. Molti sono anche associati a nomi come Knol, knock, knowe o law.[3]

Molti altri nomi sono usati per importanti lavori di sterro, a seconda della loro posizione nel Regno Unito, e alcuni di loro sono noti per essere serviti come colline discutibili ad un certo punto della loro esistenza. I termini includono Tumulus, how, howe, low, tump, cnwc, pen, butt, toot, tot, cop, mount, mound, hill, knoll, mot, moot, knol, motte e druid hill. Spesso i nomi sono combinati, come in Knockenlaw, Law Mount, ecc.

Alcune colline conosciute oggi come "colline moot" erano in realtà storicamente mottes (da una parola francese non correlata che significa "tumulo"), i resti di a motte-and-bailey castello. (In questa fortificazione, un legno o una pietra mantenere fu costruito in cima a un piccolo tumulo, solitamente artificiale, che a sua volta era circondato da un fossato e da un reparto esterno chiamato "bailey".) In alcuni casi un tumulo costruito come motte potrebbe essere stato utilizzato in seguito come collina moot funzionante .[4]

Moots possono essersi incontrati su siti archeologici esistenti come tumuli o mottes; altri su tumuli completamente naturali come quello di Mugdock o tumuli naturali che sono stati modificati per lo scopo previsto. Un aiuto comune per l'identificazione è la dimensione: la maggior parte delle colline moot, oltre a mancare i segni di muri difensivi e fossati, sono più piccole della maggior parte dei mottes.[5]

Alcuni noti siti di collina discutibili sono circondati dall'acqua, come Mugdock, Mound Wood e Court Hill sulla collina di Beith; altri potrebbero essere stati, come Hutt Knowe. Tale inaccessibilità avrebbe richiesto l'uso di una barca o di una passerella rialzata. Wood Mound è chiaramente artificiale e quindi il rapporto tra questi siti e l'acqua potrebbe aver avuto un significato funzionale o religioso.

Cuthills

Questi erano luoghi di riunione nel primo medioevo, soprattutto nel nord della Scozia. Il termine (anche Couthil o Cuthil) si trova come elemento toponimo in oltre sessanta siti e molti sono associati a contee medievali o thanage. Il termine non suggerisce un sito di collina o tumulo, essendo derivato dal termine gaelico "comhdhail", un luogo di riunione. Tali assemblee erano tribunali burlaw non signorili e si occupavano di controversie minori.[6]

Francis Grose

Francis Grose nel 1797 pubblicò le sue "Antichità della Scozia", ​​e dalla data del 1789 delle numerose incisioni questo era a poco più di quarant'anni dall'abolizione di questo aspetto del sistema feudale. Afferma Grose colline mote, o luoghi per l'amministrazione della giustizia pubblica, per distretti considerevoli; e le colline delle corti, sulle quali gli antichi lairds tenevano le loro corti baronali, prima della demolizione del sistema feudale. Questi monti e cortili servono a spiegare l'uso di questi alti monti ancora rimasti nei pressi dei nostri antichi castelli.[7] Continua dicendo:

Nei tempi antichi, i tribunali per l'amministrazione della giustizia erano generalmente tenuti in campo aperto e il giudizio veniva emesso ed eseguito nello stesso luogo; in ogni contea, e quasi in ogni baronia e giurisdizione di considerevole estensione, c'era un posto particolare assegnato a tale scopo; era generalmente una piccola eminenza, naturale o artificiale, vicino alla casa padronale principale ed era chiamata la collina di mote, o in latino, mons placiti. In quel luogo tutti i vassalli della giurisdizione furono obbligati a comparire a volte; e il superiore ha emesso un giudizio in quei casi che rientrano nei poteri a lui affidati dalla legge o dalla consuetudine; nello stesso punto fu eretta anche la forca per l'esecuzione dei delinquenti capitali; quindi questi luoghi comunemente vanno sotto il nome di Gallows Knoll; vicino ai palazzi reali c'era di solito una collina, dove si riunivano tutti i liberi detentori del regno, sia per trattare gli uffici pubblici, sia per rendere omaggio al loro sovrano, che era seduto in cima all'eminenza. Il mote hill a Scoons oggi è universalmente noto. È molto probabile che l'Hurly Heaky (dal nome dello sport di scivolare giù per un pendio su un trogolo o uno slittino; slittino) fosse la collina del castello di Sterling, o forse di una giurisdizione molto più ampia. Nel 1360, una faida mortale che era sopravvissuta a lungo tra i Drummonds e i Menteaths, a quel tempo due delle famiglie più potenti del Perthshire, e che era stata la causa di molte rapine e spargimenti di sangue, fu composta dall'interposizione di Sir Robert Erskine e Sir Hugh Eglington, i due grandi giudici della nazione, nelle vicinanze, se non proprio sul monte. La nostra autorità dice, Super ripam aquae de Forth juxta Strivelyn. Questo modo di distribuire la giustizia sembra essere stato l'abitudine di quasi tutte le nazioni, nei primi giorni del loro stato; e che si trattava solo di dare alle loro procedure giudiziarie una maggiore apparenza di imparzialità e giustizia, essendo portate avanti in pubblico, ma perché non c'erano case abbastanza grandi da contenere il numero che di solito le assistevano. La corte di Areopago, ad Atene, rimase per molti anni all'aria aperta dopo la sua prima istituzione.[8]

Grose registra che l'ultima istanza di condanna del barone Baillie e l'esecuzione di una condanna a morte a Nithsdale fu a Barnside Hill intorno al 1697. Sir Robert Grierson, Bart era il barone interessato e la vittima era un ladro di pecore.[9]

Origini

È noto che in Scozia, Brehons o i giudici amministravano la giustizia da "Court Hills", specialmente negli altopiani, dove erano chiamati a tomemoid (a partire dal Gaelico scozzese tom a 'mhòid) - cioè il Court Hillock. Nei tempi antichi raramente sarebbero esistiti edifici adatti e di solito non c'era altra alternativa che quella di utilizzare un luogo di ritrovo all'aperto. Si dice che i coloni irlandesi portassero con sé la legge di Brehon, l'uso delle colline Moot e la legge di tanistry.[10] Ogni barone aveva una collina discutibile e il chartularies delle case religiose registrano che anche loro usavano colline discutibili per tenere i tribunali.[11]

La parte del Moot Hills nella pratica del diritto deriva dall'introduzione del feudalesimo dal Normanni in Inghilterra o in Scozia dai re scozzesi come David I 1125-1153 che introdusse il feudalesimo e delegò una giurisdizione molto estesa su vaste aree di terra a uomini come Walter the Steward (Renfrew e la metà settentrionale di Kyle) o de Morville (Cunningham) e a loro volta delegarono poteri piuttosto ampi ai propri vassalli . Questi invitati, in gran parte di origine normanna, fiamminga e bretone, in base alla carta feudale, ricevettero importanti concessioni di terra, furono invitati e non vennero conquistatori come era stato il caso in Inghilterra. C'era in alcuni casi uno stretto legame tra il vecchio celtico Thaneages (un affittuario ereditario non militare della corona) e le nuove baronie feudali.

