Portogallo - Portugal

Da Wikipedia, L'Enciclopedia Libera

Pin
Send
Share
Send

Repubblica portoghese

República Portuguesa (portoghese)
UE-Portogallo (proiezione ortografica) .svg
UE-Portogallo con isole cerchiate.svg
Posizione del Portogallo (verde scuro)

- nel Europa (verde e grigio scuro)
- nel Unione europea (verde)

Capitale
e la città più grande
Lisbona
38 ° 46′N 9 ° 9′O / 38,767 ° N 9,150 ° O / 38.767; -9.150
Lingua ufficiale
e lingua nazionale
portoghese
Riconosciuto
linguaggio regionale
Mirandese[nota 1]
Gruppi etnici
Religione
(2011)
Demonimo (i)portoghese
GovernoUnitario semi-presidenziale costituzionale repubblica[4]
Marcelo Rebelo de Sousa
Eduardo Ferro Rodrigues
António Costa
LegislaturaAssemblea della Repubblica
Istituzione
868
1095
24 giugno 1128
• Regno
Il 25 luglio 1139
1 dicembre 1640
Il 23 settembre 1822
5 ottobre 1910
25 aprile 1974
25 aprile 1976[nota 3]
1 gennaio 1986
La zona
• Totale
92.226 km2 (35.609 miglia quadrate)[5] (109th)
• Acqua (%)
1.2 (a partire dal 2015)[6]
Popolazione
• stima 2019
10,295,909[7] (90 °)
• censimento 2011
10,562,178[8]
• Densità
114.5[9]/ km2 (296,6 / sq mi)
PIL (PPP)Stima 2019
• Totale
Aumentare $ 372,5 miliardi[10]
• Pro capite
Aumentare $36,246[10]
PIL (nominale)Stima 2019
• Totale
Aumentare $ 237,7 miliardi[10]
• Pro capite
Aumentare $23,132[10]
Gini (2018)Diminuzione positiva 31.9[11]
medio
HDI (2018)Aumentare 0.850[12]
molto alto · 40 °
MonetaEuro () (euro)
Fuso orarioUTC (BAGNATO)
UTC − 1 (Atlantico / Azzorre)
• Estate (DST)
UTC+1 (OVEST)
UTC (Atlantico / Azzorre)
Nota: Portogallo continentale e Madera utilizzare WET / WEST, il Azzorre sono 1 ora indietro.
Formato datagg / mm / aaaa (CE)
Lato guidagiusto
Codice di chiamata+351
Codice ISO 3166PT
TLD Internet.pt
  1. ^ Mirandese, parlato in alcune frazioni del comune di Miranda do Douro, è stato ufficialmente riconosciuto nel 1999 (Lei n. ° 7/99 de 29 de Janeiro),[1] conferendogli un diritto d'uso ufficiale.[2] Lingua dei segni portoghese è anche riconosciuto.
  2. ^ Per paese di cittadinanza
  3. ^ Costituzione portoghese adottata nel 1976 con diverse successive revisioni minori, tra il 1982 e il 2005.

Portogallo (Portoghese:[puɾtuˈɣal]), ufficialmente il Repubblica portoghese (Portoghese: República Portuguesa [ʁɛˈpuβlikɐ puɾtuˈɣezɐ]),[nota 4] è un paese situato sul Penisola Iberica, nel Europa sudoccidentale. È il più occidentale stato sovrano di Europa continentale, essendo delimitato a ovest ea sud dal oceano Atlantico ea nord e da est Spagna. Il suo territorio comprende anche l'Atlantico arcipelaghi del Azzorre e Madera, entrambi regioni autonome con i propri governi regionali. La lingua ufficiale e nazionale è portoghese.

Il Portogallo è il più antico Nazione stato nella penisola iberica e uno dei più antichi in Europa, da allora il suo territorio è stato continuamente colonizzato, invaso e combattuto tempi preistorici. Era abitato da pre-celtico e celtico popoli, visitati da Fenici-Cartaginesi, Antichi greci e governato dal romani, che furono seguite dalle invasioni del Suebi e Visigoto Popoli germanici. Dopo il musulmano conquista del Penisola Iberica, la maggior parte del suo territorio faceva parte di Al-Andalus. Il Portogallo come paese è stato stabilito durante i primi cristiani Reconquista. Fondato nell'868, il Contea del Portogallo ha guadagnato risalto dopo il Battaglia di São Mamede (1128). Il Regno del Portogallo è stato successivamente proclamato in seguito al Battaglia di Ourique (1139) e indipendenza da León è stato riconosciuto dal Trattato di Zamora (1143).[13]

Nel XV e XVI secolo, il Portogallo istituì il primo impero marittimo e commerciale globale, diventando una delle principali realtà economiche, politiche e militari del mondo poteri.[14][15][16] Durante questo periodo, oggi indicato come il Age of Discovery, Gli esploratori portoghesi hanno aperto la strada all'esplorazione marittima con la scoperta di ciò che sarebbe diventato Brasile (1500). Durante questo periodo il Portogallo ha monopolizzato il commercio di spezie, divise il mondo in emisferi di dominio con la Castigliae l'impero si espanse con campagne militari in Asia. Tuttavia, eventi come il 1755 terremoto di Lisbona, l'occupazione del paese durante il Guerre napoleoniche, e l'indipendenza del Brasile (1822) fu in gran parte cancellata L'opulenza anteriore del Portogallo.[17]

Dopo il Rivoluzione del 1910 ha deposto la monarchia, quella democratica ma instabile Prima Repubblica portoghese è stato stabilito, successivamente sostituito dal Estado Novo regime autoritario. La democrazia è stata ripristinata dopo il Rivoluzione dei garofani (1974), terminando il Guerra coloniale portoghese. Poco dopo, l'indipendenza è stata concessa a quasi tutti i suoi territori d'oltremare. Il passaggio di Macao alla Cina (1999) ha segnato la fine di quello che può essere considerato uno dei imperi coloniali più longevi.

Il Portogallo ha lasciato una profonda influenza culturale, architettonica e linguistica attraverso il globo, con un patrimonio di circa 250 milioni Oratori portoghesi, e molti Creoli a base portoghese. È un Paese sviluppato con un economia avanzata e alto standard di vita.[18][19][20] Inoltre, occupa una posizione elevata nelle classifiche di libertà morale (2 °), serenità (3 °), democrazia (7 °),[21] libertà di stampa (10 °), stabilità (15 °), progresso sociale (18 °) e prosperità (26 °). Un membro del Nazioni Unite, il Unione europea, il Area Schengen e il Consiglio d'Europa (CoE), il Portogallo è stato anche uno dei membri fondatori di NATO, il eurozona, il OCSE, e il Comunità dei paesi di lingua portoghese.

Etimologia

La parola Portogallo deriva dalla romano-celtico nome del luogo Portus Cale;[22] una città in cui oggi Vila Nova de Gaia ora si trova, alla foce del Fiume Douro nel nord di quello che oggi è il Portogallo. Il nome della città deriva dalla parola latina per porta o porto, portus, ma il secondo elemento di Portus Cale è meno chiaro. La spiegazione principale del nome è che si tratta di un file etnonimo derivato dal Gente di Castro, noto anche come Callaeci, Gallaeci o Gallaecia, che occupavano il nord-ovest della penisola iberica.[23] I nomi Cale e Callaici sono l'origine di oggi Gaia e Galizia.[24][25]

Un'altra teoria lo propone Cale o Calle è una derivazione della parola celtica per porto, come il irlandesi caladh o Gaelico Scozzese cala. Queste spiegazioni richiederebbero che la lingua preromana dell'area fosse un ramo del Q-celtico, che non è generalmente accettato perché la lingua preromana della regione era il celtico gallaeco, solitamente considerato P-celtico. Tuttavia, studiosi come Jean Markale e Tranoy propongono che i rami celtici condividano tutti la stessa origine e toponimi come Cale, Gal, Gaia, Calais, Galazia, Galizia, Gaelico, Gael, Gallia, Galles, Cornovaglia, Vallonia e altri derivano tutti. da una radice linguistica.[24][26][27]

Un'altra teoria vuole che Cala fosse il nome di una dea celtica (facendo un confronto con il gaelico Cailleach una strega soprannaturale). Alcuni studiosi francesi ritengono che il nome possa derivare da 'Portus Gallus',[28] il porto dei Galli o dei Celti.

Intorno al 200 a.C., i romani presero il Penisola Iberica dal Cartaginesi durante Seconda Guerra Punica. Nel processo hanno conquistato Cale, rinominandola Portus Cale (Porto di Cale) e incorporandolo nella provincia di Gaellicia con capitale in Bracara Augusta (giorno moderno Braga, Portogallo). Durante Medioevo, la regione intorno Portus Cale divenne noto dal Suebi e Visigoti come Portucale. Il nome Portucale evoluto in Portoghese durante il VII e l'VIII secolo, e nel IX secolo, quel termine fu ampiamente utilizzato per riferirsi alla regione tra i fiumi Douro e Minho. Entro l'XI e il XII secolo, Portoghese, Portugallia, Portvgallo o Portvgalliae era già indicato come Portogallo.

Il XIV secolo Francese medio nome per il paese, Portingal, che ha aggiunto un suono invadente / n / durante il processo di escrescenza, diffondere a Inglese medio.[29] Incluse le varianti dell'inglese medio Portingall, Portingale,[nota 5] Portyngale e Portingaill.[29][31] Lo spelling Portyngale si trova nell'epilogo di Chaucer a il racconto del prete della monaca. Queste varianti sopravvivono in Torrente di Portyngale, un romanzo medio inglese composto intorno al 1400, e "Il vecchio pettirosso di Portingale", una ballata inglese per bambini. Portingal e le varianti sono state utilizzate anche in Scozzesi[29] e sopravvivi in Della Cornovaglia nome per il paese, Portyngal.

Storia

Preistoria

La storia antica del Portogallo è condivisa con il resto del Penisola Iberica situato nell'Europa sudoccidentale. Il nome del Portogallo deriva dal nome congiunto romano-celtico Portus Cale. La regione era risolto di Pre-Celti e Celti, dando origine a popoli come il Gallaeci, Lusitani,[32] Celtici e Cynetes (conosciuto anche come Conii),[33] visitato da Fenici-Cartaginesi e Antichi greci, è stato incorporato nel Repubblica romana domini come Lusitania e parte di Gallaecia, dopo il 45 a.C. fino al 298 d.C.

La regione dell'attuale Portogallo era abitata da Neanderthal e poi da Homo sapiens, che vagava nella regione senza confini della penisola iberica settentrionale.[34] Queste erano società di sussistenza e sebbene non stabilissero insediamenti prosperi, formarono società organizzate. Il Portogallo neolitico sperimentò l'addomesticamento degli animali da pastore, l'allevamento di alcune colture di cereali e la pesca fluviale o marina.[34]

Monumenti megalitici di Alcalar, costruito nel 3 ° millennio a.C.

Alcuni studiosi ritengono che all'inizio del primo millennio aC, diverse ondate di Celti invase il Portogallo dall'Europa centrale e si sposò con le popolazioni locali, formandosi tribù diverse.[35]Un'altra teoria suggerisce che i Celti abitavano l'Iberia occidentale / Portogallo ben prima di qualsiasi grande migrazione celtica da Europa centrale.[36] Inoltre, un certo numero di linguisti esperti in celtico antico hanno presentato prove convincenti che il Lingua tartessiana, una volta parlato in alcune parti della Spagna sudoccidentale e del Portogallo sudoccidentale, ha una struttura almeno proto-celtica.[37]

L'archeologia e la ricerca moderne mostrano una radice portoghese del Celti in Portogallo e altrove.[38] Durante quel periodo e fino alle invasioni romane, la cultura castrista (una variazione del Cultura del campo di urne conosciuto anche come Urnenfelderkultur) era prolifico in Portogallo e nella moderna Galizia.[39][40][25]Questa cultura, insieme agli elementi sopravvissuti della cultura megalitica atlantica[41] ei contributi che provengono dalle culture del Mediterraneo più occidentale, sono finiti in quella che è stata chiamata Cultura Castreja or Castro Culture.[42][43] Questa designazione si riferisce alle caratteristiche popolazioni celtiche chiamate 'dùn', 'dùin' o 'don' in gaelico e che i romani chiamavano castrae nelle loro cronache.[44]

Esempi di Cultura celtica castrista nel Portogallo settentrionale (IX - I sec. A.C.): Citânia de Briteiros (in alto) e Cividade de Terroso (parte inferiore).

Basato sulle cronache romane sul Callaeci popoli, insieme a Lebor Gabála Érenn[45] narrazioni e l'interpretazione degli abbondanti resti archeologici in tutta la metà settentrionale del Portogallo e della Galizia, è possibile dedurre che vi fosse una società matriarcale, con un'aristocrazia militare e religiosa probabilmente di tipo feudale. Le figure di massima autorità erano il capotribù (chefe tribal), di tipo militare e con autorità nel suo Castro o clan, e il druido, principalmente riferito a funzioni mediche e religiose che potevano essere comuni a diversi castros. La cosmogonia celtica è rimasta omogenea grazie all'abilità del druidi incontrare in concili i druidi di altre zone, che assicurarono la trasmissione dei saperi e degli eventi più significativi. I primi riferimenti documentari alla società castrista sono forniti da cronisti delle campagne militari romane come Strabone, Erodoto e Plinio il Vecchio tra gli altri, sull'organizzazione sociale, e descrivendo gli abitanti di questi territori, il Gallaeci del nord del Portogallo come: "Un gruppo di barbari che passa la giornata a combattere e la notte a mangiare, bere e ballare sotto la luna".

C'erano altre tribù simili, e le principali tra loro erano i Lusitani; l'area centrale di queste persone si trovava nell'entroterra del Portogallo centrale, mentre esistevano numerose altre tribù imparentate come i Celtici di Alentejo, e il Cynetes o Conii dell'Algarve. Tra le tribù o sotto-divisioni c'erano i Bracari, Coelerni, Equaesi, Grovii, Interamici, Leuni, Luanqui, Limici, Narbasi, Nemetati, Paesuri, Quaquerni, Seurbi, Tamagani, Tapoli, Turduli, Turduli Veteres, Turdulorum Oppida, Turodi, e Zoelae. Alcuni piccoli insediamenti costieri semipermanenti commerciali (come Tavira) sono stati fondati anche nel Algarve regione di FeniciCartaginesi.

Lusitania romana e Gallaecia

Tempio romano di Évora, nel Alentejo, è uno dei meglio conservati romano-strutture costruite nel paese.

I romani invasero per la prima volta la penisola iberica nel 219 a.C. I Cartaginesi, avversari di Roma nel Guerre puniche, furono espulsi dalle loro colonie costiere. Durante gli ultimi giorni di Giulio Cesare, quasi tutta la penisola fu annessa al Repubblica romana.

La conquista romana di quella che oggi fa parte del Portogallo durò quasi duecento anni e tolse molte vite a giovani soldati e le vite di coloro che furono condannati a morte certa nelle miniere di schiavi quando non furono venduti come schiavi ad altre parti dell'impero. Ha subito una grave battuta d'arresto nel 155 aC, quando a ribellione iniziato nel nord. Il Lusitani e altre tribù native, sotto la guida di Viriatus,[46][47] conquistò il controllo di tutta l'Iberia occidentale.

Centum Cellas, nel Regione di Beira, è un romano villa rustica dal I secolo d.C.

Roma inviò numerose legioni e i suoi migliori generali in Lusitania per sedare la ribellione, ma senza successo: i Lusitani continuarono a conquistare il territorio. I leader romani hanno deciso di cambiare strategia. Hanno corrotto gli alleati di Viriathus per ucciderlo. Nel 139 a.C. Viriathus fu assassinato e Tautalus divenne capo dei lusitani.

Roma ha installato un regime coloniale. La completa romanizzazione della Lusitania avvenne solo nel Visigoto era.

Nel 27 a.C., la Lusitania ottenne lo status di Provincia romana. Successivamente, si formò una provincia settentrionale della Lusitania, nota come Gallaecia, con capitale in Bracara Augusta, oggi Braga.[48]Ci sono ancora molte rovine di castros (collina fortificata) in tutto il Portogallo moderno e resti del Cultura castristaAlcuni resti urbani sono piuttosto grandi, come Conímbriga e Mirobriga. Il primo, oltre ad essere uno dei più grandi romano insediamenti in Portogallo, è anche classificato come a monumento nazionale. Conímbriga si trova a 16 chilometri (10 miglia) da Coimbra, che a sua volta era l'antico Aeminium. Il sito ha anche un museo che espone oggetti trovati dagli archeologi durante i loro scavi.

Diverse opere di ingegneria, come bagni, templi, ponti, strade, circhi, teatri e case di laici sono conservate in tutto il paese. Sono state trovate anche monete, alcune coniate in terra lusitana, oltre a numerosi pezzi di ceramica. Gli storici contemporanei includono Paulus Orosius (circa 375–418)[49] e Hydatius (c. 400–469), vescovo di Aquae Flaviae, che ha riferito sugli ultimi anni della dominazione romana e l'arrivo del Tribù germaniche.

Regni germanici: Suebi e Visigoti

Mappa del Regno dei Suebi nel V e VI secolo
Regno visigoto in Iberia intorno al 560

All'inizio del V secolo, Tribù germaniche, vale a dire il Suebi[50] e il Vandali (Silingi e Hasdingi) insieme ai loro alleati, i Sarmati e Alans ha invaso il Penisola Iberica dove avrebbero formato il loro regno. Il Regno dei Suebi[51] era il regno germanico post-romano, stabilito nelle ex province romane di Gallaecia-Lusitania. Vestigia del V secolo di Alan insediamenti sono stati trovati in Alenquer (dal vecchio germanico Alan kerk, tempio degli Alani), Coimbra e Lisbona.[52]

Intorno al 410 e durante il VI secolo divenne una dichiarazione formale Regno dei Suebi,[51][50] dove re Ermerico fece un trattato di pace con i Gallaechi prima di passare i suoi domini a Rechila, suo figlio. Nel 448 Rechila morì, lasciando lo stato in espansione a RechiarDopo la sconfitta contro i Visigoti, il regno di Suebian fu diviso, con Frantan e Aguiulfo che governavano contemporaneamente. Entrambi regnarono dal 456 al 457, anno in cui Maldras (457–459) riunificò il regno. Fu assassinato dopo una fallita cospirazione romano-visigota, anche se la cospirazione non raggiunse i suoi veri scopi, il regno di Suebian fu nuovamente diviso tra due re:Frumar (Frumario 459–463) e Remismund (Remismundo, figlio di Maldras) (459-469) che avrebbe riunificato il regno di suo padre nel 463. Sarebbe stato costretto ad adottare Arianesimo nel 465 a causa dell'influenza visigota. Entro l'anno 500, il Regno visigoto era stato installato in Iberia, aveva sede in Toledo e avanzando verso ovest. Divennero una minaccia per il dominio di Suebian. Dopo la morte di Remismund nel 469 iniziò un periodo oscuro, in cui praticamente tutti i testi e le testimonianze scritte scompaiono. Questo periodo durò fino al 550. L'unica cosa che si sa di questo periodo è quella Theodemund (Teodemundo) molto probabilmente governò gli abitanti di Suebesi. Il periodo oscuro terminò con il regno di Karriarico (550-559) che reinstallò Cristianesimo cattolico nel 550. Gli successe Theodemar (559-570) durante il cui regno si tenne il 1 ° Concilio di Braga (561).

Rappresentazione illustrata del Primo Concilio di Braga di 561 CE

I consigli rappresentavano un progresso nell'organizzazione del territorio (paroeciam suevorum (parrocchia di Suebian) e il Cristianizzazione della popolazione pagana (De correctione rusticorum) sotto gli auspici di San Martino di Braga (São Martinho de Braga).[53]

Dopo la morte di Teodomiro, Miro (570–583) fu il suo successore. Durante il suo regno si tenne il II Concilio di Braga (572). La guerra civile visigota iniziò nel 577. Miro intervenne. Più tardi, nel 583, organizzò anche una spedizione infruttuosa per riconquistare Siviglia. Al ritorno da questa fallita operazione Miro morì.

Nel Regno di Suebian continuarono a verificarsi molte lotte interne. Eborico (Eurico, 583–584) fu detronizzato da Andeca (Audeca 584–585), che non riuscì a impedire l'invasione visigota guidata da Leovigildo. L'invasione visigota, completata nel 585, trasformò il regno un tempo ricco e fertile dei Suebi nella sesta provincia del regno gotico.[54]Leovigild fu incoronato re di Gallaecia, Hispania e Gallia Narbonensis.

Per i successivi 300 anni e entro il 700, l'intera penisola iberica fu governata dal Visigoti.[55][56][57][58][59] Sotto i Visigoti, Gallaecia era uno spazio ben definito governato da un proprio doge. I dogi in questo momento erano legati alla monarchia e agivano come principi in tutte le questioni. Entrambi i "governatori" Wamba e Wittiza (Vitiza) ha agito come doge (sarebbero poi diventati re a Toledo). Questi due divennero noti come i "vitiziani", che avevano sede nel nord-ovest e chiamavano gli invasori arabi del sud ad essere loro alleati nella lotta per il potere nel 711. Re Roderic (Rodrigo) fu ucciso mentre si opponeva a questa invasione, diventando così l'ultimo re visigoto dell'Iberia. Dai vari gruppi germanici che si stabilirono nell'Iberia occidentale, i Suebi ha lasciato l'eredità culturale più forte e duratura in quelli che oggi sono il Portogallo, la Galizia e le frange occidentali delle Asturie.[60][61][62]Secondo Dan Stanislawski, il modo di vivere portoghese nelle regioni a nord del Tago è per lo più ereditato dagli Suebi, in cui prevalgono le piccole fattorie, distinte dalle grandi proprietà del Portogallo meridionale. Braga ed ex capitale di Gallaecia, divenne la capitale degli Svevi.[53] Oltre a tracce culturali e alcune tracce linguistiche, gli abitanti di Sueb hanno lasciato il più alto contributo genetico germanico della penisola iberica in Portogallo e Galizia.[63] Orosius, residente a quel tempo in Hispania, mostra un insediamento iniziale piuttosto pacifico, i nuovi arrivati ​​lavorano le loro terre[64] o servire come guardie del corpo della gente del posto.[65]Un altro gruppo germanico che accompagnò gli Svevi e si stabilì a Gallaecia furono i Buri. Si stabilirono nella regione tra i fiumi Cávado e Homem, nella zona conosciuta come Terras de Bouro (Terre dei Buri).[66]

Periodo islamico e Reconquista

Il Califfato di Cordoba all'inizio del X secolo

Il Portogallo continentale di oggi, insieme alla maggior parte della Spagna moderna, ne faceva parte al-Andalus tra il 726 e il 1249, a seguito del Califfato omayyade conquista del Penisola Iberica. Questa regola durò da alcuni decenni nel Nord a cinque secoli nel Sud.

Dopo aver sconfitto il Visigoti in pochi mesi, il califfato omayyade iniziò a espandersi rapidamente nella penisola. A partire dal 726, la terra che ora è il Portogallo divenne parte del vasto impero del califfato omayyade di Damasco, che si estendeva dal Indus fiume nel sub-continente indiano fino al sud della Francia, fino al suo crollo nel 750. Quell'anno l'ovest dell'impero ottenne la sua indipendenza sotto Abd-ar-Rahman I con l'istituzione del Emirato di Córdoba. Dopo quasi due secoli, l'Emirato divenne il Califfato di Córdoba nel 929, fino alla sua dissoluzione un secolo dopo nel 1031 in non meno di 23 piccoli regni, chiamati Taifa regni.

Statua di Ibn Qasi fuori da Castello di Mértola, nel Alentejo

I governatori dei taifa si proclamarono ciascuno Emiro delle loro province e ha stabilito relazioni diplomatiche con i regni cristiani del nord. La maggior parte dell'attuale Portogallo cadde nelle mani del Taifa di Badajoz del Dinastia Aftaside, e dopo un breve periodo di un effimero Taifa di Lisbona nel 1022, cadde sotto il dominio dei Taifa di Siviglia del Abbadidi poeti. Il periodo di Taifa si concluse con la conquista del Almoravidi da chi è venuto Marocco nel 1086 conquistando una decisiva vittoria al Battaglia di Sagrajas, seguito un secolo dopo nel 1147, dopo il secondo periodo di Taifa, dal Almohads, anche da Marrakesh.[67]Al-Andaluz è stato diviso in diversi distretti chiamati Kura. Gharb Al-Andalus al suo massimo era costituito da dieci kuras,[68] ciascuna con una capitale e un governatore distinti. Le principali città del periodo in Portogallo erano nella metà meridionale del paese: Beja, Silves, Alcácer do Sal, Santarém e LisbonaLa popolazione musulmana della regione era composta principalmente da convertiti iberici nativi a Islam (il cosidetto Muwallad o Muladi) e berberi. Gli arabi erano principalmente nobili di Siria e Oman; e sebbene pochi in numero, costituivano l'élite della popolazione. Il Berberi erano originariamente dal Rif e Montagne dell'Atlante regione del Nord Africa ed erano nomadi.