Non ci fu quindi alcun trasferimento all'ingrosso di signori indigeni in Scozia. Nel 1200 tutti i conti a nord di Forth e Clyde erano ancora di discendenza celtica; e ancora nel 1286, otto delle contea scozzesi erano ancora nelle mani di quelli di stirpe nativa. Molti signori indigeni furono concessi o confermati nelle loro terre in forma feudale. Nel giro di poche generazioni, i matrimoni misti regolari e le guerre d'indipendenza avevano rimosso la maggior parte delle differenze tra nativi e venuti, sebbene non quelle tra Highlander e Lowlander.[12]

Le corti di Burgh si tenevano all'aperto, intorno alla croce del mercato, a una pietra eretta, a una collina discutibile o a un albero prominente. Questi tribunali si tenevano tre volte l'anno, dopo il tribunale principale Pasch (Pasqua ebraica o Pasqua), quella successiva Michaelmas, quando furono eletti i magistrati o burgh-reeves, e il terzo dopo Yule o Natale. Tutti i borghesi erano tenuti a partecipare.[13]

Baronie

Un tumulo vicino alla fattoria Greenhill nel vecchio Baronia di Giffen

Una Baronia era un'area di terra, non sempre contigua, concessa dalla Corona a un Affittuario. Le baronie divennero un'unità nell'amministrazione e nella legge, tuttavia la dimensione effettiva era variabile e di volta in volta si fusero o si separarono. Il titolare o il barone avevano il potere di tenere tribunali che si occupavano di cause civili e penali di minore importanza. Alcuni crimini erano riservati alle corti reali, vale a dire omicidio, stupro, rapina con violenza, incendio e tradimento. Per rientrare nella giurisdizione di un tribunale baronale, il reato doveva essere stato commesso all'interno della baronia o riguardare persone o proprietà.[14][15]

In Inghilterra un barone era un titolo nobiliare, questo non era il caso della Scozia. Lui o lei possedeva la loro terra direttamente dal Re o dalla Regina. Dopo il 1700 circa l'enfasi era sull'amministrazione, un buon vicinato e regole economiche e di altro tipo a beneficio di coloro che vivevano nella Baronia. Nel 1747 la giurisdizione penale di una corte baronale era molto limitata. La Baronia era in gran parte una comunità autonoma, tuttavia esisteva un sistema di appelli allo sceriffo e ai tribunali centrali.[14]

Il termine barone in origine significava semplicemente "uomo"; in seguito il termine barone venne a significare che deteneva le terre baroniche immediatamente del re. Infine barone venne a significare colui che deteneva tali terre "del Re" con diritti e doveri di accompagnamento e quindi la parola venne a significare colui che deteneva come 'inquilino in capo' delle terre del re erette dalla Carta 'in libera baronia'. Sir John Skene nel suo glossario dei termini legali scozzesi lo definisce come In questo Realme è chiamato ane Barrone quha haldis le sue terre immediatamente in capo al re e ha il potere di fossa e forca.[16] I baroni di Scozia continuarono ad avere il diritto di sedere nel parlamento scozzese fino al 1594.[17]

Corti baronali

Pietra tombale a un Dempster

Le baronie erano unità sociali e le loro corti una forma di consiglio che consentiva all'area della baronia di funzionare efficacemente come una prima forma di autogoverno. Nel diritto medievale la baronia richiedeva una residenza principale presso la quale il processo legale potesse essere formalmente concluso. Molti granelli di castelli abbandonati continuarono quindi ad essere utilizzati per questo scopo.[18]Il barone e il barone baillie, il suo vice e il consiglio si occupavano di questioni quali: responsabilità per la riparazione di fossati e siepi, valutazione dei danni causati dal bestiame trovato su un altro terreno, sotto thirlage leggi, il mantenimento della corsa del mulino in buono stato e privo di erbacce e la riparazione della diga del mulino. Anche i casi di vicini che usano "un linguaggio irragionevole" e "si chiamano male a vicenda" sono stati portati dinanzi al tribunale. Il tribunale potrebbe anche regolamentare la rotazione delle colture e la concimazione del terreno. Esistevano anche tribunali ecclesiastici, come mostra l'esempio dell'abate di Kilwinning, vicino alla collina della corte Beith.[16][17] Tre volte all'anno il barone aveva anche il diritto di ripulire le sue terre da malfattori e uomini di cattiva reputazione.[19]

Il barone feudale nominò gli ufficiali di una corte baronica. I baroni avevano quindi autorità esecutiva e giudiziaria di diritto pubblico sugli affari pubblici di quella baronia. Gli ufficiali erano:

  • Il Baron-Baillie era il principale funzionario amministrativo; le insegne dell'ufficio di Baillie erano un berretto della giustizia, una veste nera legale e una medaglia d'ufficio su una catena
  • Il barone cancelliere fungeva da segretario amministrativo della Baronia.
  • Il Dempster o Deemster era responsabile dell'esecuzione delle decisioni giudiziarie e ha annunciato il "destino" come è stata chiamata la sentenza.
  • Il barone-sergente mantenne l'ordine, convocò le parti coinvolte e fece eseguire i decreti civili della Corte; Le insegne dell'ufficio del sergente erano un Ellwand bianco da 37 pollici e un corno per convocare la presenza.
  • Il Procuratore Fiscale ha operato come procuratore civile e penale in questioni dinanzi alla Corte Baronale.[20]

Dal Legge 1746 sulle giurisdizioni ereditarie (Scozia) i poteri di vita e di morte furono rimossi dalla corte baronale e la giurisdizione penale fu ridotta in modo molto significativo ma non del tutto abolita. Le giurisdizioni ereditarie delle Regality Courts e delle Sheriff Courts furono abolite e i proprietari ricevettero somme significative a titolo di risarcimento.[16] Si può quindi affermare che la maggior parte delle colline controverse e delle forche cessò di avere un ruolo nel processo giudiziario in quel momento.

Il Abolition of Feudal Tenure etc. (Scotland) Act 2000 rimosso tutti gli aspetti rimanenti del sistema baronale feudale, a parte i titoli baronali stessi. L'intero sistema in base al quale la terra era detenuta da un vassallo in possesso perpetuo da un superiore, fu, in questo giorno stabilito, abolito.[16][17]

Fossa e forca

Una delle due prigioni a fossa Castello di Hailes, Lothian orientale

È stato promulgato al parlamento riunito in Forfar nel 1057 da King Malcolm Canmore che ogni barone dovrebbe erigere a forca (forca) per l'esecuzione di criminali maschi e affondare un pozzo o una fossa, per il annegamento delle femmine.[21] Il termine pozzo e forca ha descritto la giurisdizione di un barone in procedimenti penali; in piena fossa e forca, sake and soke, pedaggio, squadra, e ladro'.[22]

Alcuni storici hanno affermato[23] che una fossa era una prigione o una cella di prigione, non una fossa per annegare i condannati. Altri ritengono che il pozzo fosse il fossa di annegamento per donne.[14] Non è chiaro il motivo per cui gli uomini avrebbero avuto maggiori probabilità di essere impiccati e le donne annegate in una palude, in un fiume, in una fossa o in una "fossa del delitto"; tuttavia, può riguardare idee di decenza. Il nome del luogo 'Montone'non si trova di rado, e un suggerimento è che derivi da' mort-toun-hole ', un altro dei nomi per un pozzo di annegamento.[24][25] A Cumnock nel East Ayrshire, le donne venivano messe in un sacco e la bocca era legata;[26] in altri casi il condannato doveva scendere una scala che poi veniva ritirata. Molte colline discutibili sono vicino a fiumi o zone umide.

Nella legge norrena, il motivo era che gli uomini venivano mandati a Wodan, e le donne sono state date a Corse (una dea del mare) o Hel. Nella tradizione nordica, la fossa e la forca si trovavano a ovest dei luoghi controversi o della sala del principe pronte per l'uso.[27]

Il espressioni binomiali 'furca e fossa'e' pozzo e forca 'si riferiscono a alta giustizia compresa la pena capitale. La furca era un dispositivo di punizione nell'antica Roma e si riferisce alla forca per impiccare gli uomini; la fossa era una fossa per l'annegamento delle donne. Come affermato in precedenza, il diritto ereditario di alta giustizia sopravvisse fino al 1747, quando fu rimosso dai baroni e dai titolari di regalità e sceriffi, dal Legge 1746 sulle giurisdizioni ereditarie (Scozia).[16]

Non è chiaro se la collina controversa fosse anche il luogo effettivo delle esecuzioni; il folklore, la tradizione e l'associazione di nomi di luoghi separati di "forca" con colline discutibili, a conti fatti, suggeriscono che il luogo abituale di esecuzione fosse una "collina della forca" separata. A Gardyne Law (Castello di Gardyne's moot hill), tuttavia, un testimone oculare ha ricordato che il giudizio e l'esecuzione sono avvenuti secondo la stessa legge. Sembra improbabile che in quei giorni superstiziosi le adunanze si tenessero nei luoghi di morte. A Mugdock, le colline separate di moot e gallow sono un buon esempio. Tali forche possono essere state costruite con legname lavorato o a Dule Tree potrebbe essere stato utilizzato.[28] RCAHMS i registri mostrano che ossa umane sono state trovate frequentemente in associazione con siti toponimi "patiboli", ma non in siti "discutibili". Il termine "buco del delitto" potrebbe riferirsi ai siti di annegamento, le ossa sono state trovate vicino ad alcuni di questi.[29]