Contea del Portogallo

Una statua del conte Vímara Peres, primo Conte del Portogallo

Un nobile visigoto asturiano chiamato Pelagio delle Asturie nel 718 fu eletto leader[69] da molti degli estromessi Visigoto nobili. Pelagio invocò il resto degli eserciti cristiani visigoti a ribellarsi contro i Mori e riorganizzarsi negli altopiani asturiani settentrionali non conquistati, meglio conosciuti oggi come il Monti Cantabrici, in quella che oggi è la piccola regione montuosa del nord-ovest Spagna, adiacente al Golfo di Biscaglia.[70]

Il piano di Pelagio era quello di utilizzare le montagne cantabriche come luogo di rifugio e protezione dagli invasori mori. Ha poi mirato a raggruppare gli eserciti cristiani della penisola iberica e utilizzare le montagne cantabriche come trampolino di lancio da cui riconquistare le loro terre. Nel processo, dopo aver sconfitto i Mori nel Battaglia di Covadonga nel 722 Pelagio fu proclamato re, fondando così il cristiano Regno delle Asturie e l'inizio della guerra di riconquista cristiana conosciuta nel portoghese come il Reconquista Cristã.[70]

Alla fine del IX secolo, la regione del Portogallo, tra i fiumi Minho e Douro, fu riconquistata dai Mori dal nobile e cavaliere Vímara Peres per ordine del re Alfonso III delle Asturie. Scoprire che la regione aveva precedentemente avuto due grandi città: Portus Cale nella costa e Braga nell'interno, con molte città che ora erano deserte, decise di ripopolarle e ricostruirle con rifugiati portoghesi e galiziani e altri cristiani.[71]Oltre agli arabi del sud, anche le regioni costiere del nord furono attaccate Norman e Vichingo[72][73] predoni principalmente dall'844. L'ultima grande invasione, attraverso il Minho (fiume), si è conclusa con la sconfitta di Olaf II Haraldsson nel 1014 contro la nobiltà galiziana che bloccò anche ulteriori avanzamenti nella Contea del Portogallo.

Conte Vímara Peres[74] organizzò la regione che aveva riconquistato e la elevò allo status di contea, chiamandolo Contea del Portogallo dopo la principale città portuale della regione - Portus Cale o moderno Porto. Una delle prime città che Vimara Peres fondò in questo momento è Vimaranes, conosciuta oggi come Guimarães - il "luogo di nascita della nazione portoghese" o la "città culla" (Cidade Berço in portoghese).[71]

Dopo aver annesso la contea del Portogallo in una delle numerose contee che componevano il Regno delle Asturie, Re Alfonso III delle Asturie nominato Cavaliere Vímara Peres, nell'868, come Primo Conte di Portus Cale (Portogallo). La regione divenne nota come Portucale, Portoghesee simultaneamente Portugália - il Contea del Portogallo.[71]

Successivamente il Regno delle Asturie fu diviso in un certo numero di regni cristiani nell'Iberia settentrionale a causa delle divisioni dinastiche dell'eredità tra i discendenti del re. Con l'abdicazione forzata di Alfonso III "il Grande" delle Asturie dai suoi figli nel 910, il Regno delle Asturie si è diviso in tre regni separati. I tre regni furono infine riuniti nel 924 sotto la corona di León.

Nel 1093, Alfonso VI di León ha conferito la contea a Enrico di Borgogna e lo ha sposato con la sua figlia illegittima, Teresa di León, per il suo ruolo nella riconquista della terra dai Mori. Henry ha basato la sua contea di nuova formazione a Bracara Augusta (moderna Braga), capitale dell'antica provincia romana, e anche precedente capitale di diversi regni nel corso dei primi millenni.

Era afonsine

Il 24 giugno 1128, il Battaglia di São Mamede si è verificato vicino Guimarães. Afonso Henriques, Conte del Portogallo, sconfisse sua madre Contessa Teresa e il suo amante Fernão Peres de Trava, affermandosi così come unico leader. Afonso poi rivolse le braccia contro i Mori a sud.

Le campagne di Afonso ebbero successo e, il 25 luglio 1139, ottenne una schiacciante vittoria nel Battaglia di Ourique, e subito dopo fu proclamato all'unanimità Re del Portogallo dai suoi soldati. Questa è tradizionalmente considerata l'occasione in cui la Contea del Portogallo, in quanto feudo del Regno di León, è stata trasformata nella Regno del Portogallo.

Afonso ha quindi istituito il primo dei Cortes portoghesi a Lamego, dove fu incoronato dall'Arcivescovo di Braga, sebbene la validità delle Cortes di Lamego sia stata contestata e definita un mito creato durante il Guerra di Restaurazione portoghese. Afonso fu riconosciuto nel 1143 dal re Alfonso VII di León, e nel 1179 da Papa Alessandro III.

Afonso Henriques è stato l'ultimo Conte del Portogallo e il primo Re del Portogallo dopo aver vinto il Battaglia di Ourique nel 1139. (Raffigurato in un 1530s manoscritto miniato)

Durante Reconquista periodo, i cristiani riconquistarono la penisola iberica da moresco dominio. Afonso Henriques e i suoi successori, aiutati dai militari ordini monastici, spinto verso sud per scacciare i Mori. In questo momento, il Portogallo copriva circa la metà della sua area attuale. Nel 1249 la Reconquista terminò con la cattura del Algarve e la completa espulsione degli ultimi insediamenti moreschi sulla costa meridionale, dando al Portogallo i suoi attuali confini, con piccole eccezioni.

In una di queste situazioni di conflitto con il regno di Castiglia, Dinis I del Portogallo firmato con il re Fernando IV di Castiglia (che era rappresentato, da minore, da sua madre la regina Maria de Molina) il Trattato di Alcañices (1297), che stabiliva che il Portogallo aboliva i trattati concordati contro il regno di Castiglia per aver sostenuto il bambino Juan de Castilla. Questo trattato ha stabilito tra l'altro la demarcazione del confine tra il regno del Portogallo e il regno di Leon, dove la città contesa di Olivenza è stato incluso.

I regni di Dinis I (Denis I), Afonso IV (Alphons IV) e Pedro I (Pietro I) per la maggior parte vide la pace con i regni cristiani dell'Iberia.

Nel 1348 e 1349 il Portogallo, come il resto d'Europa, fu devastato dal Morte Nera.[75] Nel 1373, il Portogallo fece un alleanza con l'Inghilterra, che è l'alleanza più longeva al mondo. Nel tempo, ciò è andato ben oltre la cooperazione geopolitica e militare (proteggendo gli interessi di entrambe le nazioni in Africa, Americhe e Asia contro i rivali francesi, spagnoli e olandesi) e ha mantenuto forti legami commerciali e culturali tra i due vecchi alleati europei. Nel Oporto regione, in particolare, c'è un'influenza inglese visibile fino ad oggi.

Era di Joanine e Age of Discoveries

Giovanni I del Portogallola vittoria di Battaglia di Aljubarrota assicurato il Casa di AvizLa pretesa al trono.
Monastero di Batalha fu eretto dal re Giovanni I per commemorare la sua vittoria nel 1383–1385 Crisi contro la Castiglia.

Nel 1383, Giovanni I di Castiglia, marito di Beatrice del Portogallo e genero di Ferdinando I del Portogallo, ha rivendicato il trono del Portogallo. Una fazione di piccoli nobili e popolani, guidata da Giovanni d'Aviz (in seguito re Giovanni I del Portogallo) e comandato dal generale Nuno Álvares Pereira ha sconfitto i castigliani nel Battaglia di Aljubarrota. Con questa battaglia, il Casa di Aviz divenne la casa regnante del Portogallo.

Il Portogallo ha guidato l'esplorazione europea del mondo e del Age of Discovery. Principe Henry il Navigatore, figlio del re Giovanni I del Portogallo, è diventato lo sponsor principale e il mecenate di questa impresa. Durante questo periodo, il Portogallo ha esplorato il oceano Atlantico, alla scoperta degli arcipelaghi atlantici Azzorre, Madera, e capo Verde; esplorato la costa africana; colonizzò aree selezionate dell'Africa; scoperto un orientale rotta verso l'India tramite il Capo di buona speranza; scoperto il Brasile, ha esplorato il Oceano Indiano, ha stabilito rotte commerciali in gran parte dell'Asia meridionale; e ha inviato le prime missioni diplomatiche e commerciali marittime europee dirette a Cina e Giappone.

Nel 1415, il Portogallo acquisì la prima delle sue colonie d'oltremare conquistando Ceuta, il primo fiorente centro commerciale islamico del Nord Africa. Seguirono le prime scoperte nell'Atlantico: Madera e il Azzorre, che ha portato al primo colonizzazione movimenti.

Per tutto il XV secolo, Esploratori portoghesi navigò lungo la costa dell'Africa, stabilendo postazioni commerciali per diversi tipi comuni di materie prime negoziabili in quel momento, che vanno da oro per schiavi, mentre cercavano una rotta per l'India e la sua spezie, ambiti in Europa.

Il Trattato di Tordesillas, destinato a risolvere la controversia che si era creata in seguito alla restituzione di Cristoforo Colombo, è stato realizzato da Papa Alessandro VI, il mediatore tra Portogallo e Spagna. Fu firmato il 7 giugno 1494 e divise le terre appena scoperte al di fuori dell'Europa tra i due paesi lungo un meridiano 370 leghe ad ovest del capo Verde isole (al largo della costa occidentale dell'Africa).

Nel 1498, Vasco da Gama fatto cosa Columbus partì e divenne il primo europeo a raggiungere India via mare, portando prosperità economica in Portogallo e la sua popolazione di 1,7 milioni di residenti, e contribuendo ad avviare il Rinascimento portoghese. Nel 1500, l'esploratore portoghese Gaspar Corte-Real raggiunto quello che è adesso Canada e ha fondato la città di Portugal Cove-St. Philip's, Terranova e Labrador, molto prima dei francesi e degli inglesi nel XVII secolo, ed essendo solo uno dei tanti Colonizzazioni portoghesi delle Americhe.[76][77][78]

Nel 1500, Pedro Álvares Cabral scoperto Brasile e lo rivendicò per il Portogallo.[79] Dieci anni dopo, Afonso de Albuquerque conquistato Goa in India, Moscato e Ormuz nel Stretto persiano, e Malacca, ora a stato In Malesia. Pertanto, l'impero portoghese deteneva il dominio sul commercio nel Oceano Indiano e nell'Atlantico meridionale. I marinai portoghesi partirono per raggiungere l'Asia orientale navigando verso est dall'Europa, atterrando in luoghi come Taiwan, in Giappone, l'isola di Timore in Molucche.

Anche se per un lungo periodo si è creduto il olandese sono stati i primi europei ad arrivare in Australia, c'è anche qualche prova che il Il portoghese potrebbe aver scoperto l'Australia nel 1521.[80][81][82] Dal 1519 al 1522, Ferdinando Magellano (Fernão de Magalhães) ha organizzato una spedizione spagnola al Indie orientali che ha portato al primo circumnavigazione del globo. Magellan non è mai tornato in Europa poiché è stato assassinato dai nativi nel Filippine nel 1521.

Il Trattato di Saragozza, firmato il 22 aprile 1529 tra il Portogallo e la Spagna, specificava l'anti-meridiano alla linea di demarcazione specificata nel trattato di Tordesillas.

Tutti questi fattori hanno reso il Portogallo una delle maggiori potenze economiche, militari e politiche del mondo dal XV secolo fino alla fine del XVI secolo.

Unione Iberica, Restauro e prima epoca brigantina

Aree in tutto il mondo che, a un certo punto della loro storia, facevano parte del Impero portoghese

Il Portogallo entrò volontariamente in un'unione dinastica tra il 1580 e il 1640. Ciò avvenne perché gli ultimi due re del Casa di Aviz - Re Sebastian, che morì nel battaglia di Alcácer Quibir nel Marocco, e il suo prozio e successore, King-Cardinale Enrico del Portogallo - entrambi sono deceduti senza eredi, con conseguente Crisi di successione portoghese del 1580.

Successivamente, Filippo II di Spagna rivendicò il trono e fu accettato come Filippo I del Portogallo. Il Portogallo non ha perso la sua indipendenza formale, formando brevemente a unione dei regni. In questo momento la Spagna era a territorio geografico.[83] L'unione delle due corone ha privato il Portogallo di una politica estera indipendente e ha portato al suo coinvolgimento nel Guerra degli ottant'anni tra la Spagna e il Olanda.

La guerra ha portato a un deterioramento dei rapporti con Il più antico alleato del Portogallo, l'Inghilterrae la perdita di Hormuz, un punto di scambio strategico situato tra Iran e Oman. Dal 1595 al 1663 il Guerra olandese-portoghese coinvolgeva principalmente le compagnie olandesi che invadevano molti portoghesi colonie e interessi commerciali in Brasile, Africa, India ed Estremo Oriente, con la conseguente perdita del monopolio del commercio marittimo indiano portoghese. Giovanni IV del Portogallo guidò una rivolta sostenuta da nobili scontenti e fu proclamato re. Il Guerra di Restaurazione portoghese ha concluso il sessantennio del Unione iberica sotto il Casa d'Asburgo. Questo è stato l'inizio del Casa di Braganza, che regnò in Portogallo fino al 1910.

re John V patrocinò numerose opere artistiche, guadagnandosi l'epiteto di Re Sole portoghese.

Il figlio maggiore di re Giovanni IV venne a regnare come Afonso VI, tuttavia le sue disabilità fisiche e mentali lo lasciarono sopraffatto Luís de Vasconcelos e Sousa, 3 ° conte di Castelo Melhor. In un colpo di stato di palazzo organizzato dalla moglie del re, Maria Francisca di Savoiae suo fratello, Pedro, duca di Beja, Re Afonso VI fu dichiarato mentalmente incompetente ed esiliato prima nelle Azzorre e poi nel Palazzo reale di Sintra, fuori Lisbona. Dopo la morte di Afonso, Pedro salì al trono come re Pedro II. Il regno di Pedro vide il consolidamento dell'indipendenza nazionale, l'espansione imperiale e gli investimenti nella produzione interna.

Figlio di Pedro II, John V, ha visto un regno caratterizzato dall'afflusso di oro nelle casse del tesoro reale, fornito in gran parte dal quinto reale (una tassa sui metalli preziosi) ricevuta dal Colonie portoghesi di Brasile e Maranhão.

Ignorando le tradizionali istituzioni di governo portoghesi, Giovanni V ha agito come un monarca assoluto, quasi esaurendo le entrate fiscali del paese su opere architettoniche ambiziose, in particolare Palazzo Mafra, e su commissioni e aggiunte per le sue notevoli collezioni d'arte e letterarie.

A causa della sua brama di riconoscimento diplomatico internazionale, John ha anche speso ingenti somme per le ambasciate che ha inviato alle corti d'Europa, le più famose sono quelle a cui ha inviato Parigi nel 1715 e Roma nel 1716.

Le stime ufficiali - e la maggior parte delle stime fatte finora - collocano il numero di migranti portoghesi a Brasile coloniale durante la corsa all'oro del XVIII secolo a 600.000.[84] Questo ha rappresentato uno dei più grandi movimenti di popolazioni europee verso le loro colonie nelle Americhe durante il periodo coloniale.

Era pombalina e illuminismo

Il 1 ° Marchese di Pombal governò efficacemente il Portogallo durante il regno del re José I.

Nel 1738, fidalgo Sebastião José de Carvalho e Melo (successivamente nobilitato come il 1 ° Marchese di Pombal) ha iniziato una carriera diplomatica come ambasciatore portoghese a Londra e successivamente a Vienna. Il Regina consorte del Portogallo, Arciduchessa Maria Anna d'Austria, amava Carvalho e Melo; e dopo la morte della prima moglie, ha organizzato il secondo matrimonio della vedova Carvalho e Melo con la figlia del feldmaresciallo austriaco Leopold Josef, conte von Daun. re John V, tuttavia, non fu contento e ricordò Carvalho e Melo in Portogallo nel 1749. Giovanni V morì l'anno successivo e suo figlio, Giuseppe I, è stato incoronato. A differenza di suo padre, Giuseppe mi era affezionato a Carvalho e Melo, e con il Regina madreApprovazione, ha nominato Carvalho e Melo come Ministro degli affari esteri.

Con l'aumentare della fiducia del re in Carvalho e Melo, il re gli affidò un maggiore controllo dello stato. Nel 1755, Sebastião José de Carvalho e Melo fu nominato Primo Ministro. Impressionato dal successo economico britannico a cui aveva assistito fin dai tempi come ambasciatore, ha implementato con successo simili economico politiche in Portogallo. Lui abolita la schiavitù nel Portogallo continentale e nelle colonie portoghesi in India, riorganizzò l'esercito e la marina, ristrutturò il Università di Coimbra, e ha posto fine alla discriminazione legale contro diversi cristiano sette in Portogallo abolendo la distinzione tra Vecchio e Nuovi cristiani.

Le più grandi riforme di Carvalho e Melo furono economiche e finanziarie, con la creazione di diverse società e corporazioni per regolare ogni attività commerciale. Ha creato uno dei primi sistemi di denominazione nel mondo delimitando la regione per la produzione di Porta garantire la qualità del vino; e questo è stato il primo tentativo di controllare la qualità e la produzione del vino in Europa. Ha governato con mano forte imponendo una legge rigorosa a tutte le classi della società portoghese, dall'alta nobiltà alla classe operaia più povera, insieme a una revisione diffusa del sistema fiscale del paese. Queste riforme gli fecero guadagnare nemici nelle classi superiori, specialmente tra l'alta nobiltà, che lo disprezzava come un nuovo arrivato sociale.

Il 1755 terremoto di Lisbona ha devastato il Portogallo con una magnitudo stimata tra 8.5 e 9.0.

Il disastro cadde sul Portogallo la mattina del 1 ° novembre 1755, quando Lisbona è stato colpito da un violento terremoto con una stima magnitudo momento di 8.5-9. La città è stata rasa al suolo dal terremoto e dal successivo tsunami e dagli incendi che ne sono seguiti.[85] Carvalho e Melo sopravvissero per un colpo di fortuna e subito si imbarcano nella ricostruzione della città, con la sua celebre frase: "E adesso? Seppelliamo i morti e ci prendiamo cura dei vivi".

Nonostante la calamità e l'enorme bilancio delle vittime, Lisbona non ha subito epidemie e in meno di un anno era già stata ricostruita. Il nuovo centro della città di Lisbona è stato progettato per resistere ai successivi terremoti. I modelli architettonici sono stati costruiti per i test e gli effetti di un terremoto sono stati simulati facendo marciare le truppe intorno ai modelli. Gli edifici e le grandi piazze del Pombaline Downtown rimangono ancora una delle attrazioni turistiche di Lisbona. Anche Carvalho e Melo hanno dato un importante contributo allo studio del sismologia progettando un'indagine dettagliata sugli effetti del terremoto, il Memorie parrocchiali del 1758, che è stato inviato ad ogni parrocchia del paese; questa ricchezza di informazioni consente agli scienziati moderni di ricostruire l'evento con un certo grado di precisione scientifica.

Dopo il terremoto, Giuseppe I ha dato al suo Primo Ministro ancora più potere, e Carvalho de Melo è diventato un potente, dittatore progressista. Man mano che il suo potere cresceva, i suoi nemici aumentavano di numero e divennero frequenti aspre dispute con l'alta nobiltà. Nel 1758 Joseph I fu ferito in un tentato omicidio. Il Famiglia Távora e il Duca di Aveiro erano implicati e eseguito sommariamente dopo un rapido processo. L'anno successivo, il Gesuiti erano soppressa ed espulsa dal paese e i loro beni confiscati dalla corona. Carvalho e Melo non hanno risparmiato nessuno, nemmeno donne e bambini (in particolare, 8 anni Leonor de Almeida Portogallo, imprigionato in un convento per diciannove anni). Questo fu il colpo finale che schiacciò tutta l'opposizione dimostrando pubblicamente che persino l'aristocrazia era impotente davanti al fedele ministro del re. Giuseppe I ha nobilitato Carvalho e Melo come conte di Oeiras nel 1759.

Nel 1762, La Spagna ha invaso il territorio portoghese come parte di Guerra dei sette anni, ma nel 1763 il status quo tra la Spagna e il Portogallo prima della guerra era stata ripristinata.

Dopo l'affare Távora, il nuovo conte di Oeiras non conosceva opposizione. Ulteriormente intitolato "Marquês de Pombal" nel 1770, governò efficacemente il Portogallo fino alla morte di Giuseppe I nel 1777.

Il nuovo sovrano, la regina Maria I del Portogallo, detestava il marchese di Pombal a causa del potere che aveva accumulato, e non lo perdonò mai per la spietatezza con cui aveva inviato la famiglia Távora, e dopo la sua ascesa al trono, lei ritirò tutti i suoi incarichi politici. Il marchese di Pombal fu bandito nella sua tenuta a Pombal, dove morì nel 1782.

However, historians also argue that Pombal's "enlightenment," while far-reaching, was primarily a mechanism for enhancing autocracy at the expense of individual liberty and especially an apparatus for crushing opposition, suppressing criticism, and furthering colonial economic exploitation as well as intensifying book censorship and consolidating personal control and profit.[86]

Era napoleonica

With the occupation by Napoleon, Portugal began a slow but inexorable decline that lasted until the 20th century. This decline was hastened by the indipendenza del Brasile, the country's largest colonial possession.

In the autumn of 1807, Napoleone moved French troops through Spain to invade Portugal. From 1807 to 1811, British-Portuguese forces would successfully fight against the French invasion of Portugal in the Guerra peninsulare, during which the royal family and the Portuguese nobiltà, including Maria I, relocated to the Portuguese territory of Brazil, at that time a colony of the Impero portoghese, in Sud America. Questo episodio è noto come Trasferimento della Corte portoghese in Brasile.

In 1807, as Napoleon's army closed in on Lisbon, João VI del Portogallo, il Principe reggente, transferred his court to Brazil and established Rio de Janeiro as the capital of the Portuguese Empire. In 1815, Brazil was declared a Kingdom and the Kingdom of Portugal was united with it, forming a pluricontinental state, the Regno Unito del Portogallo, Brasile e Algarves.

The frontispiece of the 1826 Portuguese Constitution featuring King-Emperor Pedro IV e sua figlia Queen Maria II

As a result of the change in its status and the arrival of the Portuguese royal family, Brazilian administrative, civic, economico, militare, educativo, e scientifico apparatus were expanded and highly modernized. Portuguese and their allied British troops fought against the French Invasion of Portugal and by 1815 the situation in Europe had cooled down sufficiently that João VI would have been able to return safely to Lisbon. However, the King of Portugal remained in Brazil until the Rivoluzione liberale del 1820, che è iniziato in Porto, demanded his return to Lisbon in 1821.

Thus he returned to Portugal but left his son Pedro in charge of Brazil. When the Portuguese Government attempted the following year to return the Kingdom of Brazil to subordinate status, his son Pedro, with the overwhelming support of the Brazilian elites, declared L'indipendenza del Brasile dal Portogallo. Cisplatina (today's sovereign state of Uruguay), in the south, was one of the last additions to the territory of Brazil under Portuguese rule.

Brazilian independence was recognized in 1825, whereby Emperor Pedro I granted to his father the titular honour of Imperatore del Brasile. John VI's death in 1826 caused serious questions in his succession. Though Pedro was his heir, and reigned briefly as Pedro IV, his status as a Brazilian monarch was seen as an impediment to holding the Portuguese throne by both nations. Pedro abdicated in favour of his daughter, Maria II (Mary II). However, Pedro's brother, Infante Miguel, claimed the throne in protest. After a proposal for Miguel and Maria to marry failed, Miguel seized power as King Miguel I, in 1828. In order to defend his daughter's rights to the throne, Pedro launched the Guerre liberali to reinstall his daughter and establish a constitutional monarchy in Portugal. The war ended in 1834, with Miguel's defeat, the promulgation of a constitution, and the reinstatement of Queen Maria II.

Monarchia costituzionale

Top to bottom: The Regicidio di Lisbona (1908), Manuel II's acclamation as King (1908) and the Proclamazione della Repubblica (1910)

Queen Maria II (Mary II) and King Ferdinando II's son, King Pedro V (Peter V) modernized the country during his short reign (1853–1861). Under his reign, roads, telegraphs, and railways were constructed and improvements in public health advanced. His popularity increased when, during the colera outbreak of 1853–1856, he visited hospitals handing out gifts and comforting the sick. Pedro's reign was short, as he died of cholera in 1861, after a series of deaths in the royal family, including his two brothers Infante Fernando e Infante João, duca di Beja, e sua moglie, Stephanie di Hohenzollern-Sigmaringen. Pedro not having children, his brother, Luís I del Portogallo (Louis I) ascended the throne and continued his modernization.

At the height of European colonialism in the 19th century, Portugal had already lost its territory in South America and all but a few bases in Asia. Luanda, Benguela, Bissau, Lourenço Marques, Porto Amboim e il Isola del Mozambico were among the oldest Portuguese-founded port cities in its African territories. During this phase, Portuguese colonialism focused on expanding its outposts in Africa into nation-sized territories to compete with other European powers there.

Con il Conferenza di Berlino of 1884, Portuguese territories in Africa had their borders formally established on request of Portugal in order to protect the centuries-long Portuguese interests in the continent from rivalries enticed by the Scramble for Africa. Portuguese towns and cities in Africa like Nova Lisboa, Sá da Bandeira, Silva Porto, Malanje, Tete, Vila Junqueiro, Vila Pery e Vila Cabral were founded or redeveloped inland during this period and beyond. New coastal towns like Beira, Moçâmedes, Lobito, João Belo, Nacala e Porto Amélia sono stati anche fondati. Even before the turn of the 20th century, railway tracks as the Ferrovia Benguela in Angola, and the Ferrovia di Beira in Mozambique, started to be built to link coastal areas and selected inland regions.

Other episodes during this period of the Portuguese presence in Africa include the 1890 Ultimatum britannico. This forced the Portuguese military to retreat from the land between the Portuguese colonies of Mozambico e Angola (la maggior parte dei giorni nostri Zimbabwe e Zambia), which had been claimed by Portugal and included in its "Pink Map", which clashed with British aspirations to create a Cape to Cairo Railway.

The Portuguese territories in Africa were capo Verde, São Tomé e Príncipe, Guinea portoghese, Angola, e Mozambico. The tiny fortress of São João Baptista de Ajudá sulla costa di Dahomey, was also under Portuguese rule. In addition, Portugal still ruled the Asian territories of India portoghese, Timor portoghese e Macao portoghese.

On February 1, 1908, King Dom Carlos I del Portogallo e il suo erede apparente e suo figlio maggiore, Prince Royal Dom Luís Filipe, Duca di Braganza, were assassinated in Lisbon nel Terreiro do Paço by two Portuguese republican activist revolutionaries, Alfredo Luís da Costa e Manuel Buíça. Under his rule, Portugal had been declared in bancarotta twice – first on June 14, 1892, and then again on May 10, 1902 – causing social turmoil, economic disturbances, angry protests, revolts and criticism of the monarchy. His second and youngest son, Manuele II del Portogallo, became the new king, but was eventually overthrown by the 5 October 1910 Portuguese republican revolution, which abolished the monarchy and installed a repubblicano government in Portugal, causing him and his royal family to flee into esilio nel Londra, Inghilterra.

First Republic and Estado Novo

Da sinistra a destra: presidente Bernardino Machado, Presidente Teófilo Braga, Presidente António José de Almeidae Primo Ministro Afonso Costa; 1911

The new republic had many problems. Portugal had 45 different governments in just 15 years. Durante Prima guerra mondiale (1914–1918), Portugal helped the Alleati combattere il Poteri centrali. But the war hurt its weak economy. Political instability and economic weaknesses were fertile ground for chaos and unrest during the Prima Repubblica portoghese. These conditions would lead to the failed Monarchia del Nord, 28 maggio 1926 colpo di stato, and the creation of the National Dictatorship (Ditadura Nacional).This in turn led to the establishment of the right-wing dictatorship of the Estado Novo sotto António de Oliveira Salazar nel 1933.

Portugal remained neutral in seconda guerra mondiale.From the 1940s to the 1960s, Portugal was a founding member of NATO, OCSE e il Associazione europea di libero scambio (EFTA). Gradually, new economic development projects and relocation of mainland Portuguese citizens into the overseas provinces in Africa were initiated, with Angola e Mozambico, as the largest and richest overseas territories, being the main targets of those initiatives. These actions were used to affirm Portugal's status as a transcontinentale nation and not as a colonial empire.

After India attained independence in 1947, pro-Indian residents of Dadra e Nagar Haveli, with the support of the Indian government and the help of pro-independence organizations, separated the territories of Dadra and Nagar Haveli from Portuguese rule in 1954.[87] Nel 1961, Forte di São João Baptista de Ajudá's annexation by the Repubblica del Dahomey was the start of a process that led to the final dissolution of the centuries-old Portuguese Empire.

António de Oliveira Salazar ruled Portugal from 1932 to 1968, within the Estado Novo regime.

According to the census of 1921 São João Baptista de Ajudá had 5 inhabitants and, at the moment of the ultimatum by the Dahomey Government, it had only 2 inhabitants representing Portuguese Sovereignty.

Another forcible retreat from overseas territories occurred in December 1961 when Portugal refused to relinquish the territories of Goa, Daman e Diu nel India. As a result, the Portuguese army and navy were involved in armed conflict in its colony of India portoghese contro il Forze armate indiane.

Il operations resulted in the defeat and surrender of the limited Portuguese defensive garrison, which was forced to surrender to a much larger military force. The outcome was the loss of the remaining Portuguese territories in the subcontinente indiano. The Portuguese regime refused to recognize Indian sovereignty over the annexed territories, which continued to be represented in Portugal's National Assembly until the military coup of 1974.

Also in the early 1960s, independence movements in the Portuguese overseas provinces of Angola, Mozambico e Guinea in Africa, resulted in the Guerra coloniale portoghese (1961–1974).

Throughout the colonial war period Portugal had to deal with increasing dissent, arms embargoes and other punitive sanctions imposed by most of the international community. However, the authoritarian and conservative Estado Novo regime, first installed and governed by António de Oliveira Salazar and from 1968 onwards led by Marcelo Caetano, tried to preserve a vast centuries-long intercontinental empire with a total area of 2,168,071 km2.[88]

Carnation Revolution and European integration

Africa portoghese before independence in 1975

The Portuguese government and army resisted the decolonizzazione of its overseas territories until April 1974, when a bloodless left-wing military colpo di stato in Lisbon, known as the Rivoluzione dei garofani, led the way for the independence of the overseas territories in Africa and Asia, as well as for the restoration of democracy after two years of a transitional period known as PREC (Processo Revolucionário Em Curso). This period was characterized by social turmoil and power disputes between left- and right-wing political forces. By the summer of 1975, the tension between these was so high, that the country was on the verge of civil war. The forces connected to the extreme left-wing launched a further colpo di stato on 25 November but the Group of Nine, a moderate military faction, immediately initiated a counter-coup. The main episode of this confrontation was the successful assault on the barracks of the left-wing dominated Military Police Regiment by the moderate forces of the Commando Regiment, resulting in three soldiers ucciso in azione. The Group of Nine emerged victorious, thus preventing the establishment of a comunista state in Portugal and ending the period of political instability in the country. The retreat from the overseas territories and the acceptance of its independence terms by Portuguese head representatives for overseas negotiations, which would create independent states in 1975, prompted a mass exodus of Portuguese citizens from Portugal's African territories (mostly from Portuguese Angola e Mozambico).[89][90]

Oltre un milione Portuguese refugees fled the former Portuguese provinces as white settlers were usually not considered part of the new identities of the former Portuguese colonies in Africa and Asia. Mário Soares e António de Almeida Santos were charged with organizing the independence of Portugal's overseas territories. By 1975, all the Portuguese African territories were independent and Portugal held its first democratic elections in 50 anni.

Portugal continued to be governed by a Junta de Salvação Nacional fino al Portuguese legislative election of 1976. È stato vinto dal Partito socialista portoghese (PS) and Mário Soares, its leader, became Prime Minister of the 1st Constitutional Government on 23 July. Mário Soares would be Prime Minister from 1976 to 1978 and again from 1983 to 1985. In this capacity Soares tried to resume the economic growth and development record that had been achieved before the Carnation Revolution, during the last decade of the previous regime. He initiated the process of accession to the Comunità Economica Europea (EEC) by starting accession negotiations as early as 1977.

Mário Soares became Portugal's first democratically elected Prime-Minister in 1976.

After the transition to democracy, Portugal bounced between socialismo e l'adesione al neoliberista modello. Riforma terriera e nazionalizzazioni were enforced; il Costituzione portoghese (approved in 1976) was rewritten in order to accommodate socialist and communist principles. Until the constitutional revisions of 1982 and 1989, the constitution was a document with numerous references to socialism, the rights of workers, and the desirability of a economia socialista. Portugal's economic situation after the revolution obliged the government to pursue Fondo monetario internazionale (IMF)-monitored stabilization programs in 1977–78 and 1983–85.

In 1986, Portugal, along with Spain, joined the Comunità Economica Europea (EEC) that later became the European Union (EU). In the following years Portugal's economy progressed considerably as a result of EEC/EU fondi strutturali e di coesione and Portuguese companies' easier access to foreign markets.

Portugal's last overseas and Asian colonial territory, Macao, was peacefully handed over to the Repubblica popolare cinese (PRC) on December 20, 1999, under the 1987 joint declaration that set the terms for Macau's handover from Portugal to the PRC. In 2002, the independence of Timor Est (Asia) was formally recognized by Portugal, after an incomplete decolonization process that was started in 1975 because of the Carnation Revolution, but interrupted by an indonesiano armed invasion and occupazione.

Il Trattato di Lisbona was signed in 2007, when Portugal held the presidency for the Consiglio europeo.

On 26 March 1995, Portugal started to implement Area Schengen rules, eliminating border controls with other Schengen members while simultaneously strengthening border controls with non-member states. In 1996 the country was a co-founder of the Comunità dei paesi di lingua portoghese (CPLP) headquartered in Lisbon. Nel 1996, Jorge Sampaio è diventato presidente. Ha vinto rielezione nel gennaio 2001. Expo '98 took place in Portugal and in 1999 it was one of the founding countries of the Euro e il eurozona. On July 5, 2004, José Manuel Barroso, poi Primo ministro del Portogallo, was nominated Presidente della Commissione Europea, the most powerful office in the European Union. Il 1 ° dicembre 2009, il Trattato di Lisbona entered into force, after it had been signed by the European Union member states on 13 December 2007 in the Monastero di Jerónimos, in Lisbon, enhancing the efficiency and democratic legitimacy of the Union and improving the coherence of its action. Il repubblica d'Irlanda was the only EU state to hold a democratic referendum on the Lisbon Treaty. It was initially rejected by voters in 2008.

Economic disruption and an unsustainable growth in debito governativo durante crisi finanziaria del 2007-2008 led the country to negotiate in 2011 with the IMF and the European Union, through the European Financial Stability Mechanism (EFSM) and the Strumento europeo per la stabilità finanziaria (EFSF), a loan to help the country stabilize its finances.

Geografia

Topography and administration.

The territory of Portugal includes an area on the Penisola Iberica (indicato come il continente by most Portuguese) and two archipelagos in the Atlantic Ocean: the archipelagos of Madera e il Azzorre. Si trova tra le latitudini 30° e 42 ° Ne longitudini 32° e 6 ° O.

Portogallo continentale is split by its main river, the Tago, that flows from Spain and disgorges in the Estuario del Tago, in Lisbon, before escaping into the Atlantic. The northern landscape is mountainous towards the interior with several plateaus indented by river valleys, whereas the south, including the Algarve e il Alentejo regions, is characterized by rolling plains.[91]

Portugal's highest peak is the similarly named Monte Pico sull'isola di Pico nelle Azzorre. This ancient volcano, which measures 2,351 m (7,713 ft) is an iconic symbol of the Azores, while the Serra da Estrela on the mainland (the summit being 1,991 m (6,532 ft) above sea level) is an important seasonal attraction for skiers and winter sports enthusiasts.

The archipelagos of Madeira and the Azores are scattered within the Atlantic Ocean: the Azores straddling the Dorsale medio atlantica on a tectonic triple junction, and Madeira along a range formed by in-plate punto di accesso geologia. Geologically, these islands were formed by volcanic and seismic events. The last terrestrial volcanic eruption occurred in 1957–58 (Capelinhos) and minor earthquakes occur sporadically, usually of low intensity.

Portugal's exclusive economic zone, a sea zone over which the Portuguese have special rights over the exploration and use of marine resources, has 1,727,408 km2. This is the 3rd largest zona economica esclusiva of the European Union and the 20th largest in the world.[92]

Clima

Köppen climate classification map of Portugal

Portugal is defined as a clima mediterraneo (Csa in the South, interior, and Douro region; Csb in the North, Central coastal Portugal and a small portion of western Algarve),[93] but has other climatic characteristics such as a Temperate Maritime climate (Cfb) in the mountains located in Northwestern sector (mainland) and also in some high altitude zones of Azorean islands, a Clima semiarido in certain parts of Beja district far South (BSk) e in Isola di Porto Santo (BSh), a Warm Desertic climate (BWh) in the Isole Selvagens e a Clima subtropicale umido nell'ovest Azzorre (Cfa), according to the Köppen-Geiger Climate Classification. It is one of the warmest European countries: the annual average temperature in Portogallo continentale varies from 10–12 °C (50.0–53.6 °F) in the mountainous interior north to 16–18 °C (60.8–64.4 °F) in the south and on the Guadiana bacino fluviale. There are however, variations from the highlands to the lowlands: Spanish biologist Salvador Rivas Martinez presents several different bioclimatic zones for Portugal.[94] Il Algarve, separato dal Alentejo region by mountains reaching up to 900 metres (3,000 ft) in Alto da Fóia, has a climate similar to that of the southern coastal areas of Spain or Southwest Australia.

Annual average rainfall in the mainland varies from just over 3,200 mm (126.0 in) on the Parco nazionale di Peneda-Gerês to less than 500 mm (19.7 in) in southern parts of Alentejo. Monte Pico è riconosciuto come quello che riceve le maggiori precipitazioni annuali (oltre 6.250 mm (246,1 pollici) all'anno) in Portogallo, secondo Instituto Português do Mar e da Atmosfera.

In alcune aree, come il bacino della Guadiana, le temperature medie diurne annuali possono raggiungere i 26 ° C (79 ° F) e le temperature più alte dell'estate sono regolarmente superiori ai 40 ° C (104 ° F). Il massimo record di 47,4 ° C (117,3 ° F) è stato registrato in Amareleja, anche se questo potrebbe non essere il punto più caldo in estate, secondo le letture satellitari.[95][96]

Il Spiaggia di Marinha nel Lagoa, Algarve è considerato dal Guida Michelin come una delle 10 spiagge più belle d'Europa e come una delle 100 spiagge più belle del mondo.

Le nevicate si verificano regolarmente in inverno nell'entroterra settentrionale e centrale del paese in distretti come Guarda, Bragança, Viseu e Vila Real, in particolare in montagna. In inverno le temperature possono scendere sotto i −10,0 ° C (14,0 ° F), in particolare in Serra da Estrela, Serra do Gerês, Serra do Marão e Serra de Montesinho. In questi luoghi la neve può cadere in qualsiasi momento da ottobre a maggio. Nel Sud del Paese le nevicate sono rare ma si verificano ancora nelle quote più elevate. Mentre il minimo assoluto ufficiale di IPMA è −16,0 ° C (3,2 ° F) in Penhas da Saúde e Miranda do Douro, sono state registrate temperature più basse, come -17,5 ° C (0,5 ° F) di Bragança Politecnico nella periferia della città nel 1983 e sotto i −20,0 ° C (−4,0 ° F) nella Serra da Estrela.

Il Portogallo ha da 2300 a 3200 ore di sole all'anno, una media di 4-6 ore in inverno e 10-12 ore in estate, con valori più alti nel sud-est e più bassi nel nord-ovest.

Le coste occidentali e sud-occidentali del Portogallo hanno un oceano estremo ritardo stagionale, le temperature del mare sono più calde ad ottobre che a luglio e le più fredde a marzo temperatura della superficie del mare sulla costa occidentale del Portogallo continentale varia da 14-16 ° C (57,2-60,8 ° F) in gennaio-marzo a 19-21 ° C (66,2-69,8 ° F) in agosto-ottobre, mentre sulla costa meridionale varia da 16 ° C (60,8 ° F) in gennaio-marzo e aumenta in estate a circa 22-23 ° C (71,6-73,4 ° F), raggiungendo occasionalmente i 26 ° C (78,8 ° F).[97] Nelle Azzorre, da circa 16 ° C (60,8 ° F) in febbraio-aprile a 22-24 ° C (71,6-75,2 ° F) in luglio-settembre,[98] ea Madeira, intorno ai 18 ° C (64,4 ° F) da febbraio-aprile a 23-24 ° C (73,4-75,2 ° F) ad agosto-ottobre.[99]

Sia gli arcipelaghi delle Azzorre che quelli di Madeira hanno un clima subtropicale, sebbene esistano variazioni tra le isole, rendendo le previsioni meteorologiche molto difficili (a causa della topografia ruvida). Gli arcipelaghi di Madeira e delle Azzorre hanno una gamma di temperature più ristretta, con temperature medie annuali che superano i 20 ° C (68 ° F) in alcune parti della costa (secondo l'Istituto meteorologico portoghese). Alcune isole delle Azzorre hanno mesi più asciutti in estate. Di conseguenza, le isole delle Azzorre sono state identificate come aventi a Clima mediterraneo (entrambi Csa e Csb tipi), mentre alcune isole (come Flores o Corvo) sono classificati come Subtropicale umido (Cfa), passando a un file Clima oceanico (Cfb) ad altitudini più elevate, secondo la classificazione Köppen-Geiger.

Isola di Porto Santo a Madeira ha un clima caldo semi-arido (BSh). Il Isole selvagge, che fanno parte del territorio regionale di Madeira e una riserva naturale sono unici per essere classificati come clima desertico (BWh) con una piovosità media annua di circa 150 mm (5,9 pollici). La temperatura della superficie del mare in queste isole varia da 18,5 ° C (65,3 ° F) in inverno a 23-24 ° C (73,4-75,2 ° F) in estate, raggiungendo occasionalmente i 25 ° C (77,0 ° F).[citazione necessaria]

Biodiversità

Parco nazionale di Peneda-Gerês è l'unico parco designato a livello nazionale in Portogallo, a causa della rarità e dell'importanza del suo ambiente.

Nonostante il fatto che il Portogallo sia stato occupato dagli esseri umani per migliaia di anni, è rimasto ancora molto dell'originale bioma.

Nel Gerês si possono trovare sia foreste mature di latifoglie che di conifere, una foresta mediterranea matura estremamente rara in tutto il mondo rimane in alcune parti del Arrábida montagna e subtropicale laurissilva La foresta, risalente al periodo terziario, copre la sua più vasta area continua al mondo nell'isola principale di Madeira. A causa della diminuzione della popolazione umana e dell'esodo rurale, la quercia dei Pirenei e altri alberi autoctoni locali stanno colonizzando molte aree abbandonate.

Cinghiale, Il cervo rosso iberico, il capriolo e la capra selvatica iberica si sarebbero espansi notevolmente negli ultimi decenni. Di recente sono stati trovati cinghiali che vagavano di notte all'interno di grandi aree urbane, come in Setubal. Aree protette del Portogallo includono un parco nazionale, 12 parchi naturali, nove riserve naturali, cinque monumenti naturali e sette paesaggi protetti, tra cui il Parque Nacional da Peneda-Gerês, il Parque Natural da Serra da Estrela e il Paul d'Arzila.

Questi ambienti naturali sono modellati da una flora diversificata e includono specie diffuse di pino (in particolare il Pinus pinaster e Pinus pinea specie), la quercia inglese (Quercus robur), la quercia dei Pirenei (Quercus pyrenaica) la castagna (Castanea sativa), la quercia da sughero (Quercus suber), il leccio (Quercus ilex) o la quercia portoghese (Quercus faginea). A causa del loro valore economico, alcune specie del genere Eucalipto sono state introdotte e sono ormai comuni, nonostante il loro impatto ambientale.

Da sinistra a destra: a Uomo di guerra portoghese, a camaleonte comune, a Petrel delle tempeste di Madeira, e un Lince iberica. Il Portogallo funge da punto d'incontro per entrambi atlantico e mediterraneo specie.

Laurisilva è un tipo unico di foresta pluviale subtropicale, che al giorno d'oggi, in Europa, è limitata solo alla penisola iberica: nelle Azzorre, e in particolare sull'isola di Madeira, ci sono grandi foreste di endemismo Laurisilva (quest'ultimo protetto come riserva del patrimonio naturale). Ci sono diverse specie di diverse mammifero fauna, compreso il Volpe, tasso, lince iberica, lupo iberico, capra selvatica (Capra pyrenaica), gatto selvatico (Felis silvestris), lepre, donnola, puzzola, camaleonte, mangusta, civet, l'occasionale orso bruno[100] e molti altri. Il Portogallo è una tappa importante per gli uccelli migratori, in luoghi come Capo St. Vincent o il Monchique montagne, dove migliaia di uccelli attraversano dall'Europa all'Africa durante l'autunno o in primavera (migrazione di ritorno).

La maggior parte delle specie avicole si riunisce lungo il Penisola Iberica poiché è lo scalo più vicino tra il Nord Europa e l'Africa. Seicento specie di uccelli sono presenti in Portogallo (sia per la nidificazione che durante il corso della migrazione) e ogni anno ci sono nuovi registri delle specie nidificanti. Gli arcipelaghi delle Azzorre e di Madeira sono scalo transitorio per uccelli americani, europei e africani, mentre il Portogallo continentale incontra principalmente specie di uccelli europee e africane.

Ci sono più di 100 specie di pesci d'acqua dolce, che variano dal pesce gatto europeo gigante (in Parco Naturale Internazionale del Tago) ad alcune specie piccole ed endemiche che vivono solo in piccoli laghi (lungo la parte occidentale del paese, per esempio). Alcune di queste specie rare e specifiche sono altamente minacciate a causa della perdita di habitat, dell'inquinamento e della siccità. La risalita lungo la costa occidentale del Portogallo rende il mare estremamente ricco di sostanze nutritive e di diverse specie di pesci marini; le acque marine portoghesi sono tra le più ricche del mondo. Pesce marino le specie sono più comuni e includono migliaia di specie, come il sardina (Sardina pilchardus), tonno e Sgombro atlantico. Anche le specie bioluminescenti sono ben rappresentate (comprese specie in diverse forme e spettro di colori), come il plancton luminoso che è possibile osservare su alcune spiagge.

Esistono molte specie di insetti endemici, la maggior parte si trova solo in alcune parti del Portogallo, mentre altre specie sono più diffuse come il cervo volante (Lucanus cervus) e il cicala. Il Macaronesico le isole (Azzorre e Madeira) hanno molte specie endemiche (come uccelli, rettili, pipistrelli, insetti, lumache e lumache) che si sono evolute indipendentemente dalle altre regioni del Portogallo. A Madeira, ad esempio, è possibile osservare più di 250 specie di terra gasteropodi.

governo e politica

Il Portogallo è stato un semi-presidenziale democratico rappresentativo repubblica dalla ratifica del Costituzione del 1976, con Lisbona, la città più grande della nazione, come sua capitale[citazione necessaria]. La Costituzione prevede la divisione o separazione dei poteri tra quattro organi denominati "organi di Sovranità": il Presidente della Repubblica, il Governo, il Assemblea della Repubblica e il Tribunali.[101]

Il Presidente, che viene eletto per un mandato di cinque anni, ha un ruolo esecutivo: l'attuale Presidente lo è Marcelo Rebelo de Sousa. L'Assemblea della Repubblica è un parlamento monocamerale composto da un massimo di 230 deputati eletti per un mandato di quattro anni. Il governo è guidato dal primo ministro (attualmente António Costa) e comprende Ministri e Segretari di Stato. Il Tribunali sono organizzati su più livelli, tra i rami giudiziario, amministrativo e fiscale. Il Corti supreme sono istituzioni di ultima istanza / ricorso. Un tredici membri Corte Costituzionale sovrintende alla costituzionalità delle leggi.

Il Portogallo gestisce un sistema multipartitico di legislature competitive / governi amministrativi locali a livello nazionale, regionale e locale. L'Assemblea della Repubblica, le Assemblee regionali e le municipalità e le parrocchie locali, sono dominate da due partiti politici, il Partito socialista e il Partito socialdemocratico, in aggiunta a Coalizione democratica unitaria (Partito Comunista Portoghese e Festa ecologista "I Verdi"), il Blocco sinistro e il Centro democratico e sociale - Partito popolare, che raccolgono regolarmente tra il 5 e il 15% dei voti.

Presidenza della Repubblica

Palazzo di Belém funge da residenza ufficiale e luogo di lavoro del Presidente della Repubblica.