Lo standard di giustizia

Una storia dell'Ayrshire racconta di come un barone dell'Ayrshire una volta legò un uomo innocente, solo perché il suo visitatore non aveva mai visto un uomo impiccato prima.[28] Si spera che questo sia stato un esempio isolato, tuttavia il sistema ha sofferto di molti difetti dovuti a pregiudizi, mancanza di formazione legale, ecc. Ecc. Come affermato, esisteva un diritto di appello ai tribunali delle Regioni e degli sceriffi.[17] I dettagli degli eccessi a volte scioccanti dei baron bailies possono rendere la lettura dolorosa. Poiché il loro potere era grande e generalmente abusato, molti di loro si sono arricchiti. Avevano molti modi per fare soldi per se stessi, come (1) il darak del bailie, come veniva chiamato, o una giornata di lavoro all'anno da ogni inquilino della tenuta; (2) confische, in quanto generalmente sequestrate su tutti i beni e gli effetti di quelli subiti in modo capitale; (3) tutte le multe per l'uccisione della selvaggina, del pesce nero o del taglio della legna verde venivano imposte da sole e finivano nelle loro tasche. Queste multe ammontavano quasi a ciò che gli piaceva. (4) Un altro vantaggio molto redditizio che avevano era quello che veniva chiamato il cavallo di Herial, che era il miglior cavallo, mucca, bue o altro oggetto che qualsiasi inquilino della tenuta possedeva al momento della sua morte. Questo è stato preso dalla vedova e dai bambini per il bailie, nel momento in cui avevano più bisogno di assistenza. Ciò equivaleva a una grande quantità di entrate extra per il baillie di una grande baronia.[30]

Evocare le persone alla discussione

A volte sarebbe stato necessario convocare le persone a venire alla mote per il giudizio, i proclami, le riunioni, ecc. A volte ciò veniva fatto suonando una campana, che era montata sopra o accanto alla collina discutibile, specialmente quando una data per la riunione era non è stato precedentemente impostato.[31] A Colline verdi vicino a Barrmill a North Ayrshire si dice che sia stato impiegato un metodo diverso, vale a dire quello di innalzare una bandiera sulla pietra del foro; un sito importante vicino alla collina controversa. È probabile che i falò sarebbero stati accesi come segnale, dal fumo durante il giorno o dalla luce di notte. Il nome di un luogo "Falò collina" sopravvive a Stewarton nel East Ayrshire e un "Bonfire knowe" viene registrato a Kilmarnock.[32] Il Tarbolton il moot era ancora usato per accendere falò almeno fino al XIX secolo e il nome Shinny Hill evoca i tradizionali falò; uno "Shinicle" è un falò di Halloween.

Legami con la terra

Il significato dei legami diretti con la terra è dimostrato dalla presenza sul suolo di "casa" al Moot di Scone, dall'uso del suolo di ciascuna parrocchia nella costruzione della collina di Tynwald e dalla scoperta del suolo da diversi luoghi distanti al centro di Silbury Hill.[33] Questa pratica può collegarsi alle credenze che si celano dietro le cerimonie del petrosomatoglifo impronte su Dunadd e in altri siti.

Nel XV secolo il Tinwald Mote vicino Dumfries era ancora il capo legale del baronia, dove sasine (possesso) è stato dato dalla cerimonia di consegna al beneficiario, davanti ai testimoni, una manciata di terra e pietra dal capo messuage chiamato Mote vicino alla chiesa di Tynwald.[34] Nel diritto medievale la baronia richiedeva una residenza principale presso la quale il processo legale poteva essere ufficialmente concluso, il che spiega perché molti di questi motivi come quello a Ellon sono stati mantenuti, qui dai conti di Buchan, quando poco altro rimaneva dei loro beni nel distretto. La pagliuzza portava ancora la dignità della contea.[35]

Il sasine è l'atto giuridico del registro della proprietà fondiaria, pronunciato sayseen. Nel contesto del significato dell'aspetto fisico del suolo e della pietra, l'atto di conferire sasine era originariamente (ad esempio nel 1615[36]) effettuata mediante la consegna di una ciotola piena di terra del terreno e / o di una pietra della casa da parte del proprietario o venditore al suo erede o acquirente, che sarebbe stato poi sequestrato del terreno o della casa.[37] Allo stesso modo la rendita fondiaria pagabile era simboleggiata dal passaggio di una ciotola d'erba e la decima come una ciotola piena di grano.[36][38] L'atto di omaggio per aver tenuto un feudo comportava anche l'atto di investitura. emanata dalla consegna di un tappeto erboso o una manciata di terra all'individuo a cui era stata concessa la terra.[39]

La fine delle colline discutibili

La vecchia collina del giudizio a Riccarton, ora sormontata da una chiesa.
Il targa storica per la vecchia collina del giudizio a Riccarton.

In Scozia il feudalesimo e i suoi legami di fedeltà al laird locale erano associati al Insurrezioni giacobite con il risultato che il Hannover Il governo ha preso provvedimenti per minare il sistema. Dopo il 1747 la collina controversa non fu utilizzata come parte del processo della corte baronale e anche il requisito di un luogo di raccolta per i soldati era un ricordo del passato. La costruzione di Sale controverse ha eliminato la necessità di incontrarsi all'aperto. Le colline discutibili hanno gradualmente cessato di avere un ruolo significativo e molte hanno subito l'ignomia finale di essere state arate e la loro esistenza quasi o addirittura dimenticata. I toponimi e il folclore locale hanno conservato la memoria di pochi, tuttavia i documenti suggeriscono che la maggior parte sia stata distrutta. Alcune colline discutibili si sono concluse con improbabili usi secondari, come Knockenlaw, che è stato utilizzato come 'muro esplosivo' per un caricatore di polvere da sparo e Chapel Hill che è stato utilizzato come punto di osservazione per guardare le corse di cavalli.

Alcuni, in particolare il Tynwald Hill nel Isola di Man, continuano ad avere una funzione nel 21 ° secolo. Alcuni sono stati costruiti e hanno assunto un nuovo ruolo, come la collina controversa Riccarton vicino Kilmarnock, su cui nel 1823 fu costruita una kirk (chiesa).

Individuazione di vecchie colline discutibili

Molte terre baronali furono fuse con altre baronie una volta o l'altra e quindi alcune delle colline moot associate avrebbero cessato di avere un ruolo ben prima della fine delle corti baronali nel 1747. Le colline discutibili in questa categoria potrebbero essere rimaste come caratteristiche di il paesaggio, ma spesso senza che vengano registrate tradizioni locali ad esso relative. I nomi dei luoghi sono una guida, soprattutto se sono sopravvissute anche le tradizioni locali. I documenti scritti spesso sopravvivono, come nel 1346 a William Baillie, il Baillie di Lambistoun o Lambimtoun, volgarmente chiamato Lamington è elencato da Dalrymple[40] tra i prigionieri presi dagli inglesi al Battaglia di Durham avvenuta il 17 ottobre di quell'anno. Era in compagnia di Thomas Boyd di Kilmarnock e Andrew Campbell di Loudoun. Questo aiuta a confermare quel giorno moderno Lambroughton era una baronia. La pre-riforma e altre vecchie lapidi spesso registravano l'occupazione dell'individuo, specialmente se avevano ricoperto ruoli importanti come barone baillie.

Un elenco di colline discutibili, colline di forca, buchi per omicidi, baronie associate e altri dettagli

Le registrazioni di questi siti sono state spesso perse e quindi la baronia e altre associazioni sono state fatte solo dove le prove sono credibili, supportate da documenti scritti, nomi di luoghi o da folklore orale.