Il Capo di Stato del Portogallo è il Presidente della Repubblica, eletto per un mandato di cinque anni direttamente, suffragio universale. Lui o lei ha anche supervisione e poteri di riserva. I poteri presidenziali includono la nomina del Primo Ministro e degli altri membri del Governo (dove il Presidente tiene conto dei risultati delle elezioni legislative); licenziamento del Presidente del Consiglio; scioglimento dell'Assemblea della Repubblica (per indire elezioni anticipate); veto legislazione (che può essere ignorata dall'Assemblea); e dichiarare uno stato di guerra o di assedio. Il presidente è anche il ex officio Comandante in capo delle forze armate.

Il Presidente è consigliato su questioni di rilievo dal Consiglio di Stato, che è composto da sei alti ufficiali civili, eventuali ex presidenti eletti in base alla Costituzione del 1976, cinque membri scelti dall'Assemblea e cinque scelti dal presidente.

Governo

Il Praça do Comércio ospita più ministeri della Governo del Portogallo.

Il governo è guidato dal presidente nominato primo ministro, comprendenti anche uno o più Vice Primi Ministri, Ministri, Sottosegretari di Stato e Sottosegretari di Stato.

Il Governo è sia l'organo di sovranità che conduce la politica generale del Paese sia l'organo superiore della pubblica amministrazione.

Ha essenzialmente poteri esecutivi, ma ha anche poteri legislativi limitati. Il Governo può legiferare sulla propria organizzazione, sugli ambiti coperti dalle autorizzazioni legislative concesse dall'Assemblea della Repubblica e sulla disciplina specifica delle leggi generaliste emanate dall'Assemblea.

Il Consiglio dei ministri - sotto la presidenza del Primo Ministro (o del Presidente del Portogallo su richiesta di quest'ultimo) e dei Ministri (può includere anche uno o più Vice Primi Ministri) - agisce come Consiglio dei ministri. Ogni governo è tenuto a definire le linee generali delle proprie politiche in un programma e presentarlo all'Assemblea per un periodo di dibattito obbligatorio. Il mancato rigetto da parte dell'Assemblea del programma di governo da parte della maggioranza assoluta dei deputati conferma il governo in carica.

Parlamento

Il Assemblea della Repubblica, a Lisbona, è la nazionale parlamento del Portogallo. È il principale organo legislativo, sebbene il governo abbia anche poteri legislativi limitati.

L'Assemblea della Repubblica è un organo unicamerale composto da un massimo di 230 deputati. Eletto a suffragio universale secondo un sistema di Chiuso rappresentanza proporzionale di partito, i deputati restano in carica per quattro anni, a meno che il Presidente non sciolga l'Assemblea e richieda nuove elezioni.

Attualmente il governo (PS) e le parti che lo sostengono attraverso a accordo di fiducia e fornitura (ESSERE, PCP, PEV) controlla il parlamento con il maggior numero di seggi. Il PSD e CDS-PP i partiti formano l'opposizione al governo a fianco PADELLA, Chega, Iniciativa Liberal e Partido Livre.

Legge e politica in materia di droga

Campus of Justice di Lisbona

Il sistema giuridico portoghese fa parte del sistema giuridico di diritto civile, chiamato anche sistema giuridico di famiglia continentale. Le leggi principali includono la Costituzione (1976 e successive modifiche), la Codice civile portoghese (1966, come modificato) e il Codice penale del Portogallo (1982, come modificato). Altre leggi rilevanti sono le Codice commerciale (1888, come modificato) e il Codice di procedura civile (1961, come modificato).

I tribunali nazionali supremi sono i Corte Suprema di Giustizia e il Corte Costituzionale. Il Ministero pubblico, presieduto dal Procuratore Generale della Repubblica, costituisce l'organo autonomo dei pubblici ministeri.

Le leggi portoghesi sono state applicate nella prima colonie e territori e continuano ad essere le principali influenze per quei paesi.

Il Portogallo è stato il primo paese al mondo ad abolire ergastolo (nel 1884) ed è stato uno dei primi paesi a abolire la pena di morte. Le pene detentive massime sono limitate a 25 anni.

Il Portogallo è noto anche per aver depenalizzato l'uso di tutte le droghe comuni nel 2001, il primo paese al mondo a farlo. Il Portogallo ha depenalizzato il possesso di tutti i farmaci che sono ancora illegali in altre nazioni sviluppate, comprese cannabis, cocaina, eroina, e LSD. Sebbene il possesso sia legale, il traffico e il possesso di più di "10 giorni di uso personale" sono ancora punibili con la reclusione e con multe. Le persone sorprese con piccole quantità di qualsiasi droga hanno la possibilità di andare in una struttura di riabilitazione e possono rifiutare il trattamento senza conseguenze. Nonostante le critiche di altre nazioni europee, che hanno affermato che il consumo di droga del Portogallo aumenterebbe enormemente, l'uso complessivo di droghe è diminuito insieme al numero di HIV casi di infezione, che erano diminuiti del 50% entro il 2009. Anche l'uso di droghe tra i 16 ei 18 anni è diminuito, tuttavia l'uso di marijuana è aumentato solo leggermente in quella fascia di età.[102][103][104]

Diritti LGBTI

Diritti LGBTI sono aumentati notevolmente negli ultimi anni. Il 27 agosto 2003, il Portogallo ha aggiunto la legge sul lavoro contro la discriminazione sulla base dell'orientamento sessuale.[105] Il 24 luglio 2004, l'orientamento sessuale è stato aggiunto alla Costituzione come parte delle caratteristiche protette dalla discriminazione.[106] Il 31 maggio 2010, il Portogallo è diventato il sesto paese in Europa e l'ottavo paese al mondo a riconoscerlo legalmente matrimonio omosessuale a livello nazionale. La legge è entrata in vigore il 5 giugno 2010.[107] Adozione dello stesso sesso è consentito dal 1 marzo 2016[108] così come l'accesso di una coppia dello stesso sesso femminile alla riproduzione medicalmente assistita dal 13 maggio 2016.[109] Questo disegno di legge è stato adottato dal Parlamento e firmato dal Presidente Marcelo Rebelo de Sousa.[110][111][112] A partire da gennaio 2017 il nuovo Legge dell'identità di genere,[113] ha semplificato il processo legale di Genere e cambio di nome per transgender persone, rendendo più facile per i minori cambiare i propri indicatore di sesso nei documenti legali.[114] Ad agosto 2018, il diritto a identita `di genere e espressione di genere l'autodeterminazione è stata protetta, intersessualità i minori sono stati protetti dalla legge dall'inutilità procedure mediche "fino a quando non si manifesta l'identità di genere del minore" e il diritto alla protezione dalla discriminazione sulla base di caratteristiche sessuali anche è stato protetto dalla stessa legge.[115]

Forze dell'ordine

Un cavaliere della Guardia nazionale repubblicanala guardia d'onore

Le principali organizzazioni di polizia del Portogallo sono il Guarda Nacional Republicana - GNR (Guardia nazionale repubblicana), a gendarmeria; il Polícia de Segurança Pública - PSP (Public Security Police), una forza di polizia civile che opera nelle aree urbane; e il Polícia Judiciária - PJ (Polizia giudiziaria), una polizia investigativa criminale altamente specializzata sotto la supervisione del Ministero pubblico.

Servizi di correzione

Il Portogallo dispone in totale di 49 strutture correttive gestite dal ministero della Giustizia. Includono 17 carceri centrali, 4 carceri speciali, 27 carceri regionali e 1 "Cadeia de Apoio" (Centro di detenzione di supporto).[116] La loro attuale popolazione carceraria è di circa 12.806 detenuti, pari a circa lo 0,12% dell'intera popolazione.[117] Il loro tasso di incarcerazione è in aumento dal 2010, con un aumento del 15% negli ultimi otto anni.[117]

divisioni amministrative

Amministrativamente, il Portogallo è diviso in 308 comuni (portoghese: municípios o concelhos), che dopo una riforma in 2013 sono suddivise in 3.092 parrocchie civili (portoghese: freguesia). Operativamente, il comune e la parrocchia civile, insieme al governo nazionale, sono gli unici legalmente unità amministrative locali identificati dal governo del Portogallo (ad esempio, città, paesi o villaggi non hanno alcun diritto, sebbene possano essere utilizzati come bacino per i servizi di definizione). A fini statistici, identifica anche il governo portoghese Nomenclatura delle unità territoriali per la statistica (NUTS), comunità intercomunali e informalmente, il sistema distrettuale, utilizzato fino all'integrazione europea (e in fase di graduale eliminazione dal governo nazionale).[ricerca originale?] Il Portogallo continentale è agglomerato in 18 distretti, mentre gli arcipelaghi delle Azzorre e di Madeira sono governati come regioni autonome; le unità più grandi, istituite dal 1976, sono entrambe Portogallo continentale (portoghese: Portogallo continentale) e il regioni autonome del Portogallo (Azzorre e Madera).

I 18 distretti del Portogallo continentale sono: Aveiro, Beja, Braga, Bragança, Castelo Branco, Coimbra, Évora, Faro, Guarda, Leiria, Lisbona, Portalegre, Porto, Santarém, Setúbal, Viana do Castelo, Vila Real e Viseu - ogni quartiere prende il nome del capoluogo di distretto.

All'interno del sistema NUTS dell'Unione europea, il Portogallo è diviso in sette regioni: il Azzorre, Alentejo, Algarve, Centro, Lisboa, Madera e Nortee, ad eccezione delle Azzorre e di Madera, le zone NUTS sono suddivise in 28 sottoregioni.

Quartieri[118]
 QuartiereLa zonaPopolazionePortugalNumbered.png QuartiereLa zonaPopolazione
1Lisbona2.761 km2 (1.066 miglia quadrate)2,250,53310Guarda5.518 km2 (2.131 miglia quadrate)160,939
2Leiria3.517 km2 (1.358 miglia quadrate)470,93011Coimbra3.947 km2 (1.524 miglia quadrate)430,104
3Santarém6.747 km2 (2.605 miglia quadrate)453,63812Aveiro2.808 km2 (1.084 miglia quadrate)714,200
4Setúbal5.064 km2 (1.955 miglia quadrate)851,25813Viseu5.007 km2 (1.933 miglia quadrate)377,653
5Beja10.225 km2 (3.948 miglia quadrate)152,75814Bragança6.608 km2 (2.551 miglia quadrate)136,252
6Faro4.960 km2 (1.915 miglia quadrate)451,00615Vila Real4.328 km2 (1,671 miglia quadrate)206,661
7Évora7.393 km2 (2.854 miglia quadrate)166,70616Porto2.395 km2 (925 miglia quadrate)1,817,117
8Portalegre6.065 km2 (2.342 miglia quadrate)118,50617Braga2.673 km2 (1.032 miglia quadrate)848,185
9Castelo Branco6.675 km2 (2.577 miglia quadrate)196,26418Viana do Castelo2.255 km2 (871 miglia quadrate)244,836
Regioni autonome
Regione autonomaLa zonaPopolazione
2.333 km2 (901 miglia quadrate)246,772
801 km2 (309 miglia quadrate)267,785

Relazioni estere

Uno stato membro di Nazioni Unite dal 1955 il Portogallo è anche uno dei membri fondatori di NATO (1949), OCSE (1961) e EFTA (1960); ha lasciato l'ultimo nel 1986 per entrare a far parte del Comunità Economica Europea, divenuta Unione Europea nel 1993.

Nel 1996, il Portogallo ha co-fondato il Comunità dei paesi di lingua portoghese (CPLP), noto anche come Lusophone Commonwealth, un'organizzazione internazionale e associazione politica di Lusofono nazioni in quattro continenti, dove portoghese è una lingua ufficiale. La sede globale della CPLP è in Palazzo Penafiel, nel Lisbona.

António Guterres, che ha servito come primo ministro del Portogallo dal 1995 al 2002 e Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati dal 2005 al 2015, ha assunto l'incarico di Segretario generale delle Nazioni Unite il 1 ° gennaio 2017; rendendolo il primo Segretario generale dell'Europa occidentale da allora Kurt Waldheim d'Austria (1972-1981), il primo ex capo del governo a diventare Segretario generale e il primo Segretario generale nato dopo l'istituzione delle Nazioni Unite il 26 giugno 1945.

Inoltre, il Portogallo è membro a pieno titolo del Unione Latina (1983) e il Organizzazione degli Stati iberoamericani (1949). Ha un'alleanza di amicizia e doppia cittadinanza trattato con la sua ex colonia, il Brasile. Portogallo e Regno Unito condividere l'accordo militare attivo più antico del mondo attraverso il loro Alleanza anglo-portoghese (Trattato di Windsor), firmato nel 1373.

Esistono due controversie territoriali internazionali, entrambe con la Spagna:

  • Olivenza. Sotto la sovranità portoghese dal 1297, il comune di Olivenza fu ceduto alla Spagna sotto il Trattato di Badajoz nel 1801, dopo il Guerra delle arance. Il Portogallo lo rivendicò nel 1815 sotto il Trattato di Vienna. Tuttavia, dal 19 ° secolo, è stato continuamente governato dalla Spagna che considera il territorio non solo loro di fatto ma anche de jure.[119]
  • Gli Ilhas Selvagens (Isole selvagge). L'arcipelago è sotto la dominazione portoghese ma è geograficamente più vicino al isole Canarie (165 km) rispetto a Madera (280 km). Trovate nel 1364 da navigatori italiani, le isole sono appartenute a proprietari privati ​​fino al 1971, quando il governo portoghese le ha acquistate e ha istituito un'area di riserva naturale che copre l'intero arcipelago. Le isole sono state rivendicate dalla Spagna dal 1911 e la disputa ha causato alcuni periodi di tensione politica tra i due paesi. Il problema principale non è tanto il loro valore intrinseco ma il fatto che espandono il Zona economica esclusiva del Portogallo notevolmente a sud.[120]

Militare

Le forze armate hanno tre rami: Marina Militare, Esercito e Air Force. Servono principalmente come forza di autodifesa la cui missione è proteggere l'integrità territoriale del paese e fornire assistenza umanitaria e sicurezza in patria e all'estero. A partire dal 2008, le tre filiali contavano 39.200 dipendenti attivi di cui 7.500 donne. Spese militari portoghesi nel 2009 è stato di 5 miliardi di dollari USA,[121] che rappresentano il 2,1 per cento del PIL. La coscrizione militare è stata abolita nel 2004. L'età minima per il reclutamento volontario è di 18 anni.

L'esercito (21.000 membri del personale) comprende tre brigate e altre piccole unità. Un brigata di fanteria (principalmente dotato di Pandur II APC), a brigata meccanizzata (principalmente dotato di Leopard 2 A6 serbatoi e M113 APC) e a Brigata di reazione rapida (consiste in paracadutisti, commandos e ranger). La Marina Militare (10.700 dipendenti, di cui 1.580 marines), la più antica forza navale sopravvissuta al mondo, ha cinque fregate, sette corvette, due sottomarini e 28 navi di pattuglia e ausiliarie. L'Air Force (7.500 membri del personale) dispone di Lockheed F-16 Fighting Falcon come il principale aereo da combattimento.

Oltre ai tre rami delle forze armate, c'è il Guardia nazionale repubblicana, una forza di sicurezza soggetta alla legge e all'organizzazione militare (gendarmeria) composto da 25.000 dipendenti. Questa forza è sotto l'autorità sia della Difesa che del Ministero dell'Interno. Ha fornito distaccamenti per la partecipazione alle operazioni internazionali in Iraq e Timor orientale.

Filiali delle forze armate portoghesi
Convoglio PoA Chaimite V-200 DF-SD-04-08002.JPEG
Esercito portoghese
Chaimite V-200
POS Corte Real (F 332) .jpg
Marina portoghese
MEKO-200 PN
Lockheed F-16A Fighting Falcon, Portogallo - Air Force AN1088466.jpg
Portoghese Air Force
F-16 Fighting Falcon

Gli Stati Uniti mantengono una presenza militare con 770 soldati nel Base aerea di Lajes a Isola di Terceira, nelle Azzorre. Il Allied Joint Force Command Lisbona (JFC Lisbona) - una delle tre principali suddivisioni di NATO'S Operazioni del comando alleato - ha sede in Oeiras, vicino a Lisbona.

Nel 20 ° secolo, il Portogallo è stato coinvolto in due grandi conflitti: prima guerra mondiale e il Guerra coloniale portoghese (1961–1974). Dopo la fine del Impero portoghese nel 1975, le forze armate portoghesi hanno partecipato a missioni di mantenimento della pace a Timor Est, Bosnia, Kosovo, Afghanistan, Somalia, Iraq (Nassiriya), Libano, Mali[122] e Repubblica Centrafricana.[123] Il Portogallo ha anche condotto diverse operazioni militari unilaterali indipendenti all'estero, così come i casi degli interventi delle forze armate portoghesi in Angola nel 1992 e in Guinea-Bissau nel 1998 con i principali obiettivi di protezione e ritiro dei cittadini portoghesi e stranieri minacciati da civili locali conflitti.

Finanza pubblica

Debito portoghese rispetto alla media dell'Eurozona
Debito in percentuale del economia del Portogallorispetto alla media della zona euro

Il governo portoghese è fortemente indebitato e ha ricevuto un salvataggio di 78 miliardi di euro dal Unione europea e il Fondo monetario internazionale nel maggio 2011.[124] Il rapporto tra il debito del Portogallo e la sua economia complessiva era del 107% quando ha ricevuto il piano di salvataggio.[124] Nell'ambito dell'accordo, il paese ha accettato di ridurre il deficit di bilancio dal 9,8% del PIL nel 2010 al 5,9% nel 2011, 4,5% nel 2012 e 3% nel 2013.[125]

Dopo l'annuncio del piano di salvataggio, il governo portoghese è stato guidato da Pedro Passos Coelho è riuscito ad attuare misure con l'intenzione di migliorare la situazione finanziaria dello Stato, inclusi aumenti fiscali, congelamento dei salari inferiori legati alla funzione pubblica e tagli dei salari più alti del 14,3%, oltre ai tagli alla spesa del governo. Anche il governo portoghese ha accettato di eliminarlo quota d'oro nel Portugal Telecom che gli dava potere di veto su decisioni vitali.[126][127] Nel 2012, tutti i dipendenti pubblici avevano già visto una riduzione salariale media del 20% rispetto alla loro base 2010, con tagli che hanno raggiunto il 25% per chi guadagna più di 1.500 euro al mese.[128]

Il FMI, il Commissione europea (CE) e il Banca centrale europea (BCE) ha dichiarato nel settembre 2012 che il debito del Portogallo avrebbe raggiunto il picco del 124% del prodotto interno lordo nel 2014.[129] Il FMI aveva precedentemente affermato nel luglio 2012 che il debito del Portogallo avrebbe raggiunto il picco di circa il 118,5% del PIL nel 2013.[129] Nel settembre 2013, il governo portoghese ha riesaminato il debito pubblico del Portogallo per il 2013 al 127,8 per cento, dopo un picco del 130,9 per cento in quel mese.[130]

Un rapporto pubblicato nel gennaio 2011 da Diário de Notícias[131] e pubblicato in Portogallo da Gradiva, aveva dimostrato che nel periodo compreso tra il Rivoluzione dei garofani nel 1974 e nel 2010, il democratico Governi della Repubblica portoghese ha incoraggiato una spesa eccessiva e bolle di investimento in situazioni poco chiare Partenariati pubblico-privato e il finanziamento di numerose consulenze esterne inefficaci e non necessarie e consultive di comitati e aziende. Ciò ha consentito considerevoli slittamento in gestione statale lavori pubblici e gonfiati i bonus e gli stipendi del top management e del capo ufficiale. Politiche di assunzione persistenti e durature hanno aumentato il numero di dipendenti pubblici in esubero. Rischioso credito, debito pubblico creazione ed europea fondi strutturali e di coesione sono stati gestiti male per quasi quattro decenni.[132]

Due banche portoghesi, Banco Português de Negócios (BPN) e Banco Privado Português (BPP), accumulava perdite da anni a causa di cattivi investimenti, appropriazione indebita e frode contabile. Il caso di BPN era particolarmente grave a causa delle sue dimensioni, della quota di mercato e delle implicazioni politiche: l'allora presidente del Portogallo, Cavaco Silva e alcuni dei suoi alleati politici, mantennero rapporti personali e commerciali con la banca e il suo amministratore delegato, che alla fine fu accusato e arrestato per frode e altri crimini.[133][134][135] Per evitare una crisi finanziaria potenzialmente grave nell'economia portoghese, il governo portoghese ha deciso di concedere loro un piano di salvataggio, alla fine con una futura perdita per i contribuenti e per il popolo portoghese in generale.

Economia

Una rappresentazione proporzionale delle esportazioni del Portogallo, a partire dal 2012

Il Portogallo è un sviluppato e a paese ad alto reddito, con un PIL pro capite del 77% della media dell'UE28 nel 2017 (in aumento dal 75% nel 2012)[136] e a HDI di 0,850 (il 40 ° più alto) nel 2018.[137] Alla fine del 2018, il PIL del Portogallo (PPA) era di $ 32.554 pro capite, secondo il rapporto dell'OCSE.[138] La valuta nazionale del Portogallo è il Euro (€), che ha sostituito il Escudo portoghese, e il paese era uno degli stati membri originali del eurozona. La banca centrale del Portogallo è la Banco de Portugal, parte integrante di Sistema europeo di banche centrali. La maggior parte delle industrie, delle imprese e delle istituzioni finanziarie sono concentrate nel Lisbona e Porto aree metropolitane - il Setúbal, Aveiro, Braga, Coimbra e Leiria I distretti sono i più grandi centri economici al di fuori di queste due aree principali. Secondo i World Travel Awards, il Portogallo è stata la destinazione golfistica leader in Europa nel 2012 e nel 2013.[139][140]

Dal momento che il Rivoluzione dei garofani del 1974, che culminò nella fine di uno dei più importanti del Portogallo fasi di espansione economica (iniziato negli anni '60),[141] si è verificato un cambiamento significativo nella crescita economica annuale della nazione.[142] Dopo le turbolenze della rivoluzione del 1974 e il PREC periodo, il Portogallo ha cercato di adattarsi a un cambiamento moderna economia globale, un processo che continua nel 2013. Dagli anni '90, il Portogallo consumo pubblico-basato sviluppo economico il modello si è lentamente trasformato in un sistema incentrato sulle esportazioni, investimento privato e lo sviluppo di High Tech settore. Di conseguenza, i servizi alle imprese hanno superato le industrie più tradizionali come il tessile, l'abbigliamento, le calzature e sughero (Il Portogallo è il principale produttore mondiale di sughero),[143] prodotti in legno e bevande.[144]

Novembre 2011 proteste contro le misure di austerità al di fuori del Assemblea della Repubblica

Nel secondo decennio del 21 ° secolo, l'economia portoghese ha subito la sua più grave recessione dagli anni '70, con il risultato che il paese ha dovuto essere salvato dalla Commissione europea, dalla Banca centrale europea e dal Fondo monetario internazionale (FMI). Il piano di salvataggio, concordato nel 2011, era necessario Portogallo per entrare in una serie di misure di austerità in cambio di un sostegno finanziario di € 78.000.000.000. Nel maggio 2014, il paese è uscito dal piano di salvataggio ma ha ribadito il suo impegno a mantenere il suo slancio riformista. Al momento dell'uscita dal piano di salvataggio, l'economia si era contratta dello 0,7% nel primo trimestre del 2014; tuttavia, la disoccupazione, sebbene ancora elevata, era scesa al 15,3%.[145]

Lo stipendio medio in Portogallo è di 910 € al mese, esclusi i lavoratori autonomi[146] e il salario minimo, che è regolamentato dalla legge, è di € 635 al mese (pagato 14 volte all'anno) a partire dal 2020.[147]

Il Rapporto sulla competitività globale per il 2014-2015, pubblicato da Forum economico mondiale, ha posizionato il Portogallo al 36 ° posto nell'indice economico.

Il Economist Intelligence UnitL'indice di qualità della vita ha posto il Portogallo come il 19 ° paese con la migliore qualità di vita al mondo per il 2005, davanti ad altri paesi economicamente e tecnologicamente avanzati come Francia, Germania, Regno Unito e Corea del Sud, ma 9 posti dietro il suo unico vicino, Spagna.[148] Questo nonostante il fatto che il Portogallo rimanga uno dei paesi con il PIL pro capite più basso dell'Europa occidentale.[149]

Il Portogallo ha il tredicesimo più grande riserva d'oro nel mondo.

Maggiore società statali includere: Águas de Portugal (acqua), Caixa Geral de Depósitos (bancario), Comboios de Portugal (linee ferroviarie), Companhia das Lezírias (agricoltura) e RTP (media). Alcuni ex enti statali sono gestiti da enti statali holding Parpública, il quale è un azionista di numerose aziende pubbliche e private.[citazione necessaria] Tra le ex società statali recentemente privatizzate ci sono: CTT (servizio postale) e ANA (aeroporti).

Società quotate in Euronext Lisbona Borsa valori piace EDP, Galp, Jerónimo Martins, Mota-Engil, Novabase, Semapa, Portucel Soporcel, Portugal Telecom e Sonae, sono tra le più grandi società del Portogallo per numero di dipendenti, reddito netto o internazionale quota di mercato. L'Euronext di Lisbona è la principale borsa valori del Portogallo e fa parte del NYSE Euronext, la prima borsa valori globale. Il PSI-20 è il più selettivo e ampiamente conosciuto del Portogallo indice azionario.

Il Fondo monetario internazionale ha pubblicato un rapporto di aggiornamento sull'economia del Portogallo alla fine di giugno 2017 con una forte prospettiva a breve termine e un aumento degli investimenti e delle esportazioni rispetto agli anni precedenti. A causa di un surplus nel 2016, il paese non era più vincolato dalla procedura per i disavanzi eccessivi che era stata attuata durante una precedente crisi finanziaria. Il sistema bancario è risultato più stabile, sebbene vi fossero ancora crediti deteriorati e debiti societari. L'FMI ​​ha raccomandato di lavorare per risolvere questi problemi affinché il Portogallo possa attrarre maggiori investimenti privati. "Una forte crescita sostenuta, insieme alla continua riduzione del debito pubblico, ridurrebbe le vulnerabilità derivanti dall'elevato indebitamento, in particolare quando la sistemazione monetaria è ridotta". Il OCSE i rapporti economici dal 2018 mostrano una ripresa, anche se lenta; e le prospettive di crescita del Portogallo continuano a essere positive per il 2020.[150][151][152]

Settore primario

Il Alentejo è conosciuto come il "cestino del pane del Portogallo", essendo la regione leader del paese nella produzione di grano e sughero.

Agricoltura in Portogallo si basa su unità disperse a conduzione familiare di piccole e medie dimensioni. Tuttavia, il settore include anche una scala più ampia agricoltura intensiva orientato all'esportazione aziende agricole supportato da aziende (come Grupo RAR'S Vitacress, Sovena, Lactogal, Vale da Rosa, Companhia das Lezírias e Valouro). Il paese produce un'ampia varietà di colture e prodotti zootecnici, tra cui: pomodori, agrumi, verdure verdi, riso, Grano, orzo, granoturco, olive, semi oleosi, noccioline, ciliegie, mirtillo, uva da tavola, funghi commestibili, latticini, pollame e Manzo. Secondo FAO, Il Portogallo è il primo produttore di sughero e carruba nel mondo, rappresentando rispettivamente circa il 50% e il 30% della produzione mondiale.[153]

Silvicoltura ha anche svolto un ruolo economico importante tra le comunità rurali e l'industria (vale a dire industria della carta quello include Gruppo Portucel Soporcel, legno ingegnerizzato quello include Sonae Indústria, e mobilia che include diversi stabilimenti di produzione dentro e intorno Paços de Ferreira, il cuore delle principali operazioni industriali del Portogallo di IKEA). Nel 2001, il prodotto agricolo lordo rappresentava il 4% del PIL nazionale.

"Cupa", Lapidi romane a forma di botti di vino in legno, sono state utilizzate per contrassegnare la tomba dei produttori di vino nel 3 ° secolo in Alentejo, una regione ancora oggi rinomata per i suoi vini.

Tradizionalmente una potenza marittima, il Portogallo ha avuto una forte tradizione in settore della pesca portoghese ed è uno dei paesi con il più alto consumo di pesce pro capite.[154] I principali siti di sbarco in Portogallo (comprese le Azzorre e Madeira), in base agli sbarchi totali in peso per anno, sono i porti di Matosinhos, Peniche, Olhão, Sesimbra, Figueira da Foz, Sines, Portimão e Madera. I prodotti ittici lavorati in Portogallo vengono esportati attraverso diverse società, con diversi marchi e marchi registrati, come Ramirez, il più antico produttore di pesce in scatola attivo al mondo.

Il Portogallo è un importante europeo minerali produttore ed è classificato tra i leader in Europa rame produttori. La nazione è anche un notevole produttore di lattina, tungsteno e uranio. Tuttavia, il paese non ha il potenziale per condurre esplorazione di idrocarburi e alluminio, una limitazione che ha ostacolato lo sviluppo del Portogallo estrazione e metallurgia settori. Sebbene il paese abbia vaste riserve di ferro e carbone - principalmente nel nord - dopo la rivoluzione del 1974 e la conseguente globalizzazione economica, la scarsa competitività ha costretto una diminuzione dell'attività di estrazione di questi minerali. Il Panasqueira e Miniere di Neves-Corvo sono tra le miniere portoghesi più riconosciute che sono ancora in funzione.[155]

Il Portogallo ne è ricco litio sottosuolo, che è particolarmente concentrato nei distretti di Guarda, Viseu, Vila Real e Viana do Castelo, mentre la maggior parte del litio del paese proviene dal campo aplite-pegmatite di Gonçalo. Il più grande litio la miniera in Europa è gestita dal Grupo Mota, Felmica, nella regione di Guarda, che si stima abbia riserve per 30 anni di produzione. Ha altri 5 depositi in suo possesso.[156][157][158] Savannah Resources nel maggio 2018 ha annunciato un aumento del 52% delle risorse di litio stimate al Mina do Barroso Lithium Project nel nord del Portogallo, affermando che il paese potrebbe diventare il primo fornitore europeo di spodumene, un minerale contenente litio.[159] La società ha detto che le risorse minerarie stimate nella miniera ora ammontano a 14 milioni di tonnellate. I prezzi del litio sono aumentati in previsione di una domanda crescente per il minerale, che viene utilizzato nelle batterie dei veicoli elettrici e per immagazzinare l'elettricità dalla rete elettrica. L'Europa consuma più del 20% della fornitura globale di litio per batterie, ma attualmente deve importare tutte le sue forniture di minerale.[160]

W Resources ha dichiarato nel 2018 di aver avviato una nuova campagna di perforazione nel suo São Martinho oro progetto in Portogallo. Il cosiddetto programma di perforazione a circolazione inversa prevedeva 15 fori con circa 2.000 metri di perforazione totale. L'obiettivo è ampliare le risorse integrando i dati dei risultati di perforazione 2016 con l'espansione prevista con la campagna in corso.[161][162][163]

Settore secondario

UN Portucel Soporcel fabbrica di pasta di legno e carta in Setúbal

L'industria è diversificata, che va da settore automobilistico (Volkswagen Autoeuropa e Peugeot Citroën), aerospaziale (Embraer e OGMA), elettronica e tessuti, per cibo, sostanze chimiche, cemento e pasta di legno. Volkswagen Group's AutoEuropa stabilimento di assemblaggio di autoveicoli in Palmela è tra le più grandi investimenti diretti esteri progetti in Portogallo. Industrie moderne non tradizionali basate sulla tecnologia, come aerospaziale, biotecnologia e tecnologie dell'informazione, sono stati sviluppati in diverse località in tutto il paese. Alverca, Covilhã,[164] Évora,[165] e Ponte de Sor sono i centri principali dell'industria aerospaziale portoghese, guidata dalla società brasiliana Embraer e dalla società portoghese OGMA. Dopo la fine del 21 ° secolo, sono state fondate molte importanti industrie di biotecnologia e tecnologia dell'informazione, concentrate nelle aree metropolitane di Lisbona, Porto, Braga, Coimbra e Aveiro.[citazione necessaria]

Settore terziario

Da sinistra a destra: una vista di Estoril, nel Riviera portoghese; una vista di Nazaré, nel Estremadura; i canali di Aveiro, nel Beira Litoral; Palazzo Nazionale di Pena, nel Sintra

I settori bancario e assicurativo hanno registrato una buona performance fino al crisi finanziaria del 2007-2008, e questo rifletteva in parte un rapido approfondimento del mercato in Portogallo. Sebbene sensibile a vari tipi di mercato e sottoscrizione rischi, è stato stimato che nel complesso sia il settore vita che quello non vita saranno in grado di resistere a una serie di gravi shock, anche se l'impatto sui singoli assicuratori varia notevolmente.[166]

Viaggi e turismo continuano ad essere estremamente importanti per il Portogallo. È stato necessario che il paese si concentrasse sulle sue attrazioni di nicchia, come la salute, la natura e il turismo rurale, per stare al passo con i suoi concorrenti.[167]

Il Portogallo è tra i primi 20 paesi più visitati al mondo, ricevendo una media di 20.000.000 di turisti stranieri ogni anno.[168] Nel 2014 è stato eletto il Portogallo Il miglior paese europeo di USA Today.[169]

Nel 2017, il Portogallo è stato eletto entrambi Destinazione leader in Europa[170] e nel 2018 e 2019, Destinazione leader nel mondo[171]

Le mete turistiche in Portogallo sono: Lisbona, Cascais, Fatima, Algarve, Madera, Porto e Coimbra. Lisbona attira il sedicesimo numero di turisti tra le città europee[172] (con sette milioni di turisti che occupavano gli hotel della città nel 2006).[173] Notevoli destinazioni di lusso includono il Riviera portoghese e il Costa di Comporta.

Inoltre, visitano 5-6 milioni di pellegrini religiosi Fatima ogni anno, dove nel 1917 si sarebbero verificate le apparizioni della Beata Vergine Maria a tre pastorelli Santuario di Nostra Signora di Fatima è uno dei più grandi santuari cattolici romani del mondo. Il governo portoghese continua a promuovere e sviluppare nuove destinazioni turistiche, come il Valle del Douro, l'isola di Porto Santo, e Alentejo.

Barcelos rooster, an iconic Portuguese souvenir

La leggenda del Gallo di Barcelos tells the story of a dead rooster's miraculous intervention in proving the innocence of a man who had been falsely accused and sentenced to death. La storia è associata al XVII secolo calvario that is part of the collection of the Archaeological Museum located in Paço dos Condes, a gothic-style palace in Barcelos, a city in northwest Portugal. Il Gallo di Barcelos is bought by thousands of tourists as a national souvenir.

On 30 November 2016, the United Nations added the Portuguese Bisalhães tradition of making black pottery to the UNESCO Heritage Protection List.[174]On 7 December 2017, the Nazioni Unite ha aggiunto il Bonecos de EstremozToys of Estremoz tradition as an Patrimonio culturale immateriale dell'UNESCO of Humankind.[175]

Settore quaternario

Il International Iberian Nanotechnology Laboratory, created in 2005, is based in Braga.
Il Observatório Astronómico de Lisboa is Portugal's oldest (1878) astronomical observatory.
Il Fondazione Champalimaud, nel Lisbona, is one of the world's leading medical research centres.

Scientific and technological research activities in Portugal are mainly conducted within a network of Ricerca e sviluppo units belonging to università pubbliche and state-managed autonomous research institutions like the INETI – Instituto Nacional de Engenharia, Tecnologia e Inovação e il INRB – Instituto Nacional dos Recursos Biológicos. The funding and management of this research system is mainly conducted under the authority of the Ministero della Scienza, della Tecnologia e dell'Istruzione Superiore (MCTES) and the MCTES's Fundação para a Ciência e Tecnologia (FCT).

The largest R&D units of the public universities by volume of research grants and peer-reviewed publications, include bioscienze research institutions like the Instituto de Medicina Molecular, il Centro di neuroscienze e biologia cellulare, il IPATIMUP, il Instituto de Biologia Molecular e Celular e il Abel Salazar Biomedical Sciences Institute.

Among the largest non-state-run research institutions in Portugal are the Instituto Gulbenkian de Ciência e il Fondazione Champalimaud, a neuroscience and oncology research centre which awards every year one of the highest monetary prizes of any science prize in the world. A number of both national and multinational high-tech and industrial companies, are also responsible for research and development projects. One of the oldest learned societies of Portugal is the Accademia delle scienze di Lisbona, founded in 1779.

iberico bilateral state-supported research efforts include the International Iberian Nanotechnology Laboratory e il Ibercivis calcolo distribuito platform, which are joint research programmes of both Portugal and Spain. Portugal is a member of several pan-European scientific organizations. Questi includono il Agenzia spaziale europea (ESA), il Laboratorio europeo di fisica delle particelle (CERN), ITER, e il Osservatorio europeo meridionale (ESO).

Portugal has the largest acquario in Europa, il Oceanario di Lisbona, and the Portuguese have several other notable organizations focused on science-related exhibits and divulgation, like the state agency Ciência Viva, a programme of the Portuguese Ministry of Science and Technology to the promotion of a scientific and technological culture among the Portuguese population,[176] il Museo delle Scienze dell'Università di Coimbra, il Museo Nazionale di Storia Naturale at the University of Lisbon, and the Visionarium.With the emergence and growth of several parchi scientifici throughout the world that helped create many thousands of scientific, technological and knowledge-based businesses, Portugal started to develop several[177] science parks across the country. Questi includono il Taguspark (nel Oeiras), il Coimbra iParque (nel Coimbra), il biocant (nel Cantanhede), il Madeira Tecnopolo[178] (nel Funchal), Sines Tecnopolo[179] (nel Sines), Tecmaia[180] (nel Maia) e Parkurbis[181] (nel Covilhã). Companies locate in the Portuguese science parks to take advantage of a variety of services ranging from financial and legal advice through to marketing and technological support.

Egas Moniz, a Portuguese physician who developed the angiografia cerebrale e leucotomia, received in 1949 the Premio Nobel per la Fisiologia o la Medicina – he is the first Portuguese recipient of a premio Nobel and the only in the sciences.

Il Quadro di valutazione dell'innovazione europea 2011, placed Portugal-based innovation in the 15th position, with an impressive increase in innovation expenditure and output.[182]

Trasporto

Ponte Vasco da Gama is longest bridge in the Unione europea.
Il Metropolitana di Lisbona is Portugal's oldest and largest subway system.

By the early-1970s, Portugal's fast economic growth with increasing consumo and purchase of new automobiles set the priority for improvements in transportation. Again in the 1990s, after joining the Comunità Economica Europea, the country built many new motorways. Today, the country has a 68,732 km (42,708 mi) road network, of which almost 3,000 km (1,864 mi) are part of system of 44 motorways. Opened in 1944, the first motorway (which linked Lisbon to the National Stadium) was an innovative project that made Portugal one of the first countries in the world to establish a motorway (this roadway eventually became the Lisbon-Cascais highway, or A5).

Although a few other tracts were created (around 1960 and 1970), it was only after the beginning of the 1980s that large-scale motorway construction was implemented. Nel 1972, Brisa, the highway concessionaire, was founded to handle the management of many of the region's motorways. On many highways, a toll needs to be paid (see Via Verde). Vasco da Gama bridge is the longest bridge in Europe at 12.345 km.[183][184]

Portogallo continentale's 89,015 km2 (34,369 sq mi) territory is serviced by four international airports located near the principal cities of Lisbona, Porto, Faro e Beja. Lisbon's geographical position makes it a stopover for many foreign airlines at several airports within the country. Il primario flag-carrier è TAP Air Portugal, although many other domestic airlines provide services within and without the country. The government decided to build a new airport outside Lisbon, in Alcochete, Rimpiazzare Aeroporto di Lisbona Portela, though this plan has been suspended due to austerity measures. Currently, the most important airports are in Lisbona, Porto, Faro, Funchal (Madeira), and Ponta Delgada (Azores), managed by the national airport authority group ANA - Aeroportos de Portugal. One other important airport is the Aeroporto Internacional das Lajes on the island of Terceira in the Azores. This airport serves as one of two international airports serving countries outside the European Union for all nine islands of the Azores. It also serves as a military air base for the United States Air Force. The base remains in use to the present day.

A national railway system that extends throughout the country and into Spain, is supported and administered by Comboios de Portugal (CP). Trasporto ferroviario of passengers and goods is derived using the 2,791 km (1,734 mi) of railway lines currently in service, of which 1,430 km (889 mi) are electrified and about 900 km (559 mi) allow train speeds greater than 120 km/h (75 mph). The railway network is managed by Infraestruturas de Portugal while the transport of passengers and goods are the responsibility of CP, both public companies. In 2006, the CP carried 133,000,000 passengers and 9,750,000 tonnellate (9,600,000 tonnellate lunghe; 10,700,000 tonnellate corte) of goods.

The major seaports are located in Sines, Lisbona, Leixões, Setúbal, Aveiro, Figueira da Foz, e Faro.

The two largest metropolitan areas have subway systems: Metropolitana di Lisbona e Metro Sul do Tejo nel Area metropolitana di Lisbona e Metropolitana di Porto nel Area metropolitana di Porto, each with more than 35 km (22 mi) of lines. In Portogallo, Lisbon tram services have been supplied by the Companhia de Carris de Ferro de Lisboa (Carris), for over a century. Nel Porto, a tram network, of which only a tourist line on the shores of the Douro remains, began construction on 12 September 1895 (a first for the Penisola Iberica). All major cities and towns have their own local urban transport network, as well as taxi services.

Energia

Solar farms in Madeira (top) and Alqueva Hydroelectric Dam (parte inferiore)

Portugal has considerable resources of wind and river power, the two most cost-effective renewable energy sources. Since the turn of the 21st century, there has been a trend towards the development of a renewable resource industry and reduction of both consumption and use of fossil fuels. In 2006, the world's largest energia solare plant at that date, the Centrale elettrica fotovoltaica di Moura, began operating near Moura, in the south, while the world's first commercial potenza dell'onda fattoria, il Aguçadoura Wave Farm, opened in the Regione Norte (2008). By the end of 2006, 66% of the country's electrical production was from coal and fuel power plants, while 29% were derived from idroelettrico dams, and 6% by energia eolica.[185]

In 2008, renewable energy resources were producing 43% of the nation's consumption of electricity, even as hydroelectric production decreased with severe droughts.[186] As of June 2010, electricity exports had outnumbered imports. In the period between January and May 2010, 70% of the national production of energy came from renewable sources.[187]

Portugal's national energy transmission company, Redes Energéticas Nacionais (REN), uses sophisticated modelling to predict weather, especially wind patterns, and computer programs to calculate energy from the various renewable-energy plants.Before the solar/wind revolution, Portugal had generated electricity from hydropower plants on its rivers for decades. New programmes combine wind and water: wind-driven turbines pump water uphill at night, the most blustery period; then the water flows downhill by day, generating electricity, when consumer demand is highest. Portugal's distribution system is also now a two-way street. Instead of just delivering electricity, it draws electricity from even the smallest generators, like rooftop solar panels. The government aggressively encouraged such contributions by setting a premium price for those who buy rooftop-generated solar electricity.

Demografia

Young people in traditional attire from Minho (in alto) e fadistas giocando a Monastero di Jerónimos (parte inferiore)

The Statistics Portugal (portoghese: INE – Instituto Nacional de Estatística) estimates that, according to the 2011 census, the population was 10,562,178 (of which 52% was female, 48% was male). In 2019 and according to more up-to-date figures, the population decreased to 10,295,909, although it was an increase compared with 2018.[7] This population has been relatively homogeneous for most of its history: a single religion (Roman Catholicism) and a single language have contributed to this ethnic and national unity.[188]

The most important demographic influence in the modern Portuguese seems to be the oldest one; current interpretation of Cromosoma Y. e mtDNA data suggests that the Portuguese have their origin in Paleolitico peoples that began arriving to the European continent around 45,000 years ago. All subsequent migrations did leave an impact, genetically and culturally, but the main population source of the Portuguese is still Paleolithic. Genetic studies show Portuguese populations not to be significantly different from other European populations.[189] Portuguese people have a preponderancy of genetics (Iron Age Period)[190] which belong to R1b haplogroup family along with Brythonic, Alpino e Goidelic genetical markers. Also expectable but not so common are South European (Sardinian, Italian and Balkans), Broadly Northwestern (West Germanic) and to a lesser extent British/Irish (Brythonic/Gaelic) and French (Alpine). With a low confidence range there are Scandinavian and East European genetical markers.[190] Other sources would point out a small presence of Berbero and Jewish that would be also part of a low confidence region.[191]

Native Portuguese are an iberico ethnic group and they form 95% of the whole population, whose ancestry is very similar to Spagnoli and have strong ties with fellow Atlantic Arc countries like Ireland, British Isles, France and Belgium due to maritime trade dated as far back as the Bronze Age. These maritime contacts and the prevalence of R1b haplogroup as the main genetical marker of these countries suggest a common ancestry and cultural proximity. Other maritime contacts with the Mediterranean especially with Greeks, Phoenicians, Romans and Moors add some particular phenotypes in Southern Portugal and particularly Southern Spain (Tartessos culture) making Portugal and Northwestern Spain a bridge between North Western Europe and the Mediterranean but maintaining the atlantico personaggio.

Despite the good economic development in the past three decades the Portuguese were the shortest in Europe since 1890. This emerging height gap took place in the 1840s and has increased since. One of the driving factors was the modest real wage development, given the late industrialization and economic growth in Portugal compared to the European core. Another determinant was the delayed capitale umano formazione.[192]

Population pyramid (2016)

The total fertility rate (TFR) as of 2015 was estimated at 1.52 children born/woman, one of the lowest in the world, which is below the replacement rate of 2.1,[193] it remains considerably below the high of 5.02 children born per woman in 1911.[194] In 2016, 52.8% of births were to unmarried women.[195]Like most Western countries, Portugal has to deal with low fertility levels: the country has experienced a tasso di fertilità sub-sostitutivo dagli anni '80.[196] Portugal subsequently has the 17th oldest population in the world, with the average age of 43.7 years.[197]

The structure of Portuguese society is characterized by a significant inequality which in 2016 placed the country in the lowest seventh of the Social Justice Index for the European Union.[198]

Portugal's parliament in 2018 approved a budget plan for 2019 that includes tax breaks for returning emigrants in a bid to lure back those who left during the crisi finanziaria del 2007-2008. The expansionary 2019 budget, backed by a ala sinistra majority in parliament, also aims to boost the purchasing power of households while cutting the already low deficit even further. Returning emigrants will be allowed to declare only half their taxable income for five years if they return, provided they lived abroad for at least three years. The "Return Programme" is to run for two years. Around 500,000 residents left Portugal between 2010 and 2015 after the La grande recessione. Although some 350,000 have since returned, Lisbon wants to tempt the rest to come home – in a similar scheme to the Irish one.[199] Portugal has approved a credit line for Portuguese emigrants aiming to invest in the country on their return. Furthermore, Emigrants returning in 2019 and 2020 will see their taxes halved as part of the stimulus to bring native Portuguese back and revitalize the population and promote continued economic growth [200] – as Portugal struggles with a low birth rate and an ageing population. According to projections by the national statistics office, Portugal's population will fall to 7.7 million by 2080 from 10.3 million now and the population will continue to age.[201]

Urbanizzazione

aree metropolitane

[202]

A map of Portugal showing the population density (number of inhabitants / km2) by municipality

There are two Greater Metropolitan Areas (GAM): Lisbona e Porto.[203] The following is a list of those with mainland Functional Urban Areas (FUA).

e • d 
RangoNome della cittàPopolazione[204]
1Lisbona2,818,000
2Porto1,758,531
3Coimbra270,000
4Braga250,000
5Funchal210,000
6Guimarães180,000
7Aveiro140,000
8Ponta Delgada120,000
9Vila Franca de Xira120,000
10Faro118,000
11Viseu110,000

Regioni di HDI

Map of Portuguese regions by Human Development Index in 2017
Leggenda:
  > 0.880
  0.840 – 0.880
  0.820 – 0.840
  0.800 – 0.820
  < 0.800

Questo è un elenco di NUTS2 statistical regions of Portugal di Indice di sviluppo umano a partire dal 2017.[205]

RangoProvinciaHDI (2017)[206]
Sviluppo umano molto elevato
1Area metropolitana di Lisbona0.886
 Portogallo (media)0.847
2Centro0.840
3Algarve0.831
Norte0.831
5Alentejo0.823
6Madera0.800
Alto sviluppo umano
7Azzorre0.795

Immigrazione

In 2007, Portugal had 10,617,575 inhabitants of whom about 332,137 were legal immigrati.[207] In 2015, Portugal had 10,341,330 inhabitants of whom about 383,759 were legal migrants, making up 3.7% of the population.[208] In 2017, Portugal had 416,682 legal residents of foreign origin, of which 203,753 identified as male, and 212,929 as female.[209] In 2019, 21,099 residents of foreign origin acquired the Portuguese nationality, of which 11.179 were female and 9.920 were male.PORDATA - Foreign population that acquired portuguese nationality: total and by sex

Top origins for foreign-born naturalized citizens of Portugal

Del Portogallo storia coloniale has long since been a cornerstone of its national identity, as has its geographic position at the south-western corner of Europe, looking out into the Atlantic Ocean. It was one of the last western colonial European powers to give up its overseas territories (among them Angola e Mozambico in 1975), turning over the administration of Macao to the People's Republic of China at the end of 1999. Consequently, it has both influenced and been influenced by cultures from former colonies or dependencies, resulting in immigration from these former territories for both economic and personal reasons. Portugal, long a country of emigration (the vast majority of Brasiliani have Portuguese ancestry),[210] has now become a country of net immigration,[211] and not just from the last indiano (Portuguese until 1961), africano (Portuguese until 1975), and Far East Asian (Portuguese until 1999) overseas territories. An estimated 800,000 Portuguese returned to Portugal as the country's African possessions gained independence in 1975.[210]

Since the 1990s, along with a boom in costruzione, several new waves of ucraino, brasiliano, Lusophone Africans e altro Africani have settled in the country. Rumeni, Moldavi, Albanesi del Kosovo, Russi e Cinese have also migrated to the country. Del Portogallo Romani population is estimated to be at about 40,000.[212]

Numeri di venezuelano, pakistano e indiano migrants are also significant. It is estimated that over 30,000 seasonal, often immigrati illegali lavorare in agricoltura, mainly in the south where they are often exploited by organised seasonal-worker’s networks. The workers sometimes get paid less than half the minimum pay established by law. These migrants who often arrive without due documentation or work-contracts, make make over 90% of agricultural workers in the south of Portugal.Most are Indo-Asians, from India, Bangladesh, Nepal, Pakistan e Tailandia. All'interno del Alentejo there are many African workers. Significant numbers also come from Eastern Europe, Moldova, Ukraine, Romania and Brazil.[213]

In addition, a number of Cittadini dell'UE, mostly from the United Kingdom or other northern European countries, have become permanent residents in the country (with the British community being mostly composed of retired pensioners who live in the Algarve and Madeira).[214]

Religione

Religions in Portugal (Census 2011)[215]
cattolicesimo romano
81.0%
Altro cristianesimo
3.3%
Altri
0.6%
Nessuna religione
6.8%
Non dichiarato
8.3%

According to the 2011 Census, 81.0% of the Portuguese population was Cristiano cattolico romano.[216] The country has small Protestant, Santo degli Ultimi Giorni, musulmano, indù, Sikh, Chiesa ortodossa orientale, Testimoni di Geova, Baháʼí, buddista, Ebraica e Spiritista comunità. Influenze da Religione tradizionale africana and Chinese Traditional Religion are also felt among many people, particularly in fields related with Traditional Chinese Medicine and Traditional African Herbal Medicine. Some 6.8% of the population declared themselves to be non-religious, and 8.3% did not give any answer about their religion.[217]

Many Portuguese holidays, festivals and traditions have a Christian origin or connotation. Although relations between the Portuguese state and the Roman Catholic Church were generally amiable and stable since the earliest years of the Portuguese nation, their relative power fluctuated. Nel XIII e XIV secolo, the church enjoyed both riches and power stemming from its role in the riconquista, its close identification with early Portuguese nationalism and the foundation of the Portuguese educational system, including its prima università.