Scozia

Aberdeenshire

Angus

Argyll e Bute

  • Tom a 'Mhòid o il Collina della Corte (NS2587). Shandon. Il castello di Faslane fu il primo caput o base del mormaers di Lennox. Un antico dun vicino a Tom a 'Mhòid, potrebbe essere stato un precedente seggio del potere. Il gaelico scozzese "Sean Dùn", "Old Dun" avrebbe potuto essere anglicizzato come "Shandon". La collina avrebbe potuto essere la collina della forca o la collina dove si riuniva la corte del mormaer.[46]

Ayrshire (est)

  • Bowie's MuntKilmaurs, Ayrshire orientale. Un grande tumulo boscoso alla periferia del villaggio, circondato da un fossato circolare e da una riva. Le fattorie vicine sono conosciute sono Knocklandside e Knocklandhill. 55 ° 22′54 ″ N 4 ° 19′24 ″ O / 55.3818 ° N 4.3234 ° O / 55.3818; -4.3234 (Bowie's Munt)
  • Castle Lowrie - Baronia di Loudoun, Darvel. Registrato come una collina naturale, un punto d'incontro sul Glen Water, vicino a Bankhead Farm.[47]
  • Chapel Hill, Chapeltoun, Stewarton. 20 piedi (6 m) di altezza sul lato basso e 7 piedi (2,1 m) sul lato alto. Una parte superiore piatta, 22 passi di diametro.[48] Un probabile Moot Hill in quanto non è chiaro dove si trovava la cappella. Conosciuto anche come il cimitero del monaco e il berretto del fantino, poiché veniva utilizzato come piattaforma panoramica per assistere alle corse di cavalli durante i periodi dei festival. A Moot Hill of Chapelton è registrato nel Register of the Great Seal of Scotland come specificamente escluso da King James da una concessione di terre tra cui Lainshaw, Robertland e Gallowberry ad Alexander Hume nel XV secolo.[49]55 ° 23′43 ″ N 4 ° 19′23 ″ O / 55.3953 ° N 4.32319 ° O / 55.3953; -4.32319 (Chapel Hill)
  • Court Hill, a breve distanza a sud di Castello di Aiket. Famiglia Cunninghame. Dunlop la zona.[50] Il nome si applica alle vestigia di una piccola collina, che sembra essere stata molto più alta un tempo. Si trova nell'angolo di un piccolo campo vicino alla casa chiamata Aiket Mill. Gli informatori locali hanno affermato che questo era il luogo in cui venivano pagate le quote dovute al proprietario del castello di Aiket (NS34NE 1).[29]
  • Craighead Lea o Law Hill, vicino Lugton. Si dice che questo fosse un luogo di prova e aveva una disposizione di massi sulla sua sommità fino a quando un contadino non li spostò per aiutare l'aratura della zona.[29][50]
  • Craigie Moot - Smith registra che esisteva una collina discutibile vicino al villaggio di Craigie.[28]
La Judge's Hill vicino a Galston, appena visibile attraverso i boschi.
  • Cumnock Moot Hill si trovava su una penisola di terra che giace in un'ansa del Fiume Lugar sopra il Bank Viaduct sulla vecchia linea G & SWR fino a Carlisle. La collina del patibolo si trovava nelle vicinanze della Tomba dei Martiri, che ora è un cimitero. Cumnock sembra che le donne fossero messe in un sacco che era legato alla bocca e poi messe in una delle pozze profonde nel Lugar. Nessuna tradizione di un pozzo di annegamento sulla terraferma è sopravvissuta.[26]
  • Dalmellington Moat Hill (NS 482058). DalmellingtonIl tumulo è di 154 passi di circonferenza alla base, circondato da un fossato, largo 9 piedi (3 m) nella parte inferiore e profondo 4 piedi (1 m). Misurato dal fondo di questo fossato, il tumulo è alto 28 piedi (9 m); la parte superiore ha un diametro di 22 passi, i lati sono molto ripidi. Al tempo di Smith (1890) fu montata una scala di legno in cima.[29] Annota che un tempo potrebbe essere stato un forte, oltre ad essere stato utilizzato come collina discutibile in seguito. Nelle vicinanze c'è un Gillies Knowe, forse una corruzione di Gallows Knowe.[51] 55 ° 19′22 ″ N 4 ° 23′38 ″ O / 55.3228 ° N 4.394 ° O / 55.3228; -4.394 (Dalmellington Moat Hill)
  • Collina verde (NS 401 391), Knockentiber. La base ha un diametro di 140 passi; è alto 15 piedi e 6 pollici (4,72 m) e misura 25 punti sulla parte superiore circolare.[52] 55 ° 37′09 ″ N 4 ° 32′27 ″ O / 55.6191 ° N 4.5407 ° O / 55.6191; -4.5407 (Collina verde)
  • Highlangside Moot hill - Smith registra che qui nel Craigie quartiere.[28]
Una mappa del sito di Judge's Hill.
  • Judge's Hill (NS 519 386) - Baronia di Loudoun. Mostrato sulle vecchie mappe del sistema operativo con questo nome. Un possibile uomo ha creato 'Moot Hill' vicino al vecchio castello di Loudoun, a volte chiamato Arclowdun, in piedi sulla Hag Burn. Judge's Hill si trova vicino a Hag o Bowhill Burn. Questa potrebbe essere la collina della giustizia per i Campbell's of Earl's of Loudoun. A Gallows Hill si trova vicino al corso superiore del Burn Anne sopra Shinny Hill. Ulteriori prove sono suggerite dal nome "Muttonhole Strip" che si trova nelle vicinanze e potrebbe derivare da "Mort-toun-hole", il luogo in cui le donne erano annegate quando condannate da un tribunale baronico.[24]55 ° 37′05 ″ N 4 ° 21′08 ″ O / 55.61813 ° N 4.35233 ° O / 55.61813; -4.35233 (Judge's Hill)
  • Sede del giudizio (NS 463 324), nei boschi della tenuta Carnell, Fiveways. Si affaccia sull'acqua Cessnock. È vicino alla vecchia torre di Cairnhill, ora Carnell. Il vicino Dollar Hill Mound (Collina del dolore) potrebbe essere stata la Gallows Hill associata al Judgment Seat.[29][53][54] 55 ° 33′40 ″ N 4 ° 26′19 ″ O / 55.561 ° N 4.4386 ° O / 55.561; -4.4386 (Sede del giudizio)
  • Sede del giudizio nel Riccarton vicino Kilmarnock. Una Kirk (chiesa), costruita nel 1823, si trova ora sul vecchio tumulo della giustizia.[55][56] 55 ° 35′43 ″ N 4 ° 29′47 ″ O / 55.5952 ° N 4.4964 ° O / 55.5952; -4.4964 (Sede del giudizio)
  • Justice Hill o Collina di Giuda con vista sull'acqua Craufurdland. Vicino al castello di Dean, Kilmarnock. Il Boyds, Signori di Kilmarnock, avevano questa collina discutibile e la loro forca era a Gallows-Knowe che si trovava in Wellington Street, Kilmarnock. Si dice anche che sia il luogo di sepoltura degli uomini uccisi in battaglia.[57][58]
  • Knockenlaw (NS 425 396), Baronia di Roberton, Kilmarnock.[52] Un ultimo uso tradizionale del tumulo era nella tenuta di una "corte" a Knockenlaw dal conte di Glencairn quando stava tentando di rivendicare la signoria di Kilmarnock dai Boyd. Alla fine i sostenitori del Boyd's si presentarono in forze e il conte dovette abbandonare il suo tentativo. Una polveriera è stata successivamente costruita nel tumulo, di cui ora rimane poco (2007). 55 ° 37′28 ″ N 4 ° 30′10 ″ O / 55.6244 ° N 4.5029 ° O / 55.6244; -4.5029 (Knockenlaw)
  • Knockmarloch nel Craigie quartiere. Smith registra che qui esisteva una collina discutibile.[28]
  • Law Mount (NS 411 447), Baronia di Lambroughton e / o Lainshaw di Stewarton. È anche conosciuto come Moat Hill[59] o un Moot Hill[48] con vista su Lainshaw House e sopra Castleton (precedentemente Over o High Castleton). Si tratta di un tumulo artificiale che si pensava avesse un cortile e quindi una motte di castello, da cui il nome delle masserie. Linge[60] è del parere che il presunto cortile, chiaramente visibile dalla strada in condizioni di luce adeguate, sia una caratteristica geografica naturale. Il tumulo ha un diametro di 19 m (62 piedi) e un'altezza di 3,5 m (11,5 piedi). Nella parte superiore il suo diametro è di 12 m (39 piedi) e visto dalle immagini satellitari è chiaramente troppo piccolo per essere stato un motte. L'uso secondario del tumulo e si adatta ai suoi nomi locali più recenti, è che era il sito della Justice Hill dove i proclami del Castello di Lainshaw o forse furono emesse le sentenze della Lambroughton Baronial Court. 55 ° 40′11 ″ N 4 ° 31′41 ″ O / 55.6697 ° N 4.5281 ° O / 55.6697; -4.5281 (Law Mount)
  • Castello principale, Baronia di Loudoun, Darvel. Registrato come una collina artificiale, un punto d'incontro in una curva del Avon Water, dove venivano emanate leggi tribali e si tenevano corti di giustizia all'aperto.[37]
  • Mote, ora fattoria Carmelbank, Crosshouse. Carmel Bank La casa era precedentemente nota come 'Mot' o 'Mote' House ed era il sito di una Moot Hill, forse per la baronia di Thorntoun.[61]
  • Shinny Hill (NS 525 367). Galston. Una collina suggestiva con un tumulo vicino e la legge di Gallow che la sovrasta. Il nome scozzese "Shinicle" si riferisce a un file Halloween falò, ma nessuna tradizione locale sembra registrare questa attività.[62] Il pozzo di Sant'Anna e il Burn Anne si trovano nelle vicinanze. 55 ° 36′05 ″ N 4 ° 20′34 ″ O / 55.6015 ° N 4.3427 ° O / 55.6015; -4.3427 (Shinny Hill)
  • Tinkers Hill. Riccarton, Ayrshire. Un tumulo boscoso ai margini di Riccarton Moss che un tempo era la collina controversa della Baronia di Haining-Ross.
  • Castello di Polkelly (NS 4568 4524). The Gallow's Hill of Castello di Polkelly è stato identificato da un pino solitario e si dice che re Giacomo V abbia amministrato la giustizia qui con l'impiccagione di 17 uomini.[63]