La crescita del Impero portoghese d'oltremare ha fatto il suo missionari important agents of colonizzazione, with important roles in the formazione scolastica e evangelizzazione of people from all the inhabited continents. La crescita di liberale e nascente repubblicano movements during the eras leading to the formation of the Prima Repubblica portoghese (1910–26) changed the role and importance of organized religion.

Il Portogallo è un stato secolare: church and state were formally separated during the First Portuguese Republic, and this was reiterated in the 1976 Costituzione portoghese. Other than the Constitution, the two most important documents relating to libertà religiosa in Portugal are the 1940 Concordata (later amended in 1971) between Portugal and the Santa Sede and the 2001 Religious Freedom Act.

Le lingue

Portuguese is the official language of Portugal. È un Lingua romanza che è derivato da Galiziano-portoghese, which was spoken in what is now Galizia e Portogallo settentrionale. There are still many similarities between the galiziano e portoghese culture. Galicia is a consultative observer of the Comunità dei paesi di lingua portoghese.

The Portuguese language is derived from the latino parlato dal romanizzato pre-Roman peoples of the Iberian Peninsula around 2000 years ago – particularly the Celti,[24] Conii,[218] Lusitani[23] e Turduli.[219]In the 15th and 16th centuries, the language spread worldwide as Portugal established a colonial and commercial empire between 1415 and 1999.[220]Portuguese is spoken as a native language in five different continents, with Brazil accounting for the largest number of native Portuguese speakers of any country.In 2013 the Portuguese language is the official language spoken in Brazil, Angola, Mozambique, Cape Verde, São Tomé and Príncipe, Guinea-Bissau, Equatorial Guinea, and Timor Est. These countries, plus Macao Special Administrative Region (People's Republic of China) where Portuguese is co-official with Cantonese, componi il file Lusosfera, a term derived from the ancient Provincia romana di "Lusitania", which currently matches the Portuguese territory south of the Douro fiume.[221]

Mirandese is also recognized as a co-official regional language in some municipalities of North-Eastern Portugal. Fa parte di Astur-Leonese gruppo di lingue.[222] An estimate of between 6,000 and 7,000 Mirandese speakers has been documented for Portugal.[223]

Secondo il International English Proficiency Index, Portugal has a high proficiency level in inglese, higher than those of other Romance-speaking European countries like Italy, France or Spain.[224]

Formazione scolastica

Founded in 1290, the Università di Coimbra is Portugal's oldest and most prestigious, as well as one of the world's oldest universities.
Il Università di Porto is Portugal's second largest and its leading research university.

The educational system is divided into preschool (for those under age 6), basic education (9 years, in three stages, compulsory), secondary education (3 years, compulsory since 2010), and higher education (subdivided in university and politecnico education). Universities are usually organized into facoltà. Institutes and schools are also common designations for autonomous subdivisions of Istituti portoghesi di istruzione superiore.

The total adult literacy rate is 99.4 per cent. Portuguese primary school enrolments are 100 per cent.

Secondo il Programma per la valutazione internazionale degli studenti (PISA) 2015, the average Portuguese 15-year-old student, when rated in terms of reading literacy, mathematics and science knowledge, is placed significantly above the OCSE's average, at a similar level as those students from Norway, Denmark and Belgium, with 501 points (493 is the average). The PISA results of the Portuguese students have been continuously improving, overcoming a number of other highly developed western countries like the US, Austria, France and Sweden.[225][226]

About 46,9% of college-age citizens (20 years old) attend one of Portugal's higher education institutions[227][228][229] (compared with 50% in the United States and 35% in the OECD countries). In addition to being a destination for studenti internazionali, Portugal is also among the top places of origin for international students. All higher education students, both domestic and international, totalled 380,937 in 2005.

University of Evora, Portugal's second oldest university.

Portuguese universities have existed since 1290. The oldest Portuguese university[230] was first established in Lisbon before moving to Coimbra. Historically, within the scope of the Portuguese Empire, the Portuguese founded the oldest engineering school of the Americhe (il Real Academia de Artilharia, Fortificação e Desenho di Rio de Janeiro) in 1792, as well as the oldest medical college in Asia (the Escola Médico-Cirúrgica di Goa) in 1842. Presently, the largest university in Portugal is the Università di Lisbona.

Il Processo di Bologna has been adopted by Portuguese universities and poly-technical institutes in 2006. Higher education in state-run educational establishments is provided on a competitive basis, a system of numerus clausus viene applicato attraverso un database nazionale sulle ammissioni degli studenti. However, every higher education institution offers also a number of additional vacant places through other extraordinary admission processes for sportsmen, mature applicants (over 23 years old), studenti internazionali, studenti stranieri della Lusosfera, titolari di laurea di altre istituzioni, studenti di altre istituzioni (trasferimento accademico), ex studenti (riammissione) e cambio di corso, soggetti a norme e regolamenti specifici stabiliti da ciascuna istituzione o dipartimento del corso.

Most student costs are supported with public money. However, with the increasing tuition fees a student has to pay to attend a Portuguese state-run higher education institution and the attraction of new types of students (many as part-time students or in evening classes) like employees, businessmen, parents, and pensioners, many departments make a substantial profit from every additional student enrolled in courses, with benefits for the college or university's gross tuition revenue and without loss of educational quality (teacher per student, computer per student, classroom size per student, etc.).

Portugal has entered into cooperation agreements with the Massachusetts Institute of Technology and other US institutions to further develop and increase the effectiveness of Portuguese higher education and research.

Salute

St António Hospital, in Porto (above), and St Maria Hospital, in Lisbon (bottom)

Secondo il Rapporto sullo sviluppo umano, the average aspettativa di vita in Portugal had reached 82 years in 2017,[231] in 2020 it is estimated at 82.11 years.[232] As projected by the United Nations, the life expectancy of the Portuguese population will be over 90 years when we reach 2100.[233] The trajectory of the Portuguese life expectancy is visualized with historical data from 1950 and future projections up to 2100, as can be seen in the graph on the left.

Portugal ranks 12th in the best public health systems in the world, ahead of other countries like the Regno Unito, Germania o Svezia.[234][235]

Il sistema sanitario portoghese è caratterizzato da tre sistemi coesistenti: il Servizio Sanitario Nazionale (Serviço Nacional de Saúde, SNS), regimi speciali di assicurazione sanitaria sociale per determinate professioni (sottosistemi sanitari) e assicurazione sanitaria privata volontaria. L'SNS fornisce una copertura universale. Inoltre, circa il 25% della popolazione è coperta dai sottosistemi sanitari, il 10% da assicurazioni private e un altro 7% da fondi comuni di investimento.

Il Ministero della Salute è responsabile dello sviluppo della politica sanitaria e della gestione del SNS. Cinque amministrazioni sanitarie regionali sono responsabili dell'attuazione degli obiettivi della politica sanitaria nazionale, dello sviluppo di linee guida e protocolli e della supervisione dell'erogazione dell'assistenza sanitaria. Gli sforzi di decentralizzazione hanno mirato a trasferire la responsabilità finanziaria e gestionale a livello regionale. In pratica, tuttavia, l'autonomia delle amministrazioni sanitarie regionali sulla definizione del budget e sulla spesa è stata limitata alle cure primarie.

Il SNS è finanziato prevalentemente attraverso la tassazione generale. I contributi del datore di lavoro (compreso lo Stato) e dei dipendenti rappresentano le principali fonti di finanziamento dei sottosistemi sanitari. Inoltre, i pagamenti diretti da parte del paziente ei premi dell'assicurazione sanitaria volontaria rappresentano una quota significativa dei finanziamenti.

Il Dipartimento di Medicina del Universidade Nova de Lisboa

Simile agli altri paesi dell'Eur-A, la maggior parte dei portoghesi muore malattie non trasmissibili. Mortalità da malattia cardiovascolare (CVD) è maggiore rispetto a eurozona, ma le sue due componenti principali, cardiopatia ischemica e malattia cerebrovascolare, mostrano tendenze inverse rispetto all'Eur-A, con malattia cerebrovascolare essendo il singolo più grande assassino in Portogallo (17%). I portoghesi muoiono il 12% in meno di cancro rispetto all'Eur-A, ma la mortalità non diminuisce così rapidamente come nell'Eur-A. Il cancro è più frequente tra i bambini e tra le donne di età inferiore ai 44 anni. Sebbene il cancro ai polmoni (in lento aumento tra le donne) e il cancro al seno (in rapida diminuzione) siano più scarsi, il cancro del collo dell'utero e della prostata sono più frequenti.Il Portogallo ha il più alto tasso di mortalità per diabete nell'Eur-A, con un forte aumento dagli anni '80.

Del Portogallo tasso di mortalità infantile è di circa 2 morti ogni 1000 neonati, con 2,4 morti ogni 1000 nati vivi.

Le persone sono generalmente ben informate sul loro stato di salute, sugli effetti positivi e negativi del loro comportamento sulla loro salute e sul loro utilizzo dei servizi sanitari. Tuttavia, le loro percezioni sulla loro salute possono differire da ciò che i dati amministrativi e basati su esami mostrano sui livelli di malattia all'interno delle popolazioni. Pertanto, i risultati del sondaggio basati sull'autovalutazione a livello familiare completano altri dati sullo stato di salute e sull'uso dei servizi.

Solo un terzo degli adulti ha valutato la propria salute come buona o molto buona in Portogallo (Kasmel et al., 2004). Questo è il più basso dei rapporti dei paesi Eur-A e riflette la situazione relativamente avversa del paese in termini di mortalità e morbilità selezionata.[236]Hospital de Santa Maria è il più grande ospedale universitario del Portogallo.[237]

Cultura

Monastero di Jerónimos (in alto) e Torre di Belem (al centro) sono magna opera del Stile manuelino e simboli della nazionalità portoghese. Casa da Música (in basso) è un esempio di architettura post-Millennio.

Il Portogallo ha sviluppato una cultura specifica pur essendo influenzato da varie civiltà che hanno attraversato il Mediterraneo e il continente europeo, o sono state introdotte quando ha svolto un ruolo attivo durante il Age of Discovery. Negli anni '90 e 2000 (decennio), il Portogallo ha modernizzato le sue strutture culturali pubbliche, oltre al Fondazione Calouste Gulbenkian fondata nel 1956 a Lisbona.

Questi includono il Centro culturale di Belém a Lisbona, Fondazione Serralves e il Casa da Música, entrambi in Porto, così come nuove strutture culturali pubbliche come biblioteche comunali e sale da concerto che sono state costruite o ristrutturate in molti comuni in tutto il paese. 17 UNESCO Siti del patrimonio mondiale, classificandolo 9 ° in Europa e 18 ° nel mondo.

Architettura

L'architettura tradizionale è distintiva e include il Manuelino, noto anche come tardo portoghese Gotico un sontuoso e composito stile portoghese di ornamenti architettonici dei primi decenni del XVI secolo, seguito da Stile pombalino del XVIII secolo. Un'interpretazione del XX secolo dell'architettura tradizionale, Morbido stile portoghese, appare ampiamente nelle principali città, in particolare Lisbona. Il Portogallo moderno ha dato il piacere agli architetti di fama mondiale Eduardo Souto de Moura, Álvaro Siza Vieira (entrambi Premio Pritzker vincitori) e Gonçalo Byrne. In Portogallo Tomás Taveira è anche degno di nota, in particolare per il design dello stadio.[238][239][240]

Cinema

Cinema portoghese ha una lunga tradizione, che risale alla nascita del medium alla fine del XIX secolo.António Lopes Ribeiro, António Reis, Pedro Costa, Manoel de Oliveira, João César Monteiro, Edgar Pêra, António-Pedro Vasconcelos, Fernando Lopes, João Botelho e Leonel Vieira, sono tra quelli che hanno ottenuto notabilità. Tra i famosi attori cinematografici portoghesi Joaquim de Almeida, Nuno Lopes, Daniela Ruah, Maria de Medeiros, Diogo Infante, Soraia Chaves, Ribeirinho, Lúcia Moniz, e Diogo Morgado.

Letteratura

Fernando Pessoa, prolifico scrittore del XX secolo portoghese letteratura

La letteratura portoghese, una delle prime letterature occidentali, si sviluppò attraverso il testo e la canzone. Fino al 1350, il Portoghese-galiziano trovatori diffuse la loro influenza letteraria nella maggior parte della penisola iberica.[241] Gil Vicente (1465 ca.-1536 ca.) fu uno dei fondatori delle tradizioni drammatiche portoghesi.

Avventuriero e poeta Luís de Camões (c. 1524–1580) ha scritto il poema epico Os Lusíadas (I Lusiadi), con Virgilio'S Eneide come la sua principale influenza.[242] La poesia portoghese moderna è radicata negli stili neoclassico e contemporaneo, come esemplificato da Bocage (1765–1805), Antero de Quental (1842–1891) e Fernando Pessoa (1888-1935). La letteratura portoghese moderna è rappresentata da autori come Almeida Garrett, Camilo Castelo Branco, Eça de Queirós, Fernando Pessoa, Sophia de Mello Breyner Andresen, António Lobo Antunes e Miguel Torga. Particolarmente popolare e distinto è José Saramago, destinatario del 1998 Premio Nobel per la letteratura.

Cucina

La cucina portoghese è molto varia. I portoghesi consumano molto secco merluzzo (bacalhau in portoghese), per il quale ce ne sono centinaia di ricette.[243] Ce ne sono più che sufficienti bacalhau piatti; più di uno per ogni giorno dell'anno. Altre due famose ricette di pesce sono alla griglia le sarde e caldeirada, a base di pomodoro stufato che può essere fatto da diversi tipi di pesce con un mix di cipolla, aglio, peperoni, patate, pomodori, prezzemolo o coriandolo. Includono le tipiche ricette portoghesi di carne a base di manzo, maiale, agnello, capra o pollo cozido à portuguesa, feijoada, frango de churrasco, leitão (arrosto maialino da latte), chanfana e carne de porco à alentejana. Un piatto nordico molto popolare è dobrada, una trippa con fagioli bianchi e carote in umido, spesso servita con riso bianco al vapore. Peri-peri il pollo è un piatto di pollo piccante al carbone servito con riso e verdure, uno dei preferiti in tutto il Portogallo, ma più comune in Algarve regione.

Pasteis de Nata in Lisboa

I piatti tipici del fast food includono il Francesinha (Frenchie) di Porto, "Tripas à moda do Porto" che è anche un piatto tradizionale di Porto, e bifanas (maiale alla griglia) o prego (manzo alla griglia) panini, che sono ben noti in tutto il paese. L'arte portoghese di Pasticcino ha le sue origini nei tanti medievale I monasteri cattolici si diffusero ampiamente in tutto il paese. Questi monasteri, utilizzando pochissimi ingredienti (principalmente mandorle, vaniglia, cannella, farina, uova e un po 'di liquore), sono riusciti a creare una spettacolare vasta gamma di pasticcini diversi, di cui pastéis de Belém (o pastéis de nata) originario di Lisbona, e ovos talpe da Aveiro sono esempi. La cucina portoghese è molto varia, con diverse regioni che hanno i propri piatti tradizionali. I portoghesi hanno una cultura del buon cibo, e in tutto il paese ci sono miriadi di buoni ristoranti e piccoli tipici tasquinhas.

I vini portoghesi hanno goduto di riconoscimenti internazionali sin dai tempi dei romani, che associavano il Portogallo al loro dio Bacco. Oggi il paese è conosciuto dagli amanti del vino ei suoi vini hanno vinto numerosi premi internazionali. Alcuni dei migliori vini portoghesi sono Vinho Verde, Vinho Alvarinho, Vinho do Douro, Vinho do Alentejo, Vinho do Dão, Vinho da Bairrada e il dolce Porto di vino, Vino di Madeira, e il Moscatel a partire dal Setúbal e Favaios. Porto e Madeira sono particolarmente apprezzati in una vasta gamma di luoghi in tutto il mondo.

Musica

Fado, raffigurato in questo famoso dipinto (c. 1910) di José Malhoa, è la musica tradizionale del Portogallo.

Musica portoghese comprende un'ampia varietà di generi. Quella tradizionale è la musica popolare portoghese che ha profonde radici nelle usanze locali avendo come strumenti cornamuse (gaita), tamburi, flauti, tamburelli, fisarmoniche e ukulele (cavaquinho). All'interno della musica popolare portoghese è il famoso genere di Fado, una musica urbana malinconica nata in Lisbona nel XIX secolo, probabilmente all'interno di ambienti bohémien, solitamente associati al Chitarra portoghese e saudadeo desiderio. Fado di Coimbra, un tipo unico di "trovatore Degno di nota è anche la serenata "fado". Tra gli artisti di rilievo internazionale Amália Rodrigues, Carlos Paredes, José Afonso, Mariza, Carlos do Carmo, António Chainho, Mísia, Dulce Pontes e Madredeus.

Nel dominio della musica classica, il Portogallo è rappresentato da nomi come pianisti Artur Pizarro, Maria João Pires, Sequeira Costa, i violinisti Carlos Damas, Gerardo Ribeiro e in passato dal grande violoncellista Guilhermina Suggia. I compositori degni di nota includono José Vianna da Motta, Carlos Seixas, João Domingos Bomtempo, João de Sousa Carvalho, Luís de Freitas Branco e il suo studente Joly Braga Santos, Fernando Lopes-Graça, Emmanuel Nunes e Sérgio Azevedo. Allo stesso modo, compositori contemporanei come Nuno Malo e Miguel d'Oliveira hanno ottenuto un certo successo internazionale nella scrittura.

Amália Rodrigues, Conosciuto come il regina di Fado, esibendosi nel 1969

Inoltre Folk, Fado e musica classica, altri generi sono presenti in Portogallo come il pop e altri tipi di musica moderna, in particolare dal Nord America e dal Regno Unito, così come una vasta gamma di artisti e gruppi portoghesi, caraibici, lusofoni, africani e brasiliani. Gli artisti con riconoscimento internazionale includono Dulce Pontes, Filtro magico, Buraka Som Sistema, Meccanismo fatto saltare, David Carreira e Il regalo, con gli ultimi tre candidati per un MTV Europe Music Award.

Il Portogallo ha diversi festival musicali estivi, come Festival Sudoeste nel Zambujeira do Mar, Festival de Paredes de Coura nel Paredes de Coura, Festival Vilar de Mouros vicino Caminha, Boom Festival nel Comune di Idanha-a-Nova, NOS Alive, Sumol Summer Fest nel Ericeira, Rock in Rio Lisboa e Super Bock Super Rock nel Grande Lisbona. Fuori dalla stagione estiva, il Portogallo ha un gran numero di festival, progettati più per un pubblico urbano, come Flowfest o Hip Hop Porto. Inoltre, uno dei più grandi internazionali Goa trance i festival si svolgono nel Portogallo centrale ogni due anni, il Boom Festival, che è anche l'unico festival in Portogallo a vincere premi internazionali: European Festival Award 2010 - Green'n'Clean Festival of the Year e Greener Festival Award Outstanding 2008 e 2010 Ci sono anche i festival studenteschi di Queima das Fitas sono eventi importanti in una serie di città in tutto il Portogallo. Nel 2005, il Portogallo ha tenuto il MTV Europe Music Awards, nel Pavilhão Atlântico, Lisbona. Inoltre, il Portogallo ha vinto il Eurovision Song Contest 2017 nel Kyiv con la canzone "Amar pelos dois" presentato da Salvador Sobrale successivamente ha ospitato il Concorso 2018 al Altice Arena nel Lisbona.[244][245]

Arti visive

Domingos Sequeira è stato uno dei più prolifici neoclassico pittori. (Adorazione dei Magi; 1828)

Il Portogallo ha un ricca storia nella pittura. I primi pittori famosi risalgono al XV secolo - come Nuno Gonçalves e Vasco Fernandes - facevano parte del periodo pittorico tardo gotico. Durante il Rinascimento la pittura portoghese fu fortemente influenzata dalla pittura nordeuropea. Nel periodo barocco Josefa de Óbidos e Vieira Lusitano erano i pittori più prolifici.José Malhoa, noto per il suo lavoro Fado, e Columbano Bordalo Pinheiro (che ha dipinto i ritratti di Teófilo Braga e Antero de Quental) erano entrambi riferimenti in pittura naturalista.

Il 20 ° secolo ha visto l'arrivo di Modernismo, e insieme ad esso vennero i più importanti pittori portoghesi: Amadeo de Souza-Cardoso, che è stato fortemente influenzato dai pittori francesi, in particolare i Delaunays (Roberto e Sonia). Tra le sue opere più note c'è Canção Popular a Russa e o Fígaro. Altri grandi pittori / scrittori modernisti erano Carlos Botelho e Almada Negreiros, amico del poeta Fernando Pessoa, che ha dipinto il ritratto di Pessoa. È stato profondamente influenzato da entrambi Cubista e Futurista tendenze.

Tra le figure internazionali di spicco delle arti visive figurano oggi i pittori Vieira da Silva, Júlio Pomar, Helena Almeida, Joana Vasconcelos, Julião Sarmento e Paula Rego.

Sport

Cristiano Ronaldo è costantemente classificato come il miglior giocatore di calcio del mondo e considerato uno dei più grandi giocatori di tutti i tempi.[246]

Calcio è lo sport più popolare in Portogallo. Ci sono diverse competizioni di calcio che vanno dal livello amatoriale locale a quello professionale di livello mondiale. Il leggendario Eusébio è ancora un importante simbolo di Calcio portoghese storia. Giocatore dell'anno FIFA World vincitori Luís Figo e Cristiano Ronaldo, che ha vinto il Pallone d'Oro FIFA, sono due calciatori portoghesi di fama mondiale. Anche gli allenatori portoghesi sono degni di nota, con José Mourinho essendo tra i più rinomati.

Il Nazionale di calcio del Portogallo – Seleção Nacional - ne ho vinto uno Campionato Europeo UEFA titolo: il UEFA Euro 2016, con una vittoria per 1-0 nel finale al di sopra di Francia, il torneo ospita. Inoltre, il Portogallo è arrivato primo nel 2018-19 UEFA Nations League con una vittoria 1–0 sul Olanda nel finale (tenutosi in Portogallo), secondo nel Euro 2004 (tenuto anche in Portogallo), terzo nel Coppa del Mondo FIFA 1966 e 2017 FIFA Confederations Cupe il quarto in Coppa del Mondo FIFA 2006. A livello giovanile, il Portogallo ne ha vinte due Campionati mondiali giovanili FIFA (nel 1989 e 1991) e diversi UEFA Campionati Europei Giovanili.

S.L. Benfica, Sporting CP e FC Porto sono i più grandi club sportivi per popolarità e numero di trofei vinti, spesso noto come "os três grandes" ("i tre grandi"). Hanno vinto otto titoli negli Europei UEFA competizioni per club, erano presenti in 21 finali e sono state contendenti regolari nelle ultime fasi quasi ogni stagione. Oltre al calcio, molti club sportivi portoghesi, inclusi i "tre grandi", competono in molti altri eventi sportivi con un livello variabile di successo e popolarità, questi possono includere hockey su pista, pallacanestro, futsal, palla a mano, e pallavolo.Il Federcalcio portoghese (FPF) - Federação Portuguesa de Futebol - ospita annualmente il Coppa dell'Algarve, un prestigioso calcio femminile torneo che è stato celebrato nella parte algarviana del Portogallo.

Il Nazionale portoghese di rugby qualificato per il Coppa del mondo di rugby 2007 e il Nazionale portoghese di rugby a sette ha giocato nel World Rugby Sevens Series.

Nel Atletica, i portoghesi hanno vinto numerose medaglie d'oro, d'argento e di bronzo nelle competizioni europee, mondiali e olimpiche. Ciclismo, con Volta a Portugal essendo la gara più importante, è anche un popolare evento sportivo e comprende squadre di ciclismo professionistico come Sporting CP, Boavista, Clube de Ciclismo de Tavira e União Ciclista da Maia. A livello internazionale, i ciclisti portoghesi hanno già ottenuto buoni risultati. Joaquim Agostinho finì sul podio nel 1978 e 1979 Tour de Francee 1974 Vuelta a España. Rui Costa ha vinto il titolo mondiale nella corsa su strada maschile.

Il paese ha anche ottenuto prestazioni notevoli in sport come scherma, judo, kitesurf, canottaggio, andare in barca, fare surf, tiro, taekwondo, Triathlon e windsurf, che possiede diversi titoli europei e mondiali. Il paralimpico gli atleti hanno anche conquistato molte medaglie in sport come nuoto, bocce, Atletica, arti marziali miste e wrestling.

Nel motorsport, il Portogallo è noto a livello internazionale per il Rally del Portogallo, e il Estoril, Circuiti dell'Algarve e il rianimato Circuito cittadino di Porto che tiene una tappa del WTCC ogni due anni, così come per un numero di piloti di fama internazionale in vario modo sport motoristici.

Negli sport equestri, il Portogallo ha vinto l'unico campionato del mondo Horseball-Pato nel 2006 ha ottenuto la terza posizione nel primo Horseball Coppa del Mondo e ha ottenuto diverse vittorie in Europa Equitazione di lavoro Campionato.

Negli sport acquatici, il Portogallo ha tre sport principali: nuoto, pallanuoto e fare surf. Più di recente, il Portogallo ha avuto successo in canoa con diversi campioni mondiali ed europei, come le medaglie olimpiche. Ogni anno il paese ospita anche una delle tappe del World Surf League uomini e donne Tour del campionato, il MEO Rip Curl Pro Portugal al Supertubos nel Peniche.

Il Portogallo settentrionale ha il suo originale arte marziale, Jogo do Pau, in cui i combattenti usano il personale per affrontare uno o più avversari. Altre popolari attività ricreative all'aperto legate allo sport con migliaia di appassionati a livello nazionale includono softair, pesca, golf, escursionismo, caccia e orientamento.

Il Portogallo è uno dei migliori al mondo golf destinazioni.[247] Ha ricevuto diversi premi dai World Golf Awards.[248]

Guarda anche

Appunti

  1. ^ Mirandese, parlato in alcune frazioni del comune di Miranda do Douro, è stato ufficialmente riconosciuto nel 1999 (Lei n. ° 7/99 de 29 de Janeiro),[1] conferendogli un diritto d'uso ufficiale.[2] Lingua dei segni portoghese è anche riconosciuto.
  2. ^ Per paese di cittadinanza
  3. ^ Costituzione portoghese adottata nel 1976 con diverse successive revisioni minori, tra il 1982 e il 2005.
  4. ^ In minoranza riconosciuta lingue del Portogallo:
  5. ^ Thomas Dawson'S La brava ancella dei mariti per la cucina del 1594 include una ricevuta di polpette per "scoregge di Portingale".[30]