Ayrshire (nord)

  • Blair Court Hill (NS305481), Dalry. La collina si affaccia sul Bombo Burn e si trova vicino al sito dell'originale Blair Castle ora rappresentato da Blair House e si trovava all'interno dell'antica Baronia di Blair.
  • Castle Knowe (NS20365081), North Kilruskin, West Kilbride.[64]
  • Court Hill (NS 292 495), Dalry. Baronia di Ardrossan.[65][66] Un tumulo e una collina controversa. Precedentemente aveva una circonferenza di 290 piedi (88 m), un'altezza di 20 piedi (6 m) e il diametro della sommità piatta era di 12 m (38 piedi). Ricoperta di rifiuti di fossa e poi scavata e i risultati pubblicati. Aveva un castello di legno sulla sua sommità ad un certo punto della sua storia. Si dice che la pietra di una forca si trovasse a breve distanza a est della collina.[67]
  • Court Hill, vicino a Hill of Beith nella Baronia di Beith. Dobie afferma che l'abate di Kilwinning lo usò per amministrare la giustizia ai suoi vassalli e inquilini. It is a sub-oval, flat-topped mound, measuring 15.0 by 14.5 metres (49.2 by 47.6 ft) over all, 10.0 by 8.0 metres (32.8 by 26.2 ft) across the top, and 2.0 m (6.6 ft) high, situated at the foot of a small valley. A number of large stones are visible in the sides of the mound. It is turf-covered, and probably situated on a low outcrop, it is mostly an artificial work. It pre-dates the channelling of the burn which detours around it, the mound was probably isolated in this once marshy outflow of the former Boghall Loch (see NS35SE 14).[29] It does not seem to lie in the area identified by Smith.[68]
  • Giffordland, Dalry. The small Barony of Giffordland was held by the Giffords and later the Craufurd, Blair and Morris families.(Map reference: NS 2662 4893)
  • Glen Mount, West Kilbride.
  • Collina verde, Largs. Known at one time as Moot Hill because it may have been used as a court or law area moot by local lairds during the Medieval times.[69]
A likely semi-natural moot hill in the Giffordland Glen
  • Green hill, Baronia di Giffen, Barrmill. The moot hill stood near to Greenhill farm.[70] This artificial mound was the site where proclamations of the Giffen Castle Baronial Court's judgements were made. No sign of the Moot hill seems to survive, however a bridge near to Greenhill is marked as 'Tappethillock', meaning a flat-topped hillock, which may refer to it.55°43′26″N 4°35′22″W / 55.723887°N 4.589461°W / 55.723887; -4.589461 (Collina verde)
  • Hutt Knowe or Hut Knol (NS 375 441), Bonshaw, Barony of Bollingshaw. 'Huit' in Scots is a heap or stack.[62] It also known as Bonshaw or Bollingshaw Mound, 17 m (56 ft) in diameter and 2.7 m (8.9 ft) high, variously described as a mounded corn-kiln or lime kiln.[60] Corn-drying kilns were often built into sloping ground or existing mounds.[71] It is said to have large integral basal stones and was described in 1890[72] as having culverts or 'penns' in its sides, although these are not visible today. This mound has been excavated on several occasions without enough evidence being uncovered to determine its purpose. It lies close to the Glazert; Stacklawhill is nearby. A limekiln and a rarely mentioned ghiacciaia are also present on the site and this seems to have resulted in some confusion arising over the description of Hutt Knowe. Satellite imagery clearly shows that the mound stands on a raised irregularly shaped platform.[73]55 ° 23′42 ″ N 4 ° 19′59 ″ O / 55.3949°N 4.333°W / 55.3949; -4.333 (Hutt Knowe)
  • Irvine Moor had a possible moot hill with a gallows hill nearby. It was 20 paces in diameter, 2 feet 6 inches (0.76 m) high on one side and 13 feet 8 inches (4.17 m) on the other. Gallows muir is one name given to the site on the older maps of the area.[29][74]
  • Knockrivoch (NS 253 451), Saltcoats.
  • Legge, Auchenmade. This moot hill lay half a mile to the east of Pencote Hill, near Auchenmade & had been ploughed out by 1895.[29][75]
  • Law hillSymington. Barony of Symington. This moot lay at the bottom of the village and was completely levelled as part of improvements, by a Mr. Boyd in around 1860. Iron arrowheads and combs of horn were found during the demolition.[76]
  • Law Mound, twelve paces in diameter, at Threepwood near Barcraigs Reservoir.[50]
  • Lawthorn Mount (NS 346 407), Perceton. Lawthorn was also a cairn or barrow. It is 21 paces in diameter at the base, and 14 feet (4 m) in diameter on the top, the height being 9 feet 8 inches (2.95 m) It is said by oral tradition to have been a Justice hill. Stanecastle castle is nearby.[77]
  • Mound Wood near Kennox House and moss. An oval mound with drystone walling around it. Gallowayford is situated nearby on the Glazert Water.[29] 55°24′13″N 4 ° 20′42 ″ O / 55.4037°N 4.3450°W / 55.4037; -4.3450 (Mound Wood)
  • Montare (NS 202 585), Largs. Situated near the old church of Largs. Said by some to be the moot hill for Largs, but others see it as a burial mound for Norwegians (Norse).[11]
  • Stacklawhill near Bonshaw. Barony of Bollingshaw. Stewarton. A moot or gallows hill-like wooded mound (Dule Tree) set on high ground above the Hutt Knowe mound at Bonshaw. Hutt means heap or stack, so this may be the gallow hill of the stack law, i.e. Hutt Knowe Moot. The Glazert Water runs nearby.[48] 55°23′35″N 4°21′07″W / 55.3931°N 4.3520°W / 55.3931; -4.3520 (Stacklawhill)

Ayrshire (South)

  • Law Hill – The Fullartons of Fullarton house, Troon, dispensed justice at the Law Hill which was close to their mansion. Farming activity reduced the moot hill and almost levelled it, so that a Pilastro was erected there to mark the spot. This pillar was later removed and rebuilt with embellishments at the back gate of Monklands on the Isle O'Pins Road.[78]
  • Barons Stone – Parish of Girvan. A Castello di Killochan this stone, an erratic, once formed part of a cliff, 2,000 feet (610 m) over its present site, far away among the hills of Loch Doon. In historical times, it formed the "Hill of Justice" of the barons of Killochan, where they mustered their men, planned their raids, shared their booty, and hanged troublesome prisoners.[79][80]
  • Court Knowe, Ballantrae. (NX 121 836 55 ° 06′40 ″ N 4 ° 56′51 ″ O / 55.1111°N 4.9474°W / 55.1111; -4.9474 (Court Knowe))
  • Hall of Auchincross or Court Hill (NS 5834 1407). Parrocchia: Nuovo Cumnock. A court knowe near the Hall of Auchincross, on which criminals are said to have been tried by the laird of Auchincross. A low, rounded knoll, roughly 30 by 20 m (98 by 66 ft), under pasture. The farmer at Hall of Auchincross stated that its profile was once sharper but that it has been reduced in recent years through land improvement.[29] 55°24′00″N 4 ° 14′19 ″ O / 55.4001°N 4.2385°W / 55.4001; -4.2385 (Hall of Auchincross)
  • Hill of Justice (NX 185 980), see Knockushion, Girvan.55 ° 14′34 ″ N 4 ° 51′23 ″ O / 55.2427°N 4.8565°W / 55.2427; -4.8565 (Hill of Justice)
    The Hutt Knowe as drawn by Smith[48] nel 1895
  • Knockushion (NX 1850 9807). Also 'Knockcushan', this Knoll or Hill of Justice in Girvan was a Law or Court Hill.[81] The existence of the mound is now marked by a modern pillar bearing the following inscription:-"Knockushion" (Hill of Justice) – From time immemorial the seat of the head – courts of the ancient jurisdiction of Carrick. King Robert the Bruce, Earl of Carrick, held court here and granted charter to the Friars of Ayre". The rest of the inscription is weathered away. No mound is visible at the site.[29] 55 ° 14′36 ″ N 4 ° 51′23 ″ O / 55.2433°N 4.8565°W / 55.2433; -4.8565 (Knockushion) Girvan's Torre tozza's name comes from the Gaelic "Olladh Stiom Paidh" and relates to the phrase "Great Circle of Justice" which is a similar meaning to Knockcushan Street, upon which the tower sits.
  • Lawhill. Parish of Cumnock. In the seventeenth century, a piece of land in the Skerrington property was in at least one instance called Lawhill,[82] though the same piece of land was elsewhere called Lonehill,[83] Clocklounie,[84] Clochlouie,[85] and Clockloie.[86]
  • Moat of Alloway. The Magistrates of Ayr appear from the records of the town to have frequently held Courts of Justice for the trial of petty cases, according to their charter, on its summit.[87]
  • Mootehill. Parish of Cumnock. A half-merkland of the two merklands of Horsecleuch in the parish of Cumnock (now Old Cumnock) was as late as the seventeenth century named Mootehill,[88] earlier Mwthill.[89]
  • Mote-hill. Helenton, near Symington. Barony of Helenton. Some ruins were present on its summit.[76]
  • Tarbolton Mote, Hoodshill or Torbol (NS 4323 2734). Parish of Tarbolton. A fairly substantial mound on a natural prominence on the outskirts of the village. It is classified as a motte and bailey. The artificial mound is 10 feet (3 m) high, 25 yards (23 m) wide at the base and was the Court Hill of the Barony of Tarbolton.[90] It was formerly called the Mote, but now is more frequently named Hoodshill, from a schoolmaster called Hood, whose pupils played on it. It is the only common attached to the village of Tarbolton, and a bonfire was lit on it annually on the night preceding the June Fair up until at least the 1860s.[29] A Gallow Hill is situated nearby overlooking what was the old Coilsfield estate. Paterson records that the moot hill bonfire was built from fuel collected from every house and then placed on a circular altar or fireplace of turf. He states that Tarbolton translates as the town at the Hill where Baal was worshipped.[91] The hall built on this mount was the chief messuage of the Barony, where seisin was invested.[87]55 ° 30′53 ″ N 4 ° 29′04 "O / 55.5146°N 4.4844°W / 55.5146; -4.4844 (Tarbolton Mote)
Some Ayrshire moot hills

frontiere

  • Court Hill is marked on the OS map, lying close to Dawyck House near Stobo village.

Carrick

Smith states that there were no moot hills in Carrick.[92]

Dumfries e Galloway

The Monreith Cross with signs of the attachment of the old judicial jougs.

East Dunbartonshire

  • Mugdock Moot Hill – Prior to the early 18th century, the Moot Hill was an island on Mugdock Loch. The loch was drained between 1710 and 1714 to claim land and construct avenues for the newly developing Craigend Estate. Gallowhill is nearby. Before 1747 prisoners of Mugdock Castle's barony jail were rowed out to Moot Island for the trial, en route to the gallows at Gallowhill if they were convicted. Gallowhill is located close to the Visitor Centre. In the SW trench the rock fell away quickly into deep peat deposits. A drystone revetment ran alongside the edge of the mound, which had been interpreted as a landing place or quay. Excavation and survey revealed that this was a stock-proof dyke, probably of 19th-century date.[29] The island was renamed Moot Hill when the loch was drained and became a feature for residents and visitors to Craigend House as it was, and still is, situated close to the main avenue. Excavation work at Moot Hill carried out by Università di Glasgow in 2003 confirmed that Moot Hill is made of solid rock and has deposits of dark coloured peat covering it.

Fife

  • Moat Hill – Cupar. The Burgh Survey states that, through the years, it has been known as Moot Hill, Mote Hill, Cam Hill and Mons Placiti. Sibbald noted in the 18th century that the word cam'’ in Gaelic meant crooked and was very descriptive of the long, winding ridge of which Castle Hill formed a part. The Reporter in the Statistical Account of the Burgh suggested that it should have been styled Mote Hill as it was probably the place where the Justiciar of Fife had his courts and published his enactments.[94]
  • Dalginch, Markinch. A mound at Northhall, Markinch is now believed to be the site of Dalginch menzionato nel Regiam Majestatem[95] as the capital place of Fife where judgements were enacted. It was once a mound in the crook of the Markinch Burn and is now a cemetery. The name was transferred to the wider barony and subsequently to a 19th-century farmhouse about a kilometre to the east.[96]The judicial function of the location appears to have been assumed by Cupar during the 13th century.

Glasgow

Highland

Inverclyde

Moray

Perth e Kinross

  • Court Hill (NO ), Parish of Auchtergaven. An earthen mound 40 ft (12 m) high, evidently artificial and traditionally the site of judicial courts held prior to 1745.56 ° 28′48 ″ N 3°29′59″W / 56.4801°N 3.4997°W / 56.4801; -3.4997 (Court Hill)
  • Gallow's Hill above Milling Farm on the western shore of the Lake of Menteith. This bold knoll is supposed to have been the site of execution of the Conti di Menteith. The last execution is said to have been of a young man; an unjust accusation having been levelled against him by the Earl of having stolen a horse.[99]56 ° 10′N 4 ° 17′O / 56.167°N 4.283°W / 56.167; -4.283 (Lake of Menteith)
  • Loak Court Hill (NO ). Parish of Auchergaven. A Barrow. An earthen mound 40 ft (12 m) high, evidently artificial and traditionally the site of judicial courts held prior to 1745.56 ° 28′48 ″ N 3°29′59″W / 56.4801°N 3.4997°W / 56.4801; -3.4997 (Loak Court Hill)
  • Lonforgan or Hund Hill – Sir Patrick Gray as lord of the Barony of Longforgan held a baronial court here in 1385. The officials present were the same as those at of the sovereign's courts.[100]
  • Moot Hill, Struan. The assembly mound measures approx. 20-foot (6.1 m) high and is approx. 75 ft (23 m) in diameter across the base and 55 ft (17 m) across the top. It is generally held to be an early stronghold of the Chiefs of Clan Donnachaidh. A number of factors that suggest that it may be a moot.[5]
  • Mote-hill o Torran Mhoid in gaelico scozzese. Balliemore, near Castle Roy. The title of Laird of Abernethy went with the possession of the moot hill and a story is told of one Earl of Moray who feued out all the other lands of Abernethy, but would not part with the moot hill, even if the top was covered with golden guineas. Another story tells of a Baron Baillie of Balliemore who took earth from the local churchyard and spread it onto his fields. He was persuaded to stop but later died from apoplessia while on the moot hill, because although he had stopped stealing the earth, he was still stealing it in his heart and God had punished him accordingly. C'era un piscina per annegamento here where witches and female criminals were drowned.[101][102]
  • Prior's Meadow Mound at Port of Menteith. This small earth mound is supposed to have been formed from consecrated earth brought over from Ireland. This tradition may be linked to Colmaig, the old Irish saint and bishop who gave his name to Inchmahome isola.[103] This may have been the 'Hill of Justice' of the abbot who possessed baronial feudal rights.56 ° 10′N 4 ° 17′O / 56.167°N 4.283°W / 56.167; -4.283 (Lake of Menteith)
  • Scone Moot Hill. The mons placiti or Scone mote hill is the inauguration site of the Scottish Kings. It is also called 'Boot Hill', possibly from an ancient tradition whereby emissaries swore fealty to their king by wearing the earth of their own lands in their foot-bindings or boots.[104]
Il Scone "Moot hill" and its chapel today.