Riferimenti

  1. ^ un b "Reconhecimento oficial de direitos linguísticos da comunidade mirandesa (Riconoscimento ufficiale dei diritti linguistici della comunità mirandese)". Centro de Linguística da Universidade de Lisboa (UdL). Archiviato da l'originale il 18 marzo 2002. Recuperato 2 dicembre 2015.
  2. ^ un b Lo studio Euromosaic, Mirandese in Portogallo, europa.eu - Commissione europea sito web. Estratto gennaio 2007. Collegamento aggiornato dicembre 2015
  3. ^ "Popolazione straniera con residenza regolare in% della popolazione residente: totale e per sesso (2018)". Statistiche Portogallo, Servizio Stranieri e Frontiere e Ministero dell'amministrazione interna. Recuperato 18 luglio 2019.
  4. ^ Costituzione del Portogallo, Preambolo:
  5. ^ (in portoghese)"Superfície Que municípios têm maior e menor área?". Pordata. Recuperato 17 novembre 2020.
  6. ^ "Acqua superficiale e cambio dell'acqua superficiale". Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE). Recuperato 11 ottobre 2020.
  7. ^ un b "Il Portogallo registra una tassa sul crescimento efetivo positivo (0,19%), o que não acontecia dal 2009 - 2019". Ine.pt. Recuperato 15 giugno 2020.
  8. ^ "Copia archiviata". Statistiche Portogallo - Portale Web. 27 novembre 2012. Archiviato da l'originale il 27 novembre 2012. Recuperato 11 luglio 2020.Manutenzione CS1: copia archiviata come titolo (collegamento)
  9. ^ "PORDATA - Densità di popolazione, secondo Censimento".
  10. ^ un b c d "Rapporto per paesi e argomenti selezionati - Portogallo". Fondo monetario internazionale. 2020. Recuperato 30 ottobre 2020.
  11. ^ "Coefficiente di Gini". Portogallo: PORDATA. Recuperato 8 giugno 2019.
  12. ^ "Rapporto sullo sviluppo umano 2019" (PDF). Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite. 2019. Recuperato 9 dicembre 2019.
  13. ^ Brian Jenkins, Spyros A. Sofos, Nazione e identità nell'Europa contemporanea, p. 145, Routledge, 1996, ISBN 0-415-12313-5
  14. ^ Melvin Eugene Page, Penny M. Sonnenburg, p. 481
  15. ^ "Primo impero globale". Guinnessworldrecords.com. Recuperato 18 aprile 2014.
  16. ^ "Cos'era l'Impero portoghese?". Empires.findthedata.org. Archiviato da l'originale il 2 febbraio 2014. Recuperato 18 aprile 2014.
  17. ^ "The World Factbook". cia.gov. Recuperato 14 settembre 2015.
  18. ^ (PDF). 8 aprile 2014 https://web.archive.org/web/20140408225045/http://www.imf.org/external/pubs/ft/weo/2014/01/pdf/text.pdf. Archiviato da l'originale (PDF) l'8 aprile 2014. Mancante o vuoto | titolo = (Aiuto)
  19. ^ "INDICE DI PROGRESSO SOCIALE 2015: EXECUTIVE SUMMARY" (PDF). 2.deloitte.com. Recuperato 2 agosto 2017.
  20. ^ "Indice di qualità della vita per Paese 2020 a metà anno". www.numbeo.com.
  21. ^ "Democracy Reports | V-Dem". www.v-dem.net. Archiviato da l'originale il 21 giugno 2019. Recuperato 14 luglio 2019.
  22. ^ "Portogallo - Origine e significato del nome Portogallo dal dizionario di etimologia online". Etymonline.com.
  23. ^ un b Winicius, Marcos. "Documentos danca portuguesa" - tramite www.academia.edu. Cite journal richiede | journal = (Aiuto)
  24. ^ un b c Magarinhos, Luís. "Origem e significado dos nomes de Portugal e da Galiza" - tramite www.academia.edu. Cite journal richiede | journal = (Aiuto)
  25. ^ un b Emerick, Carolyn; Autori, vari. "Europa Sun Issue 4: aprile 2018". Carolyn Emerick - tramite Google Libri.
  26. ^ De Alarcào, Jorge (1998). "Ainda sobre a localizado dos populi fare conventus Bracaraugustanus" (PDF). Anales de Arquelogía Cordobesa: 51–58.
  27. ^ Petitot, Émile (11 luglio 1894). "Origines et migrations des peuples de la Gaule jusqu'à l'avènement des Francs". Parigi: J. Maisonneuve - tramite Internet Archive.
  28. ^ "Manuel géographique et statistique de l'Espagne et du Portugal ..." Buisson. 11 aprile 2018 - tramite Google Libri.
  29. ^ un b c "Portogallo, n. E agg." OED Online, Oxford University Press, giugno 2020, www.oed.com/view/Entry/148257. Accesso 30 luglio 2020.
  30. ^ The Good Huswives Handmaide for the Kitchin, 1594 al progetto Foods of England. Accesso 30 luglio 2020.
  31. ^ Hans Kurath. "Portingāl (e" Dizionario inglese medio. University of Michigan Press, 1954. p. 1131.
  32. ^ Emerick, Carolyn; Autori, vari (28 dicembre 2017). "Europa Sun Issue 2: dicembre 2017". Carolyn Emerick - tramite Google Libri.
  33. ^ Mountain, Harry (11 luglio 1998). L'Enciclopedia celtica. Editori universali. ISBN 9781581128901 - tramite Google Libri.
  34. ^ un b David Birmingham (2003), p. 11
  35. ^ Heale, Jay; Koh, Angeline; Schmermund, Elizabeth (15 aprile 2016). Portogallo: terza edizione. Editoria quadrata di Cavendish, LLC. ISBN 9781502616944 - tramite Google Libri.
  36. ^ Garstk, Kevin (28 agosto 2012). "Celtic from the West: Alternative Perspectives from Archaeology, Genetics, Language and Literature. A cura di Barry Cunliffe e John T. Koch. Oxford: Oxbow Books, 2010. 384 pagine. ISBN-13: 978-1842174104". E-Keltoi: Journal of Interdisciplinary Celtic Studies. 9 (1). ProQuest 1095733285.
  37. ^ "Tartessian, la lingua celtica più recente e più antica d'Europa". 5 marzo 2013.
  38. ^ Devine, Darren. "Le nostre radici celtiche si trovano in Spagna e Portogallo". Galles in linea. Recuperato 11 aprile 2017.
  39. ^ "Informazioni". ppg.revistas.uema.br. Recuperato 11 luglio 2020.
  40. ^ Estos se establishment en el norte de Portugal y el área de la Galizia attuale, introducendo in questa regione la cultura de las urnas, una variante de las Urnenfelder que evolucionaría después en la cultura de los castros o castreña
  41. ^ Radicale, The. "Celti parte 1". Persone nella storia.
  42. ^ Harding, D. W. (11 giugno 2007). L'archeologia dell'arte celtica. Routledge. ISBN 9781134264643 - tramite Google Libri.
  43. ^ Green, Miranda J .; Aldhouse-Green, Miranda Jane (11 luglio 1995). Il mondo celtico. Psychology Press. ISBN 9780415057646 - tramite Google Libri.
  44. ^ Banbridge, Lughais MacAoidh. "La connessione irlandese con le lingue ciadiche e afroasiatiche" - tramite www.academia.edu. Cite journal richiede | journal = (Aiuto)[collegamento morto]
  45. ^ Macalister, Robert Alexander Stewart. "Lebor gabála Érenn: Il libro della presa d'Irlanda". Dublino: pubblicato per la Irish text Society dalla Educational Company of Ireland - tramite Internet Archive.
  46. ^ "Viriathus e la guerra di Lusitania | Storia romana di UNRV.com". www.unrv.com.
  47. ^ Silva, Luis (30 luglio 2013). Viriato: E la resistenza lusitana a Roma, 155–139 aC. Penna e spada. ISBN 9781473826892 - tramite Google Libri.
  48. ^ Conejo, Noé (2020). "Monete e villae nella tarda Lusitania romana: crollo dell'economia monetaria romana? " (PDF). Archeologie post-classiche. 10: 219–246.
  49. ^ David Rohrbacher, "Orosius", in Gli storici della tarda antichità (Routledge, 2002), pagg. 135–137. Rohrbacher basa la data di nascita sulla descrizione di Agostino di Orosio come "giovane sacerdote" e "figlio per età" nel periodo 414-418, che collocherebbe la sua età a 30 anni o meno.
  50. ^ un b L. Reynolds, Robert (11 luglio 1957). "Riconsiderazione della storia degli Svevi". Revue belge de Philologie et d'Histoire. 35 (1): 19–47. doi:10.3406 / rbph.1957.2022 - tramite www.persee.fr.
  51. ^ un b Quiroga, Jorge López. "IN TEMPORE SUEBORUM. Il tempo degli Svevi in ​​Gallaecia (411-585 dC). Catalogo della mostra (inglese)". Jorge LÓPEZ QUIROGA-Artemio M. MARTÍNEZ TEJERA (Coord.): IN TEMPORE SUEBORUM. Il tempo degli Sueves a Gallaecia (411-585 d.C.). Il primo regno medievale d'Occidente, Ourense. - tramite www.academia.edu.
  52. ^ Milhazes, José. Os antepassados ​​caucasos dos portugueses – Rádio e Televisão de Portugal nel portoghese. Archiviato 1 gennaio 2016 presso il Wayback Machine
  53. ^ un b Kéry, Lotte; Kery, Lotte (1999). Collezioni canoniche dell'alto medioevo (ca. 400-1140): una guida bibliografica ai manoscritti e alla letteratura. ISBN 9780813209180.
  54. ^ Osborne, Jason (2016). "Lo sviluppo delle relazioni chiesa / stato nel regno visigoto durante il regno del sesto secolo (507-601) durante il sesto secolo (507-60}". ir.uiowa.edu. Recuperato 11 luglio 2020.
  55. ^ Mason, Patricia E. (1979). "Implicazioni sociali del prestito: l'elemento visigoto in Hispano-Romance". parola. 30 (3): 257–272. doi:10.1080/00437956.1979.11435671.
  56. ^ Verlinden, Charles (11 luglio 1950). "David (Pierre). Studi storici sulla Galizia e il Portogallo du VIe au XIIe siècle". Revue belge de Philologie et d'Histoire. 28 (1): 229–233 - tramite www.persee.fr.
  57. ^ Ferreiro, Alberto (1999). I Visigoti: studi in cultura e società. ISBN 9004112065.
  58. ^ Mason, Patricia E. (11 dicembre 1979). "Implicazioni sociali del prestito: l'elemento visigoto in Hispano-Romance". PAROLA. 30 (3): 257–272. doi:10.1080/00437956.1979.11435671.
  59. ^ Editors, History com. "Goti e Visigoti". STORIA.CS1 maint: testo extra: lista autori (collegamento)
  60. ^ "Fim do Império Romano e Chegada dos Suevos". notapositiva.com (in portoghese). Archiviato da l'originale il 23 dicembre 2014. Recuperato 12 marzo 2016.
  61. ^ "Suevos". infoescola.com (in portoghese). Recuperato 12 marzo 2016.
  62. ^ Capo, Brian F .; Semënova-Head, Larisa (2013). "Vestígios da presença sueva no noroeste da península ibérica: na etnologia, na arqueologia e na língua" [Tracce della presenza di Sueva nel nord-ovest della penisola iberica: in etnologia, archeologia e lingua]. Revista Diacrítica (in portoghese). 27 (2): 257–277.
  63. ^ Hay, Maciamo. "Storia genetica degli spagnoli e dei portoghesi". Eupedia.[fonte auto-pubblicata?]
  64. ^ "i barbari, detestando le loro spade, le trasformano in aratri", Historiarum Adversum Paganos, VII, 41, 6.
  65. ^ "chiunque voglia andarsene o partire, usa questi barbari come mercenari, servitori o difensori", Historiarum Adversum Paganos, VII, 41, 4.
  66. ^ Domingos Maria da Silva, Os Búrios, Terras de Bouro, Câmara Municipal de Terras de Bouro, 2006. (in portoghese)
  67. ^ Portugal musalman (Le) - VIIIe-XIIIe siècles par Christophe Picard - Maisonneuve et Larose - Collection Occident Musulman - 2001, 500 p. ISBN 2706813989
  68. ^ Una storia del Portogallo e dell'Impero portoghese, vol. 1: From Beginnings to 1807: Portugal (Volume 1) p. 55
  69. ^ "Pelayo - re delle Asturie". Britannica.com.
  70. ^ un b H. V. Livermore, Una nuova storia del Portogallo (Cambridge University Press: Londra, 1969) pagg. 32–33.
  71. ^ un b c Ribeiro, Ângelo; Hermano, José (2004). História de Portugal I - A Formação do Território [Storia del Portogallo: la formazione del territorio] (in portoghese). QuidNovi. ISBN 989-554-106-6.
  72. ^ Oliveira, Leandro Vilar (2018). "A presença viking na Península Ibérica: Os Vikings em Portugal e Galiza (Hélio Pires)" [La presenza vichinga nella penisola iberica: i vichinghi in Portogallo e Galizia (Hélio Pires)]. Scandia (in portoghese). 1: 249–255.
  73. ^ Marques, André Evangelista; Barroca, Mário; Amaral, Luís Carlos. "As incursões vikings no Norte de Portugal". Mil Anos da Incursão Normanda ao Castelo de Vermoim. pagg. 143–184. hdl:10216/120557. ISBN 978-989-8351-97-5.
  74. ^ Fernandes, A. de Almeida. "O Conde Vímara Peres por A. de Almeida Fernandes" - tramite www.academia.edu.
  75. ^ Kruszelnicki, Karl S. (13 settembre 2007). "Morte Nera". Abc.net.au. Recuperato 2 aprile 2019.
  76. ^ "The Portuguese Explorers: Newfoundland and Labrador Heritage". Heritage.nf.ca. Recuperato 31 gennaio 2014.
  77. ^ Vigneras, L.-A. (1979) [1966]. "Corte-Real, Miguel". In Brown, George Williams (a cura di). Dizionario della biografia canadese. I (1000–1700) (ed. In linea). University of Toronto Press. Recuperato 31 gennaio 2014.
  78. ^ "Town of Portugal Cove - St.Philip's: History". Pcsp.ca. Recuperato 14 settembre 2015.
  79. ^ Il punto di vista standard degli storici è che Cabral fu portato fuori rotta mentre navigava nelle correnti dell'Atlantico meridionale, avvistò la costa del Sud America, scoprendo così accidentalmente il Brasile. Tuttavia, per un resoconto alternativo della scoperta del Brasile, vedere Storia del Brasile
  80. ^ Giles Tremlett (22 marzo 2007). "Un altro chiodo nella bara di Cook come mappa suggerisce che è stato perforato dal Portogallo". Il guardiano. Recuperato 31 gennaio 2014.
  81. ^ Debusmann, Bernd (15 gennaio 2014). "Il canguro in un manoscritto di 400 anni potrebbe cambiare la storia australiana". Telegrafo. Londra. Recuperato 31 gennaio 2014.
  82. ^ Perry, Michael (21 marzo 2007). "La mappa dimostra che il portoghese ha scoperto l'Australia: nuovo libro". Reuters. Recuperato 31 gennaio 2014.
  83. ^ "Peña, Lorenzo. Un puente jurídico entre Iberoamérica y Europa: la Constitución española de 1812. Instituto de Filosofía del CSIC" (PDF).
  84. ^ "Adolescente IBGE". Ibge.gov.br. Archiviato da l'originale il 25 gennaio 2012. Recuperato 11 febbraio 2012.
  85. ^ "Rappresentazioni storiche del terremoto di Lisbona del 1755". Nisee.berkeley.edu. 12 novembre 1998. Archiviato da l'originale l'11 marzo 2011. Recuperato 6 maggio 2012.
  86. ^ Kenneth Maxwell, Pombal, paradosso dell'Illuminismo (Cambridge: Cambridge University Press, 1995), 83, 91–108, 160–62.
  87. ^ P S Lele, Dadra e Nagar Haveli: passato e presente, pubblicato da Usha P.Lele, 1987,
  88. ^ "Portugal Não É Um País Pequeno". Purl.pt. Archiviato da l'originale il 25 ottobre 2014. Recuperato 21 febbraio 2011.
  89. ^ Volo dall'Angola, L'economista, 16 agosto 1975
  90. ^ Smantellamento dell'Impero portoghese, Tempo, 7 luglio 1975
  91. ^ Vieira, Gonçalo; Luís, Zêzere José; Mora, Carla (2018). Paesaggi e morfologie del Portogallo. Springer International Publishing. ISBN 9783319036403.
  92. ^ Francisco, Susete (14 agosto 2017). "Portugal tenta duplicar território marítimo (in portoghese)". Diário de Notícias. Recuperato 7 dicembre 2017.
  93. ^ "Clima del mondo: Portogallo". Weatheronline.co.uk. Recuperato 14 settembre 2015.
  94. ^ "Mapas bioclimáticos y biogeográficos". Globalbioclimatics.org. Recuperato 2 agosto 2017.
  95. ^ Instituto Português do Mar e da Atmosfera (2012). "Extremos climáticos de temperatura, Capitais Distrito" (in portoghese). Instituto Português do Mar e da Atmosfera. Recuperato 23 gennaio 2013.
  96. ^ "Instituto Português do Mar e da Atmosfera, IP Portugal". ipma.pt. Recuperato 22 agosto 2010.
  97. ^ "Piacevole clima mediterraneo in Portogallo". Temperature oceaniche in Portogallo. LiveandInvestOverseas.com. Recuperato 18 dicembre 2019.
  98. ^ "Temperatura media del mare delle Azzorre". seatemperature.org. Recuperato 9 novembre 2020.
  99. ^ "Temperatura media del mare di Madeira". seatemperature.org. Recuperato 9 novembre 2020.
  100. ^ "Primo avvistamento di orso bruno in Portogallo da oltre un secolo". Francia 24. 9 maggio 2019.
  101. ^ "Constituição da República Portuguesa - D.R.E. (Costituzione della Repubblica Portoghese)" (in portoghese). Diário da República Electrónico. 2 aprile 1976. Archiviato da l'originale il 21 dicembre 2008. Recuperato 16 agosto 2013.
  102. ^ Brian Vastag 5 anni dopo: la politica portoghese di depenalizzazione della droga mostra risultati positivi. Scientific American. 7 aprile 2009
  103. ^ Maia Szalavitz, Droga in Portogallo: la depenalizzazione ha funzionato?, Tempo (26 aprile 2009)
  104. ^ Greenwald, Glenn (2 aprile 2009). "Decriminalizzazione della droga in Portogallo: lezioni per creare politiche sulla droga eque e di successo" (PDF). Cato Institute. Recuperato 14 febbraio 2015.
  105. ^ "::: Lei n.º 99/2003, de 27 de Agosto". www.pgdlisboa.pt. Recuperato 8 dicembre 2019.
  106. ^ "::: Lei n.º 1/2004, de 24 de Julho". www.pgdlisboa.pt. Recuperato 8 dicembre 2019.
  107. ^ "Diário da República, 1.ª série - N.º 105 - 31 de Maio de 2010" (PDF). Recuperato 14 settembre 2013.
  108. ^ "Lei n.º 2/2016 de 29 de fevereiro" (PDF). App.parlamento.pt.
  109. ^ Renascença. "Parlamento aprova barrigas de aluguer e Procriação Medicamente Assistida - Renascença". rr.sapo.pt. Recuperato 11 aprile 2017.
  110. ^ "O Presidente da República, alertando para a insuficiente proteção dos direitos da criança, promulga alargamento from Procriação Medicamente Assistida". Presidencia.pt. Recuperato 11 aprile 2017.
  111. ^ Group, Global Media (8 giugno 2016). "Marcelo promulga procriação assistida, mas veta gestação de substituição". Dn.pt (in portoghese). Recuperato 11 aprile 2017.
  112. ^ "Marcelo promulga 35 horas e veta barrigas de aluguer". Tvi24.iol.pt (in portoghese). 8 giugno 2016. Recuperato 11 aprile 2017.
  113. ^ "ESPRESSO: Governo entrega em janeiro projeto da nova Lei da Identidade de Género, que prevê a descida da idade legal e ofim do atestado médico obrigatório". Expresso.sapo.pt.
  114. ^ "Dário de Notícias: 375 pessoas mudaram de género no registo civil". Dn.pt. 1 luglio 2017.
  115. ^ "Lei 38/2018, 07/08/2018". Diário da República Eletrónico (in portoghese). Recuperato 8 dicembre 2019.
  116. ^ "Portogallo | World Prison Brief". prisonstudies.org. Recuperato 24 aprile 2019.
  117. ^ un b "Portogallo". Prison Insider.[collegamento morto permanente]
  118. ^ "Distretti del Portogallo". Distritosdeportugal.com. Recuperato 22 agosto 2010.
  119. ^ "Portogallo e Spagna - le controversie territoriali di Olivenza e le Isole Selvagge (Parte II) - OneEurope", One-europe.net, 11 febbraio 2015, archiviato da l'originale il 29 settembre 2017, recuperato 29 settembre 2017
  120. ^ "Nuova area marittima in controversia tra Portogallo e Spagna", Algarvedailynews.com, archiviato da l'originale il 29 settembre 2017, recuperato 29 settembre 2017
  121. ^ "Spesa militare (% del PIL)". Dati (in indonesiano). 14 febbraio 2002. Recuperato 11 luglio 2020.
  122. ^ "Soldato portoghese ucciso in servizio in Mali". Theportugalnews.com.
  123. ^ "Truppe portoghesi nella 'grande' operazione ONU nella Repubblica Centrafricana". Theportugalnews.com.
  124. ^ un b Jr, Landon Thomas (14 febbraio 2012). "Gli sforzi per il debito del Portogallo possono essere un avvertimento per la Grecia". Il New York Times. Recuperato 2 agosto 2017.
  125. ^ "Deficit del Portogallo 2011 per battere il gol in una tantum revs-PM". Reuters UK. 13 dicembre 2011. Recuperato 30 dicembre 2011.
  126. ^ Kowsmann, Patricia, "Il governo del Portogallo pone fine alle partecipazioni golden-share" (contenuto a pagamento) Archiviato 31 ottobre 2013 presso il Wayback Machine, Dow Jones Newswires 5 luglio 2011.
  127. ^ "AGGIORNAMENTO 1-Il Portogallo rinuncia a quote d'oro nei servizi di pubblica utilità". Reuters.
  128. ^ Istituto di tecnologia di gestione Nagpur: "Eurocrisis", Okonomist, Vol.1, Issue 3, Gennaio 2012
  129. ^ un b "Il Portogallo cerca l'accesso al mercato con uno scambio di obbligazioni da $ 5 miliardi". Kathimerini (edizione inglese). 3 ottobre 2012. Recuperato 17 ottobre 2012.
  130. ^ "Dívida pública revista em alta para 127,8% do PIB em 2013 (Valor supera previsões iniciais do Governo, da troika e do FMI.)" (in portoghese). Lusa e Público. 30 settembre 2013. Recuperato 30 ottobre 2013.
  131. ^ (in portoghese) "O estado a que o Estado chegou" no 2.º lugar do top Archiviato 13 maggio 2013 presso il Wayback Machine, Diário de Notícias (2 marzo 2011)
  132. ^ (in portoghese) "O estado a que o Estado chegou" no 2.º lugar do top Archiviato 13 maggio 2013 presso il Wayback Machine, Diário de Notícias (2 marzo 2012)
  133. ^ BPN Oliveira Costa vendeu a Cavaco e filha 250 mil ações da SLN - Expresso.pt. Expresso.sapo.pt (13 aprile 2011). Estratto il 26 luglio 2013.
  134. ^ Oliveira Costa é visinho de Cavaco no Algarve - Portugal - DN Archiviato Il 16 agosto 2014 presso il Wayback Machine. Dn.pt. Estratto il 26 luglio 2013.
  135. ^ Dias Loureiro entre os dirigentes do PSD no process-crime do BPN - JN. Jn.pt. Estratto il 26 luglio 2013.
  136. ^ "PIL pro capite di Eurostat 2006-2017". Recuperato 30 agosto 2018.
  137. ^ Bilefsky, Dan (1 luglio 2007). "Il Portogallo, prendendo le redini dell'UE, ha una lotta tra le mani". Il New York Times. Recuperato 30 agosto 2018.
  138. ^ "Portogallo - Dati OCSE". Data.oecd.org. Recuperato 2 aprile 2019.
  139. ^ "Destinazione per il golf leader in Europa nel 2013". Worldtravelawards.com. Recuperato 31 gennaio 2014.
  140. ^ "L'Algarve è stata eletta la migliore destinazione per il golf d'Europa nel 2014". The Portugal News. 21 novembre 2013. Archiviato da l'originale il 1 ° febbraio 2014. Recuperato 31 gennaio 2014.
  141. ^ "História" (in portoghese e inglese). SEDES. 2013. Archiviato da l'originale il 19 dicembre 2012. Recuperato 12 maggio 2013.
  142. ^ "Ruptura e regulação da economia portuguesa nos anos 70" (PDF). Analisesocial.ics.ul.pt. Recuperato 2 aprile 2019.
  143. ^ Grande Enciclopédia Universal, p. 10543, "Portogallo", par. 4
  144. ^ "Investire in Portogallo". The Financial Times Ltd. 8 aprile 2008. Recuperato 11 maggio 2013.
  145. ^ "Il Portogallo segue l'Irlanda fuori dal programma di salvataggio". Europa Sun. Archiviato da l'originale il 18 maggio 2014. Recuperato 18 maggio 2014. Markup corsivo o grassetto non consentito in: | publisher = (Aiuto)
  146. ^ "Nessun titolo diapositiva" (PDF). Archiviato da l'originale (PDF) il 1 novembre 2013. Recuperato 31 gennaio 2014.
  147. ^ "Comunicado do Conselho de Ministros de 14 de November de 2019". Recuperato 11 aprile 2020.
  148. ^ "Indice della qualità della vita dell'Economist Intelligence Unit". Economist.com. Recuperato 2 agosto 2017.
  149. ^ "Portugueses forderam poder de compra entre 2005 e 2007 e estão na cauda da Zona Euro". Público (in portoghese). 11 dicembre 2008. Archiviato da l'originale il 14 giugno 2011. Recuperato 10 ottobre 2010.
  150. ^ "Portogallo: Dichiarazione conclusiva del personale della missione ai sensi dell'articolo IV del 2017". Imf.org. Recuperato 2 agosto 2017.
  151. ^ "Relazione per paese Portogallo 2019 che include un'analisi approfondita sulla prevenzione e la correzione degli squilibri macroeconomici" (PDF). ec.europa.eu. 2019. Recuperato 11 luglio 2020.
  152. ^ "Istantanea economica del Portogallo - OCSE". www.oecd.org.
  153. ^ "Produzione vegetale". FAO. Recuperato 21 luglio 2020.
  154. ^ Pessoa, M.F .; Mendes, B .; Oliveria, J.S. "Consumo pro capite" (PDF). Consumo annuo pro capite di pesce e crostacei per l'alimentazione umana.
  155. ^ "Guia para perceber o negócio das minas em Portugal". Visao.sapo.pt.
  156. ^ "Fornitura di litio in Portogallo". litio.oggi.
  157. ^ "Riserve di litio nei principali paesi del mondo 2017". Statista.
  158. ^ "Riserve di litio per Paese". investingnews.com.
  159. ^ "I minatori di litio puntano su un paese minerario improbabile". oil”.
  160. ^ "Prova FT gratuitamente". Financial Times.
  161. ^ "W Resources avvia una nuova campagna di trivellazione dell'oro in Portogallo". Sharesmagazine.co.uk. 1 maggio 2018.
  162. ^ "W Resources dà il via a nuove trivellazioni di risorse al progetto d'oro di São Martinho". Proactiveinvestors.co.uk. Archiviato da l'originale il 5 maggio 2018. Recuperato 4 maggio 2018.
  163. ^ Proactive Investors Stocktube (1 maggio 2018). "W Resources inizia la perforazione di nuove risorse a São Martinho in Portogallo". Youtube.
  164. ^ Agência Lusa (2011). "Covilhã: Aleia vai montar avião até agora vendido em kit e jactos portugueses em 2011". Noticias (in portoghese). Produzido por PTC. Archiviato da l'originale il 13 maggio 2013. Recuperato 12 maggio 2013.
  165. ^ Diário Digital / Lusa (22 agosto 2008). "Évora aprova isenções fiscais aos projectos da Embraer". Dinheiro (in portoghese). Archiviato da l'originale il 25 maggio 2013. Recuperato 12 maggio 2013.
  166. ^ Portogallo: valutazione della stabilità del sistema finanziario, comprese relazioni sull'osservanza di standard e codici sui seguenti argomenti: vigilanza bancaria, regolamento sui valori mobiliari e regolamento sulle assicurazioni, FMI, (Ottobre 2006)
  167. ^ "Viaggi e turismo in Portogallo". Euromonitor International. Euromonitor. Settembre 2012.
  168. ^ "Il Portogallo accoglie il record di 20 milioni di visitatori nel 2017". TravelPulse. 22 febbraio 2018.
  169. ^ "Vincitori per i migliori paesi europei: 2014 10 Best Readers 'Choice Travel Awards". 10Best.
  170. ^ "World Travel Awards elegge il Portogallo come destinazione leader in Europa per il 2017". Worldtravelawards.com. Recuperato 30 settembre 2017.
  171. ^ "World Travel Awards elegge il Portogallo come destinazione principale del mondo 2017". Worldtravelawards.com. Recuperato 10 dicembre 2017.
  172. ^ "Vai al blog di Lisbona» Archivio blog »Lisbona cresce lentamente come una delle città più visitate d'Europa". Golisbon.com. 30 maggio 2013. Archiviato da l'originale il 2 novembre 2013. Recuperato 31 gennaio 2014.
  173. ^ DN Online, ed. (25 gennaio 2007). "Cidades atraem mais turistas do que os destinos sol e mar" (in portoghese). Lisbona: Diário das Noticias. Archiviato da l'originale il 12 agosto 2011. Recuperato 30 aprile 2011.
  174. ^ "Le tradizioni culturali in Portogallo, Uganda e Ucraina aggiunte alla lista di protezione del patrimonio dell'UNESCO". Un.org.
  175. ^ "L'UNESCO aggiunge Bonecos de Estremoz come Patrimonio Culturale Intengibile (pt)". Dn.pt. Recuperato 7 dicembre 2017.
  176. ^ "Ciência Viva". Cienciaviva.pt. Recuperato 22 agosto 2010.
  177. ^ "Tecparques - Associação Portuguesa de Parques de Ciência e Tecnologia". Tecparques.pt. Archiviato da l'originale il 28 aprile 2011. Recuperato 22 agosto 2010.
  178. ^ "Madeira Tecnopolo". Madeiratecnopolo.pt. Recuperato 22 agosto 2010.
  179. ^ "Sines Tecnopolo". Sines Tecnopolo. Archiviato da l'originale il 10 settembre 2010. Recuperato 22 agosto 2010.
  180. ^ "TECMAIA Parque de Ciência e Tecnologia da Maia". Tecmaia.com.pt. Archiviato da l'originale il 1 ° agosto 2011. Recuperato 2 luglio 2011.
  181. ^ "Parque de Ciência e Tecnologia da Covilhã (Parkurbis)". Parkurbis.pt. Recuperato 22 agosto 2010.
  182. ^ Portogallo ganha terreno no ranking da inovação, Público (1 febbraio 2011)
  183. ^ "ListAfterList.com". ListAfterList.com. Archiviato da l'originale il 2 maggio 2010. Recuperato 22 agosto 2010.
  184. ^ "Curioso? Leggi". Curiousread.com. Febbraio 2008. Recuperato 22 agosto 2010.
  185. ^ "Statistiche energetiche IEA: Portogallo". Agenzia internazionale per l'energia. 2006. Archiviato da l'originale il 12 agosto 2016. Recuperato 7 aprile 2009.
  186. ^ Staff (8 aprile 2009). "Fontes renováveis ​​originaram 43% da electricidade consumida". Diário Digital (in portoghese). Archiviato da l'originale il 14 maggio 2011. Recuperato 17 aprile 2009.
  187. ^ "Portugal já exportou mais electricidade este ano que em 2009". Agência Financeira (in portoghese). 8 giugno 2010. Archiviato da l'originale il 19 giugno 2010. Recuperato 8 giugno 2010.
  188. ^ "Portogallo". Jewishvirtuallibrary.org. Recuperato 6 maggio 2012.
  189. ^ Bauchet, M; McEvoy, B; Pearson, LN; Quillen, EE; Sarkisian, T; Hovhannesyan, K; Deka, R; Bradley, DG; Shriver, MD (2007). "Misurazione della stratificazione della popolazione europea con i dati del genotipo Microarray". American Journal of Human Genetics. 80 (5): 948–956. doi:10.1086/513477. PMC 1852743. PMID 17436249.
  190. ^ un b "Eupedia Autosomal Maps". Eupedia.com.
  191. ^ "Khazaria - Genealogia genetica". Khazaria.com.
  192. ^ Stolz, Yvonne; Baten, Jörg; Reis, Jaime (2013). "Standard di vita portoghesi, 1720-1980, nel confronto europeo: altezze, reddito e capitale umano". Revisione della storia economica. 66 (2): 545–578. doi:10.1111 / j.1468-0289.2012.00658.x. hdl:10451/20518. S2CID 73565474.
  193. ^ "CIA World Factbook". Cia.gov. Recuperato 2 agosto 2017.
  194. ^ Max Roser (2014), "Tasso di fertilità totale nel mondo negli ultimi secoli", Il nostro mondo in dati, Fondazione Gapminder, archiviato da l'originale il 7 agosto 2018, recuperato 7 maggio 2019
  195. ^ "PORDATA - Nati vivi al di fuori del matrimonio, con genitori conviventi o meno (%) - Portogallo". Pordata.pt. Recuperato 2 agosto 2017.
  196. ^ "Fertilità in Portogallo: una prospettiva macro / micro economica". Cefage.uevora.pt. Recuperato 31 gennaio 2014.
  197. ^ "World Factbook EUROPE: PORTUGAL", The World Factbook, 12 luglio 2018
  198. ^ "La giustizia sociale nell'UE - Rapporto indice 2016" (PDF). Bertelsmann-stiftung.de. Recuperato 21 maggio 2019.
  199. ^ "Ritorno in Irlanda - Dipartimento degli affari esteri e del commercio". Dfa.ie.
  200. ^ "Il governo crea una linea di credito per gli emigranti che tornano a investire". Theportugalnews.com. Recuperato 2 aprile 2019.
  201. ^ "Il Portogallo offre agevolazioni fiscali agli emigranti di ritorno". Punchng.com.
  202. ^ "Popolazione al 1 ° gennaio per fasce di età e sesso - aree urbane funzionali". Appsso.eurostat.ec.europa.eu. 13 giugno 2017. Recuperato 2 agosto 2017.
  203. ^ Censimenti 2011, (Instituto Nacional de Estatística-19 luglio 2011)
  204. ^ "Sviluppo regionale, rurale e urbano - OCSE". www.oecd.org.
  205. ^ "HDI subnazionale - Database di area - Global Data Lab". hdi.globaldatalab.org. Recuperato 13 settembre 2018.
  206. ^ "Rapporto sullo sviluppo umano 2018 -" Indici e indicatori di sviluppo umano"" (PDF). HDRO (Human Development Report Office) Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite. pagg. 22–25. Recuperato 5 gennaio 2019.
  207. ^ ITDS, Rui Campos, Pedro Senos. "Statistiche Portogallo". Ine.pt. Recuperato 2 luglio 2011.Manutenzione CS1: più nomi: elenco autori (collegamento)
  208. ^ "Statistiche Portogallo". ine.pt. Recuperato 15 giugno 2017.
  209. ^ "Fontes: Inquérito Social Europeu, INE". publico.pt. Recuperato 7 marzo 2019.
  210. ^ un b Portogallo - Emigrazione, Eric Solsten, ed. Portogallo: uno studio sul paese. Washington: GPO per la Library of Congress, 1993.
  211. ^ "Il Portogallo vede progressi nell'integrazione", BBC News, 14 novembre 2005
  212. ^ A mais discriminada, (Espresso 5 aprile 2008)
  213. ^ https://jornaldoalgarve.pt/en/trabalhadores-agricolas-imigrantes-precarios-e-explorados/
  214. ^ Brasileiros são a maior colónia estrangeira em Portugal Embaixada de Portugal No Brasil Archiviato 6 novembre 2013 presso il Wayback Machine
  215. ^ "Censimento - Risultati finali: Portogallo - 2011". Statistiche Portogallo. 2012. p. 530. Recuperato 10 dicembre 2012.
  216. ^ Censo Archiviato 2 dicembre 2012 presso il Wayback Machine
  217. ^ "Instituto Nacional de Estatistica, Censos 2011". Censos.ine.pt. Recuperato 31 gennaio 2014.
  218. ^ Guerra, Amílcar (2010). "Algumas observações sobre a Escrita do Sudoeste". Xelb. 10: 103–113. hdl:10451/9756.
  219. ^ "Historia e memorias da Academia R. Das Sciencias de Lisboa". 1825.
  220. ^ "Storia del portoghese". Portugueselanguage.net. Recuperato 14 settembre 2015.
  221. ^ "Dizionario di geografia greca e romana (1854), Labanae Aquae´NIA". Tufts.edu. Recuperato 14 settembre 2015.
  222. ^ "Alla scoperta di Mirandese". Unità di coordinamento terminologico. 26 maggio 2015.
  223. ^ "Elenco delle lingue". Languagesindanger.eu. Recuperato 14 settembre 2015.
  224. ^ "Indice di conoscenza dell'inglese EF - Una classifica completa dei paesi in base alla conoscenza dell'inglese". Ef.co.uk. Archiviato da l'originale il 2 agosto 2017. Recuperato 2 agosto 2017.
  225. ^ "Testes PISA: Portugal supera média da OCDE". Visão (in portoghese).
  226. ^ "E agora no PISA: alunos portugueses melhoram a ciências, leitura e matemática". Espresso (in portoghese).
  227. ^ "Livello di istruzione superiore portoghese 2007-2016". Statista.
  228. ^ "Um Contrato de confiança no Ensino Superior para o futuro de Portugal" (in portoghese). Governo del Portogallo, Portugal.gov.pt. 11 gennaio 2010. Archiviato da l'originale il 24 luglio 2011.
  229. ^ "Ensino Superior" (PDF). Cnedu.pt. Recuperato 2 agosto 2017.
  230. ^ "Università di Coimbra". Migliori università. 16 luglio 2015.
  231. ^ "Portogallo - Aspettativa di vita alla nascita 2017". countryeconomy.com.
  232. ^ "Il Portogallo in cifre". zonzeewerk.nl. Archiviato da l'originale il 13 giugno 2020. Recuperato 8 aprile 2020.
  233. ^ "Demografia del Portogallo". zonzeewerk.nl. Archiviato da l'originale il 13 giugno 2020. Recuperato 9 aprile 2020.
  234. ^ Classifica dei sistemi sanitari dell'Organizzazione mondiale della sanità nel 2000
  235. ^ "Portogallo - Aspettativa di vita alla nascita 2015". Countryeconomy.com. Recuperato 2 agosto 2017.
  236. ^ "Punti salienti sulla salute in Portogallo 2004" (PDF). Archiviato da l'originale (PDF) il 1 ° dicembre 2009. Recuperato 25 febbraio 2009.. Organizzazione mondiale della Sanità
  237. ^ "Area di competenza". Reti di riferimento europee. Recuperato 11 febbraio 2020.
  238. ^ (in portoghese) Estádios de Tomás Taveira e Souto Moura premiados Archiviato 29 aprile 2011 presso il Wayback Machine, Diário de Notícias (8 luglio 2005)
  239. ^ Tomás Taveira, Geoffrey Broadbent (introduzione), Editore: St Martins Pr (febbraio 1991)
  240. ^ (in portoghese) Tomás Tveira desenha estádio do Palmeiras no Brasil Archiviato 29 aprile 2011 presso il Wayback Machine, Diarioeconomico.com
  241. ^ Poesia e Prosa Medievais, p. 9, par. 4
  242. ^ "I Lusiads". Biblioteca digitale mondiale. 1800–1882. Recuperato 31 agosto 2013.
  243. ^ Marques da Silva, António José (2015). "La favola del merluzzo e del mare promesso. Sulle tradizioni portoghesi di bacalhau". In Themudo Barata, Filipe; Magalhães Rocha, João (a cura di). Patrimoni e memorie dal mare. Prima conferenza internazionale della Cattedra UNESCO in Patrimonio immateriale e know-how tradizionale: collegare il patrimonio 14-16 gennaio 2015. Évora. Portogallo. Atti del convegno. pagg. 130–143. ISBN 978-989-99442-0-6.
  244. ^ "IL PORTOGALLO VINCE IL CONCORSO CANZONI DELL'EUROVISIONE 2017!". Eurovision.tv. Recuperato 2 agosto 2017.
  245. ^ "Lisbona si è rivelata città ospitante dell'Eurovision Song Contest 2018!". Eurovision.tv.
  246. ^ "Cristiano Ronaldo vince il premio FIFA come miglior giocatore per la quarta volta dopo il Portogallo, trionfa il Real Madrid", Abc.net.au, recuperato il 13 maggio 2017.
  247. ^ "Perché il Portogallo è ancora la destinazione golfistica numero 1 in Europa". Globalgolfermag.com. Archiviato da l'originale l'11 febbraio 2017. Recuperato 2 agosto 2017.
  248. ^ "World Golf Awards 2016: il Portogallo ha votato la migliore destinazione per il golf al mondo". Tripwix.com. 9 dicembre 2016. Archiviato da l'originale il 3 agosto 2017. Recuperato 2 agosto 2017.

Fonti

  • Bliss, Christopher; Macedo, Jorge Braga de (1990). Unità con la diversità nell'economia europea: la frontiera meridionale della Comunità. Londra, Inghilterra: Centre for Economic Policy Research. ISBN 978-0-521-39520-5.
  • Juang, Richard M .; Morrissette, Noelle Anne (2008). Africa e le Americhe: cultura, politica e storia: un'enciclopedia multidisciplinare. 2. ISBN 978-1-85109-441-7.
  • Page, Melvin Eugene; Sonnenburg, Penny M. (2003). Colonialismo: un'enciclopedia internazionale, sociale, culturale e politica. 2. ISBN 978-1-57607-335-3.
  • Brockey, Liam Matthew (2008). Città coloniali portoghesi nel primo mondo moderno. ISBN 978-0-7546-6313-3.
  • Ribeiro, Ângelo; José Hermano (2004). História de Portugal I - A Formação do Território [History of Portugal: The Formation of the Territory] (in portoghese). QuidNovi. ISBN 989-554-106-6.
  • Ribeiro, Ângelo; Saraiva, José Hermano (2004). História de Portugal II — A Afirmação do País [History of Portugal II: An Affirmation of Nation] (in portoghese). QuidNovi. ISBN 989-554-107-4.
  • de Macedo, Newton; Saraiva, José Hermano (2004). História de Portugal III — A Epopeia dos Descobrimentos [History of Portugal III: The Epoch of Discoveries] (in portoghese). QuidNovi. ISBN 989-554-108-2.
  • de Macedo, Newton; Saraiva, José Hermano (2004). História de Portugal IV — Glória e Declínio do Império [History of Portugal IV: Glory and Decline of Empire] (in portoghese). QuidNovi. ISBN 989-554-109-0.
  • de Macedo, Newton; Saraiva, José Hermano (2004). História de Portugal V — A Restauração da Indepêndencia [History of Portugal IV: The Restoration of Independence] (in portoghese). QuidNovi. ISBN 989-554-110-4.
  • Saraiva, José Hermano (2004). História de Portugal X — A Terceira República [History of Portugal X: The Third Republic] (in portoghese). QuidNovi. ISBN 989-554-115-5.
  • Loução, Paulo Alexandre (2000). Portogallo, Terra de Mistérios [Portugal: Land of Mysteries] (in portoghese) (3a ed.). Ésquilo. ISBN 972-8605-04-8.
  • Muñoz, Mauricio Pasto (2003). Viriato, A Luta pela Liberdade [Viriato: The Struggle for Liberty] (in portoghese) (3a ed.). Ésquilo. ISBN 972-8605-23-4.
  • Grande Enciclopédia Universal. Durclub. 2004.
  • Constituição da República Portuguesa [Costituzione della Repubblica portoghese] (in Portuguese) (VI Revisão Constitucional ed.). 2004.

link esterno

Governo
Commercio
Viaggio

Coordinate: 38 ° 42′N 9 ° 11′O / 38.700 ° N 9.183 ° O / 38.700; -9.183

Pin
Send
Share
Send