East Renfrewshire

Castle Hill at Eaglesham
  • Castle Hill, Eaglesham. Also known as the 'Deil's Planting'. A candidate to be the Moot Hill of the Barony of Eaglesham; a Gallowshill is located nearby. The Montgomerie family built Polnoon Castle and held the barony for several hundred years.
Courtshaw Wood and hill.

Renfrewshire

Ross e Cromarty

  • Hill of Strife, Ullinish, Isola di Skye. Samuel Johnson was informed that this hill near Ulinish House was where justice used to be administered.[105]

Stirling

  • Court Hill, Duntreath, Strathblane. What used to be known as "the Court Hill", now Park Hill, rises on the east side of the Blane Valley. The top has been levelled, possibly for a fort, or a "mons placiti" or Moot Hill where courts of justice were held. The feudal privileges attached to Duntreath, indicate its importance.

Inghilterra

Buckinghamshire

Cumbria

  • Carlisle Moothill. Patrick Fraser Tytler'S Storia della Scozia, iv. 413, records that Lord Wharton, after his repulse in a raid up Nithsdale in 1547 held a Court at the Moothill beside Carlisle, and condemned ten of the Scottish "pledges" to be hanged.[45]

Northumberland

Nottinghamshire

Wiltshire

Yorkshire

Isola di Man

Guarda anche

Riferimenti

  1. ^ Mons Placiti.[collegamento morto permanente]
  2. ^ Geografia
  3. ^ Love, Dane (2009). Leggendario Ayrshire. Custom: Folklore: Tradition. Auchinleck: Carn Publishing. ISBN 978-0-9518128-6-0. pagg. 91–100
  4. ^ Strawhorn, John (1994). The History of Irvine. Edimburgo: John Donald. ISBN 0-85976-140-1. p. 31.
  5. ^ un b Struan
  6. ^ Baronie e Regalità. Accessed: 2009/12/03
  7. ^ Grose, Francis (1797). The Antiquities of Scotland. High Holborn: Hooper and Wigstead. p. iv.
  8. ^ Grose, Francis (1797). The Antiquities of Scotland. High Holborn: Hooper and Wigstead. p. iv – v.
  9. ^ un b Grose, Francis (1797). The Antiquities of Scotland. High Holborn: Hooper and Wigstead. p. 154.
  10. ^ Una guida per i ricercatori alla terminologia di storia locale
  11. ^ un b Dobie, James (1876) Cuninghame topographised by Timothy Pont. Pub. John Tweed, Glasgow. p. 35.
  12. ^ Feudalesimo
  13. ^ Knight, James (1931). Glasgow and Strathclyde. Londra: Thomas Nelson & Sons. p. 87.
  14. ^ un b c "The Guardians of Clan Donald". Archiviato da l'originale il 6 agosto 2007. Recuperato 4 ottobre 2007.
  15. ^ Donaldson, Gordon, et al. (1988) La storia della Scozia. Sunday Mail. p. 99.
  16. ^ un b c d e "The Scottish Genealogist". Archiviato da l'originale il 2 luglio 2007. Recuperato 4 ottobre 2007.
  17. ^ un b c d Barons and baronies. Archiviato 12 settembre 2007 presso il Wayback Machine
  18. ^ Mackenzie, W. Mackay (1927). Il castello medievale in Scozia. Pub. Methuen & Co. Ltd. p. 30.
  19. ^ Baronys and Regalities
  20. ^ The Convention of the Barons of Scotland
  21. ^ Treno, Joseph (1844). Il Dule Tree di Cassillis. La corona dell'Ayrshire MDCCCXLIV. Kilmarnock: R. Crawford & Son. Page 40
  22. ^ Baronie e Regalità. Accesso: 2009/12/02
  23. ^ Mackenzie, W. Mackay (1927). Il castello medievale in Scozia. Pub. Methuen & Co. Ltd., Londra.
  24. ^ un b The History of Fettercairn
  25. ^ Cameron, Archibald Cowie (1899). The History of Fettercairn. J. and R. Parlane. p. 142. "Gallowhills," and the women by drowning in the Mort-toun-holes, or "Muttonholes" as these are now called.
  26. ^ un b Warrick, Revd John (1899). La storia della vecchia Cumnock. 1992 Reprint. Cumnock: Carn Publishing. p. 44
  27. ^ "The Northvegr Foundation". Archiviato da l'originale on 20 January 2004. Recuperato 4 ottobre 2007.
  28. ^ un b c d e Smith, John (1895). L'uomo preistorico nell'Ayrshire. Pub. Elliot Stock. p. 128.
  29. ^ un b c d e f g h io j K l m n o p q r S t u Sito archeologico RCAHMS Canmore
  30. ^ Ai tempi del barone Bailies
  31. ^ Smith, John (1895). L'uomo preistorico nell'Ayrshire. Pub. Elliot Stock. p. 122.
  32. ^ Love, Dane (2009). Leggendario Ayrshire. Custom: Folklore: Tradition. Auchinleck: Carn Publishing. ISBN 978-0-9518128-6-0. p. 96
  33. ^ de Bruxelles, Simon. "Last chance to solve the puzzle of ancient hill." I tempi. 25 ottobre 2007. p. 37.
  34. ^ Mackenzie, W. Mackay (1927). Il castello medievale in Scozia. Pub. Methuen & Co. Ltd. p. 17.
  35. ^ Mackenzie, W. Mackay (1927). Il castello medievale in Scozia. Pub. Londra: Methuen & Co. Ltd. p. 30.
  36. ^ un b Protocol Book of Robert Broun. Arco. & Hist. Coll. relating to Ayrshire & Galloway. Vol. VII. 1894. p. 147.
  37. ^ un b McLeod, Alex. G. (Edit), The Book of Old Darvel. Pub. Darvel: Walker & Connell. p. 56.
  38. ^ McLeod, Alex. G. (Editore), Il libro di Old Darvel e alcuni dei suoi famosi figli. Pub. Darvel: Walker & Connell.
  39. ^ Mackay, James (1996), William Wallace: Brave Heart. Pub. Edinburgh & London: Mainstream. ISBN 1-85158-823-X. p. 25.
  40. ^ Dalrymple, Sir David (1776). Annali di Scozia. Pub. J. Murray. Londra. Vol. II. p. 327.
  41. ^ banff and MacDuff
  42. ^ Scottish History Website
  43. ^ Ellon Archiviato 24 gennaio 2007 presso il Wayback Machine
  44. ^ Fenton, William (1939–1940). A Short Cist recently exposed in the Gallows Knowe, Lintrathten, Angus. Proc Soc Antiq Scot. Vol. LXXIV – Vol.II. pagg. 135–136.
  45. ^ un b Moot Hills.
  46. ^ Geograph - Tom a' Mhòid
  47. ^ McLeod, Alex. G. (Edit), Il libro di Old Darvel e alcuni dei suoi famosi figli. Pub. Walker & Connell, Darvel. p. 64.
  48. ^ un b c d Smith, John (1895). L'uomo preistorico nell'Ayrshire. Pub. Elliot Stock. p. 85.
  49. ^ Stewarton Historical Society records (2006).
  50. ^ un b c Smith, John (1895). L'uomo preistorico nell'Ayrshire. Pub. Elliot Stock. p. 84.
  51. ^ Smith, John (1895). L'uomo preistorico nell'Ayrshire. Pub. Elliot Stock. p. 169.
  52. ^ un b Smith, John (1895). L'uomo preistorico nell'Ayrshire. Pub. Elliot Stock. p. 95.
  53. ^ Smith, John (1895). L'uomo preistorico nell'Ayrshire. Pub. Elliot Stock. pagg. 127–128.
  54. ^ Findlay-Hamilton, G. D. (1931), Carnell, 11/07/1931. Annals of the Kilmarnock Glenfield Ramblers Society. Jubilee Number. 1934. p. 148.
  55. ^ Smith, John (1895). L'uomo preistorico nell'Ayrshire. Pub. Elliot Stock. p. 130.
  56. ^ Adamson, Archibald (1875) Rambles round Kilmarnock. Pub T. Stevenson. Kilmarnock. p. 50.
  57. ^ McKay, Archibald (1880). La storia di Kilmarnock. Pub. Kilmarnock. P. 171–172.
  58. ^ Adamson, Archibald (1875) Rambles round Kilmarnock. Pub T. Stevenson. Kilmarnock. p. 96.
  59. ^ Aitken, John (1829). Indagine sulle parrocchie di Cunningham. Pub. Beith.
  60. ^ un b Linge, John (1987). "Re-discovering a landscape: the barrow and motte in North Ayrshire." Proc Soc Antiq Scot. V.117. p. 28.
  61. ^ * McNaught, Duncan (1912). Parrocchia di Kilmaurs e Burgh. Pub. A. Gardner.
  62. ^ un b Warrack, Alexander (1982). Dizionario Chambers scozzese. Camere. ISBN 0-550-11801-2.
  63. ^ Love (2009), pagina 62
  64. ^ RCAHMS Canmore
  65. ^ Dobie, James (1876) Cuninghame topographised by Timothy Pont. Pub. John Tweed, Glasgow. p. 34
  66. ^ Smith, John (1895). L'uomo preistorico nell'Ayrshire. Pub. Elliot Stock. p. 69.
  67. ^ Smith, John (1895). L'uomo preistorico nell'Ayrshire. Pub. Elliot Stock. p. 70.
  68. ^ Smith, John (1895). L'uomo preistorico nell'Ayrshire. Pub. Elliot Stock. p. 81.
  69. ^ Largs Website
  70. ^ Dobie, James (1876). Pont's Cunninghame topographized 1604–1608 with continuations and illustrative notices (1876). Pub. John Tweed. p. 163.
  71. ^ Fairhurst, Horace (1967–68). "Rosal: a Deserted Township in Strath Naver, Sutherland." Proc Soc Nat Hist V. 100. p. 152.
  72. ^ Smith, John (1895). L'uomo preistorico nell'Ayrshire. Pub. Elliot Stock.
  73. ^ "Satellite Imagery". Archiviato da l'originale il 25 febbraio 2007. Recuperato 4 ottobre 2007.
  74. ^ Smith, John (1895). L'uomo preistorico nell'Ayrshire. Pub. Elliot Stock. p. 124.
  75. ^ Smith, John (1895). L'uomo preistorico nell'Ayrshire. Pub. Elliot Stock. p. 72.
  76. ^ un b Paterson, James (1863). Storia delle contee di Ayr e Wigton. Vol.1.-Kyle. Pub. James Stillie. Edimburgo. p. 737.
  77. ^ Smith, John (1895). L'uomo preistorico nell'Ayrshire. Pub. Elliot Stock. p. 123.
  78. ^ Mackintosh, Ian M. (1969), Old Troon e distretto. Kilmarnock: George Outram. p. 60.
  79. ^ The Baron's Stone
  80. ^ Dougall, Charles S. (1904). Il paese delle ustioni. Londra: Adam e Charles Black. p. 78.
  81. ^ Smith, John (1895). L'uomo preistorico nell'Ayrshire. Pub. Elliot Stock. p. 215.
  82. ^ The Clan Campbell Clan Campbell: Abstracts of Entries Relating to Campbells ... from the Campbell collection formed by Sir Duncan Campbell of Barcaldine and Glenure. ed. Henry Paton. Vol. 5. Edinburgh: O. Schulze. 1913. p. 97
  83. ^ The Clan Campbell Clan Campbell: Abstracts of Entries Relating to Campbells ... from the Campbell collection formed by Sir Duncan Campbell of Barcaldine and Glenure. ed. Henry Paton. Vol. 5. Edinburgh: O. Schulze. 1913. p. 67
  84. ^ Decennial Indexes to Services of Heirs in Scotland. Volume I (1720–9), Sarah Campbell served heir special to her father Charles Campbell of Glasnock
  85. ^ Particular Register of Sasines Minute Books. Ayr, No. 2: 1692–1724
  86. ^ Particular Register of Sasines Minute Books. Ayr, No. 3: 1724–1744
  87. ^ un b Mote Hills
  88. ^ The Clan Campbell Clan Campbell: Abstracts of Entries Relating to Campbells ... from the Campbell collection formed by Sir Duncan Campbell of Barcaldine and Glenure. ed. Henry Paton. Vol. 5. Edinburgh: O. Schulze. 1913. p. 70
  89. ^ Testament Testamentar and Inventar of Johnne Campbell in Polquhertour, Sheriffdom of Ayr. Commissariot of Edinburgh, CC8/8/29.
  90. ^ Archaeological & Historical Collections relating to the counties of Ayrshire & Wigtown. Edinburgh: Ayr Wig Arch Soc. 1880. p. 138.
  91. ^ Paterson, James (1863). Storia delle contee di Ayr e Wigton. Vol. 1. – Kyle. Edimburgo: James Stillie. p. 750.
  92. ^ Smith, John (1895). L'uomo preistorico nell'Ayrshire. Pub. Elliot Stock. p. 181.
  93. ^ Grose, Francis (1797). The Antiquities of Scotland. High Holborn: Hooper and Wigstead. Vol. 2 pp. 181–82..
  94. ^ Cupar, Fife website.[collegamento morto permanente]
  95. ^ Stair Society 1947
  96. ^ Dr. Taylor, S. with Márcus, G. The Place-Names of Fife Vol 2 p397
  97. ^ Rivista di archeologia britannica
  98. ^ Dingwall[collegamento morto permanente]
  99. ^ Hutchison, A. F. (1899), The Lake of Menteith: Its Islands and Vicinity. Stirling: Eneas Mackay. p. 45.
  100. ^ MacGeorge, Andrew (1880). Old Glasgow. The Place and the People. Glasgow: Blackie & Son. p. 61.
  101. ^ "In the Days of the Baron Bailies".
  102. ^ "History of Scotland".
  103. ^ Hutchison, A. F. (1899), The Lake of Menteith: its islands and vicinity. Pub. Eneas Mackay, Stirling. p. 40.
  104. ^ Scone and the Moot Hill. Archiviato 7 agosto 2007 presso il Wayback Machine
  105. ^ Samuel Johnson.
  106. ^ Baggs, A.P .; Crittall, Elizabeth; Freeman, Jane; Stevenson, Janet H (1987). Crowley, D.A. (ed.). "Victoria County History – Wiltshire – Vol 11 pp19-77 – Parishes: Downton". Storia britannica in linea. Università di Londra. Recuperato 8 luglio 2016.
  107. ^ Bord, Janet & Colin (1973) Mysterious Britain. Pub. Garnstone Press. ISBN 0-85511-180-1 p. 88.
  108. ^ Inghilterra storica. "Swanborough Tump (221166)". PastScape. Recuperato 21 agosto 2018.
  109. ^ "Isola di Man". Archiviato da l'originale il 22 ottobre 2007. Recuperato 26 ottobre 2007.
  110. ^ "Tynwald Hill". Archiviato da l'originale l'8 luglio 2007. Recuperato 26 ottobre 2007.
Mappa tutte le coordinate usando: OpenStreetMap 
Scarica le coordinate come: KML · GPX

link esterno

Media relativi a Colline discutibili a Wikimedia Commons

Pin
Send
Share
Send